Un nuovo premio per Alessandro Izzi. A Lucca riceve il "Premio Carver" nella sezione saggistica

CULTURA: Lo scorso sabato 9 febbraio, a Lucca, sono stati conferiti i “Premi Carver”, uno degli appuntamenti letterari più prestigiosi in ambito editoriale.

A vincere, nella sezione saggistica, è stato il gaetano Alessandro Izzi, con il suo libro “Le strategie dell’oblio. Percorsi e ricorsi nel cinema italiano della Shoah dal 1945 al 2016” (Edizioni Universitalia) che già aveva ricevuto numerosi riconoscimenti nei mesi scorsi.

Si tratta di un lavoro complesso  che tenta di ricostruire i modi e le forme con cui il cinema italiano del dopoguerra si è confrontato con il tema della Shoah – spiega l’autore – Nel libro vengono affrontati con taglio storico e critico oltre settanta anni di cinema, passando dal Neorealismo alla commedia, dal film storico a quello di genere a disegnare un complesso caleidoscopio di film tra loro diversissimi accomunati, però, da un bisogno di eludere lo spinoso tema delle responsabilità nazionali che vanno dalla promulgazione delle leggi razziali del ’38 ai numerosi casi di delazioni e caccia all’ebreo che animarono, e non poco, soprattutto la realtà della capitale. Emerge – continua Izzi – dall’analisi diacronica delle oltre cento pellicole rintracciate in filmografia, un’intenzione autoassolutoria che ben si inquadra nella retorica nazionale degli “Italiani brava gente” che fu certo vera per i molti episodi di eroismo individuale, ma che è altra dalle scelte di governo e degli altrettanto numerosi episodi di intolleranza di cui sono piene le cronache del tempo”.

Il Carver, giunto alla sua sedicesima edizione, si conferma un contropremio, per usare la terminologia di cui gli ideatori vanno giustamente fieri, che vuole capire come premiare i libri senza essere condizionati dai nomi degli autori o dai marchi editoriali. Premiare dunque solo le storie, i racconti, le poesie, le ricerche dei saggi.  Leggere e valutare con le mani e la mente libera. Senza condizionamenti, tirate di manica, sostegni e consigli. Non nomi e marchi editoriali, quindi, ma le pagine dei libri, senza infingimenti o scelte di convenienza.

Come aveva scritto Andrea Giannasi nel presentare le cinquine finaliste delle tre sezioni in concorso: “Il Carver è un premio di nicchia, riservato a pochi e destinato a pochissimi. Infatti saranno consegnati solamente tre premi ai tre vincitori di ogni sezione. Dunque da quest’anno nessuna menzione o premio speciale. Già essere nella cinquina è segno di prestigio”.

È dunque un motivo di particolare orgoglio che questo premio, così selettivo, sia stato assegnato a un progetto di ricerca così ambizioso e complesso come “Le strategie dell’oblio”.

Gaeta / Celebrazioni per la giornata contro il cancro infantile

Il 15 febbraio si celebrerà in tutto il mondo la Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile – ICCDAY (International Childhood Cancer Day) data scelta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per affrontare le problematiche dei bambini e degli adolescenti con tumore,con lo scopo di: informare la cittadinanza, la stampa, sensibilizzare le Istituzioni, riconoscere apertamente il coraggio, la forza e l’eroismo dei bambini e degli adolescenti colpiti.

La giornata è promossa, a livello mondiale dall’organizzazione Childhood Cancer International (CCI), network globale formato da 188 associazioni di familiari di bambini e adolescenti malati di cancro, presenti in 96 paesi di 5 continenti, e a livello nazionale dalla federazione FIAGOP (Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica ONLUS), rappresentante sul piano nazionale di trenta Associazioni di genitori distribuite su gran parte del territorio, e socio fondatore CCI.

In virtù dell’importanza del tema trattato, nell’ambito del percorso dedicato alla tutela e al riconoscimento dei diritti dei minori, nello specifico il diritto alla salute e alle cure, lo Sportello per le Adozioni Internazionali “ERNESTO” del Comune di Gaeta ha promosso nelle scuole e con le associazioni del territorio la partecipazione a questa giornata.

Venerdi 15 febbraio alle ore 11 daranno il via all’evento i bambini della scuola primaria e gli studenti della scuola secondaria, nonché i rappresentanti delle associazioni aderenti i quali, dopo aver osservato qualche minuto di raccoglimento per ricordare e spiegare il significato di questa celebrazione, lanceranno in aria centinaia di palloncini bianchi (biodegradabili).

Il lancio dei palloncini, promosso in piena autonomia rispetto al programma delle iniziative istituzionali
nazionali, è sostenuto da: Comune di Gaeta, XVII Comunità Montana dei Monti Aurunci; I.C. Giosuè
Carducci di Gaeta; I.C. Pollione (plesso L. MIlani) di Formia; Scuola Media statale A.Guardi di Piombino
(Livorno); LILT (Lega Italiana per la Lotta ai Tumori); AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi e Tessuti); Associazione LIBERAUTISMO; Associazione Amici per lo Sport; Associazione ANGELO FORTE –Uniti per la vita; Happy Bar- Formia, Golfo Eventi.

