Gaeta, non ottempera all’espulsione, rintracciato e denunciato.

In data 16 gennaio 2019, i militari della locale tenenza carabinieri deferivano in stato di libertà un cittadino nigeriano di 55 anni senza fissa dimora, già destinatario di provvedimenti di espulsione.             I militari operanti rintracciavano il cittadino extracomunitario nell’ambito di specifici servizi di controllo del territorio e contrasto all’immigrazione clandestina e, durante il controllo, accertavano che il predetto aveva violato l’obbligo di lasciare il territorio italiano entro 7 giorni non ottemperando quindi ad un ordine di espulsione. La prefettura di Latina pertanto ordinava nuova espulsione con relativo accompagnamento presso il centro di identificazione ed espulsione di potenza.

Minturno, intervento del Sindaco sul tema delle "Città del Golfo"

Foto di Luigi Versaggi Panno

 

«È capitato a molti di noi di disquisire sul tema “La Città del Golfo” (che letteralmente esprime il concetto di un’entità amministrativa in grado di abbracciare l’intero Golfo di Gaeta, o parte significativa di esso). In realtà, solo una piccola parte di noi ha pensato di costruire una città con la fusione dei comuni esistenti. Noi tutti, invece, abbiamo sempre voluto che gli attuali Comuni lavorassero insieme in maniera più stringente. Per questo tutti avremmo dovuto parlare, sin dall’inizio, più correttamente, de ‘Le Città del Golfo’: si potrebbe discettare anche di quanto, questo errore lessicale, abbia influito sulle amene fortune della politica comprensoriale.

Passiamo, quindi, da ‘La Città’ a ‘Le Citta del Golfo’: e lo facciamo nel momento in cui leGerardo Stefanelli  amministrazioni civiche adottano atti concreti che ‘parlano’ di una reale politica comprensoriale.

Un cambio di vocale che si fa cambio di ‘campo’. Un campo in cui non esiste un centro, ma emerge una rete collaborativa, che contribuisce, ognuno con i propri pesi, in una logica di solidarietà e solidità. Ognuno, ma insieme.

Se cambiamo una vocale, e soprattutto se cambiamo il ‘campo’, non ci troveremo più a polemizzare su dove avrà sede l’ufficio di zona di un servizio pubblico statale o su quale sarà l’entità amministrativa che avrà il compito di gestire le procedure di un servizio comune.

Per i nostri cittadini sarà importante che quei servizi siano più efficienti e, in un numero più ampio, più facilmente fruibili, che consentano di migliorare complessivamente la qualità della loro vita: questo dovrebbe essere il nostro unico obiettivo da perseguire con perseveranza e lungimiranza. Senza gelosie.

Non esistono guerre e prevaricazioni, ma spiccano generosità e  collaborazione. Insieme a Paola Villa e Cosmo Mitrano, insieme alle Città di Formia e di Gaeta, per un Golfo più forte!»