ITRI: Approvato il bilancio

POLITICA: L’Amministrazione Comunale di itri, nel corso di una seduta fiume del Consiglio Comunale, convocato in seduta ordinaria e pubblica, ha approvato il bilancio di previsione per il triennio 2019 – 2021.

“Il bilancio di previsione 2019-202 – spiega l’Assessore Giovanni Colucci – rispetta i principi contabili e gli equilibri finanziari, frutto di una corretta gestione della finanza pubblica, ma vuole rispondere, e questa è la soddisfazione maggiore, alle esigenze dei nostri concittadini. Ci sono dei settori – continua l’Assessore – come la cultura, lo sport, il turismo e le politiche giovanili, in cui l’amministrazione svolgerà un ruolo di supporto e di stimolo favorendo e finanziando le iniziative che verranno costruite con la fattiva collaborazione delle associazioni e degli imprenditori. Vogliamo che tutti siano protagonisti. Ci sono settori, come quello dei servizi sociali, in cui non abbiamo lesinato risorse per essere vicini alle fasce più deboli e bisognose prestando particolare attenzione anche alle iniziative di supporto al disagio non necessariamente di carattere materiale. Non basta, però, stanziare le risorse: riteniamo fondamentale garantire un elevato livello qualitativo dei servizi e su questo continueremo a prestare la massima attenzione. Il desiderio più grande – conclude l’Assessore Colucci – è che i cittadini percepiscano, attraverso le iniziative previste, la presenza assidua e fattiva dell’amministrazione”.

Nel corso della stessa seduta sono stati anche modificati i valori delle aree fabbricabili ai fini IMU e TASI, è stato approvato il piano tariffario per la TARI 2019, ed il piano di alienazione e valorizzazione dei beni comunali, inoltre è stato aggiornato il DUP, Documento Unico di Programmazione per il triennio 2019 – 2021.

Soddisfatto il Sindaco Antonio Fargiorgio “Un bilancio approvato in maniera compatta dall’intera maggioranza – commenta il primo cittadino – che così prosegue il cammino intrapreso nel 2016. Sono assicurati tutti i servizi ai cittadini, senza che siano state aumentate tasse e/o imposte. Abbiamo preferito che eventuali esuberi di costi fossero assunti e sostenuti direttamente dalle casse comunali, senza incidere nelle tasche dei nostri concittadini. Voglio sottolineare – commenta il Sindaco – che il bilancio contiene la copertura per una serie di lavori che andremo ad intraprendere e che daranno alla nostra cittadina un volto nuovo e sicuramente più moderno. Continuiamo sul solco già tracciato – conclude l’Avv. Fargiorgio – attuando altri punti del programma con cui siamo stati premiati dai nostri elettori”.

Comunicato Stampa

Il Sindaco Di Minturno accoglie Don Antonio Cairo nuovo parroco a Scauri

Il Sindaco Di Minturno accoglie con un messaggio Don Antonio Cairo nominato parrroco presso la parrocchia di Sant’Albina di Scauri (Minturno)

«La Chiesa, “madre accogliente dei popoli”, ha scandito nei secoli la vita della nostra cittadina e continua ad assumere un ruolo vitale nell’esperienza quotidiana di una laboriosa comunità, come quella minturnese, attaccata alle sue tradizioni ed alla sua storia. Sperimentiamo
da tempo una concreta collaborazione tra Comune e Parrocchie per dare risposte ai bisogni della gente, in una realtà complessa, che conosce fenomeni di disagio e di crisi di valori.

La scelta di campo dell’Amministrazione Civica è quella di servire il comprensorio, guardando al benessere sociale, materiale e spirituale, e va ad affiancare la missione cristiana svolta ogni giorno dalle varie Comunità Parrocchiali, tra cui quella di Sant’Albina in Scauri. Il Sindaco ed il Parroco continuano ad essere punti di riferimento per le stesse persone che sono, nello stesso tempo, cittadini e fedeli, in un contesto diverso rispetto al passato, in cui convivono culture e costumi a volte differenti, che devono ispirarsi a sani principi di convivenza, confronto,
legalità. Da qui lo sforzo comune per la formazione dei giovani, la crescita del paese, il sostegno agli indigenti e alle famiglie in difficoltà.