Fondi / Ancora multe per abbandono dei rifiuti

Ancora multe salate a Fondi per abbandono di rifiuti: dopo le pene pecuniarie comminate nei
giorni scorsi nei confronti di due diversi soggetti che il 4 Febbraio avevano gettato rifiuti nel
piazzale adiacente al Comando Polizia Locale e ad un altro individuo che nelle settimane
precedenti aveva abbandonato un ingente quantitativo di inerti in località
Acquachiara, l’impianto di videosorveglianza di via del Laghetto, in località Cocuruzzo e limitrofa
al Monumento Naturale Mola della Corte – Settecannelle – Capodacqua, ha immortalato in data 5
Febbraio un vero e proprio vilipendio ambientale.

Nel filmato si vede il soggetto, residente nel comune di Fondi – poi convocato presso il Comando
di Polizia Locale e sanzionato al pagamento di 600 Euro – accostare il veicolo, scendere dall’auto e
dirigersi verso un casolare per accertarsi che nessuno possa osservarlo. Aperto il portellone del
suo furgoncino, volge lo sguardo verso la strada per verificare che non sopraggiungano altri veicoli
e preleva un televisore per poi gettarlo in uno spiazzo erboso. In seguito, con un martello
sfascia l’apparecchio e divelle le componenti interne, che deposita nel mezzo presumibilmente al
fine di rivenderle abusivamente.

Oltre alla sanzione pecuniaria, particolarmente elevata poiché all’abbandono indiscriminato di
rifiuti si è aggiunto il degrado e l’inquinamento dell’area circostante all’abbandono, il
soggetto è stato diffidato a ripristinare e bonificare lo stato dei luoghi, cosa che è stata avviata già
nella giornata di Sabato 9 Febbraio u.s. Inoltre si è provveduto al deferimento del
responsabile all’autorità giudiziaria per la verifica della sussistenza del reato di inquinamento
ambientale, che ha rilevanza penale.

«Continueremo con tutti i mezzi a contrastare l’abbandono indiscriminato di rifiuti nel territorio di Fondi – dichiarano il Sindaco Salvatore De Meo e l’Assessore all’Ambiente Roberta Muccitelli – e a sanzionare i delinquenti che oltraggiano e recano danno all’ambiente, la cui salvaguardia è per noi una priorità. L’inciviltà di costoro, che meriterebbero di essere messi alla gogna pubblica, sta determinando un aggravio di spesa sul bilancio comunale e pertanto fanno ricadere la loro
scorrettezza e irresponsabilità su ogni fondano. Siamo rimasti sconvolti dal barbaro comportamento di questo soggetto, che non merita nemmeno di essere definito nostro concittadino, per il fatto che non solo ha effettuato un abbandono illegale di un vecchio televisore ma come un invasato, e incurante di chiunque potesse sopraggiungere, lo ha distrutto in mille pezzi.

Una volta convocato dalla Polizia Locale non ha dato alcuna spiegazione alla sua scelleratezza. Continuiamo a fare appello al senso civico dei cittadini e allo stesso tempo li invitiamo ad essere controllori del territorio segnalando alle Forze di Polizia gli autori di questi gesti deplorevoli. Ricordiamo che molte videocamere dell’impianto di videosorveglianza sono mobili e ciò consente periodicamente di dislocarle in vari punti del territorio per monitorare le aree periferiche».

Articoli simili: Fondi / Abbandono di rifiuti

Formia / Al via la gara per i lavori al ponte di Penitro

Il ponte di Penitro, principale collegamento tra la superstrada Formia-Cassino e il centro di Penitro, chiuso nel 2016 e ora agibile “solo” per autovetture, sarà nei prossimi mesi oggetto di lavori per la messa in sicurezza e la riapertura.

L’Astral, società responsabile del ponte e della sua manutenzione, ha comunicato all’amministrazione comunale di Formia che le fasi di gara per l’assegnazione dei lavori sono a buon punto. Sono infatti partite le lettere di invito a partecipare ed entro febbraio si conoscerà la ditta incaricata. I lavori riguarderanno la realizzazione di importanti interventi strutturali per la messa in sicurezza dell’infrastruttura e per il rifacimento della pavimentazione stradale. L’amministrazione comunale si è impegnata in questi mesi di mandato, attraverso tutti i mezzi a disposizione, affinché le legittime proteste e richieste del comitato civico di Penitro, a cui va il merito di aver tenuto sempre alta l’attenzione sul ponte e sulla sua pericolosità, venissero ascoltate e ha sollecitato e richiesto costantemente e con insistenza l’inizio dei lavori. “Seguiremo, come abbiamo fatto in questi mesi, tutto l’iter per l’affidamento e l’inizio dei lavori – afferma il sindaco Paola Villa – Abbiamo sempre creduto che essere una ‘goccia continua’ portasse risultati, ora ne abbiamo le prove e continueremo così per tutto quello che riguarda la nostra città e i nostri cittadini”.