Ringraziamenti e sentimenti di gratitudine vanno espressi verso i sacerdoti che hanno guidato in passato la Parrocchia di Sant’Albina e lasciato un segno a Scauri, nel primo centro urbano del comune: Don Angelo Di Giorgio e Don Simone Di Vito. I migliori auguri per un fecondo apostolato giungano al nuovo Parroco, Don Antonio Cairo».

"Ranavuottoli" al Teatro Ariston di Gaeta

Il 2 aprile alle ore 21:00 al Teatro Ariston di Gaeta il consueto appuntamento fuori abbonamento che unisce la stagione teatrale “Senza Sipario” promossa dal Teatro Bertolt Brecht di Formia all’interno del progetto “Officine culturali” della Regione Lazio, del riconoscimento del Mibac in collaborazione con l’ATCL (Associazione teatrale fra i comuni del Lazio), alla stagione del Teatro Ariston. 

In scena lo spettacolo “Ranavuottoli (Le sorellastre)” prodotto dal Teatro Bellini di Napoli per la drammaturgia di Roberto Russo e Biagio Musella, la regia Lello Serao e con Nunzia Schiano, Biagio Musella, Pino L’Abbate.

Come appare il mondo visto dalla parte dello specchio? E come appare visto dal basso verso l’alto? Certamente la visuale sarà distorta o, quanto meno differente da quella ordinaria. Ranavuottoli, partendo da questa riflessione, decide di capovolgere la celebre fiaba Cenerentola, leggendola non più dalla parte della “vincente” Cinderella ma da quella delle due sconfitte: le Sorellastre.

Nella fiaba, l’allampanata Anastasia e la tarchiata Genoveffa sono la quintessenza di una cattiveria che è pari soltanto alla loro bruttezza: sono brutte dentro e brutte fuori. Ma Roberto Russo e Biagio Musella ci insinuano il dubbio che la causa della loro sgradevolezza non sia meramente cromosomica, ma che sia conseguenza di un brutto vissuto, esibito come forma di protesta nei confronti di un mondo che ci pretende belli e vincenti. Con un registro squisitamente comico, Ranavuottoli si addentra nei meandri della psiche delle sorellastre, scandagliando il loro vissuto e le possibili ragioni del loro “mal di vivere” con ironia e leggerezza, utilizzando un linguaggio originalissimo che è una sorta di helzapoppin, una miscellanea in cui il registro fiabesco si fonde con quello comico grottesco.

Info, prenotazioni e prevendita

0771 460214

Nuovo ATM per l'ufficio postale di Scauri (Minturno)

Uno sportello automatico di nuova generazione è stato installato nell’ufficio postale di Via Guglielmo Marconi, 1, a Scauri (Minturno). Dotato di monitor digitale ad elevata luminosità e dispensatore di banconote innovativo, il nuovo ATM presenta moderni dispositivi di sicurezza, tra cui il macchiatore di banconote, che rende inutilizzabile il denaro sottratto in caso di atto vandalico. A maggior tutela della clientela è presente anche il nuovo sistema elettronico “antiskimming”, per impedire la clonazione delle carte di credito.

Disponibile tutti i giorni della settimana e in funzione 24 ore su 24, l’ATM Postamat consente di effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista movimenti, ricaricare tutti i telefoni cellulari, pagare le principali utenze e oltre 2mila bollettini di conto corrente postale e ricaricare la carta prepagata Postepay.

Oltre che dai possessori di carta Postepay, lo sportello automatico può essere utilizzato dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro e dai titolari di carte di credito aderenti ai più diffusi circuiti internazionali.