Formia / Big Choco, l'uovo di Pasqua da 150 chili

Il mega uovo di cioccolato è inserito nell’evento pasquale “Easter Choco Party” del Centro Commerciale Itaca di Formia dal 15 al 28 Aprile.
Quest’anno la Pasqua diventerà ancora più cioccolatosa al Centro Itaca grazie all’idea del Direttore dott. Nicola Luciano che ha pensato di far realizzare BIG CHOCO, un enorme uovo di cioccolato di 150 kg, creato dall’Istituto Alberghiero di Formia nel laboratorio di pasticceria con la sponsorizzazione ed il contributo del Centro Itaca.

Un’intera classe, coadiuvata dal personale tecnico e ausiliario, ha lavorato quattro giorni, con oltre 48 ore di cristallizzazione per permettere la realizzazione di questa enorme prelibatezza. Un uovo di cioccolato gigante sormontato da una gallina in cioccolato su un prato di ghiaccia reale colorata, circondata da uno steccato, su tutta la lunghezza del perimetro, cucchiaiate di riso soffiato mescolato al cioccolato fondente… uno spettacolo per gli occhi e per il palato!

A rendere ancora più preziosa l’iniziativa ha contribuito la collaborazione del famoso pasticcere Antonio Capuano che ha partecipato alla realizzazione della decorazione. L’enorme uovo ha destato la curiosità non solo tra gli operatori ma anche all’esterno: la sola pagina facebook dedicata all’evento in breve tempo ha già raggiunto oltre 20000 visualizzazioni!

BIG CHOCO sarà esposto presso l’area evento del Centro da lunedì 15 Aprile e nel pomeriggio di sabato 20 Aprile in occasione della Pasqua potrà essere degustato gratuitamente dai numerosi clienti presenti. Big choco rientra in una serie di emozionanti iniziative promosse dal Centro Itaca per festeggiare la Pasqua ed il ponte del 25 Aprile.

Tra gli altri eventi:

EASTER CHOCO PARTY: lunedì 15 aprile consegna BIG CHOCO al Centro Itaca alle ore 16.00. Martedì 16 L’arte del Cioccolato, Realizzazione e degustazione di Choco Art a cura dell’Istituto Alberghiero A. Celletti di Formia, per tutto il giorno; Mercoledì 17, giovedì 18, venerdì 19, martedì 23 e mercoledì 24 degustazione di Pane & Choco, dalle 17.00; Sabato 20 APERTURA E DISTRIBUZIONE di BIG CHOCO, dalle ore 16.00; lunedì 22 degustazione di Pane & Choco, dalle ore 17.00.

Cedimento di una parte della Tomba di Gavio Nauta a Fondi

Nei giorni scorsi si è verificato il cedimento di una porzione della Tomba romana di Gavio Nauta, situata al Km 120.600 della via Appia.

Il Comune di Fondi, appreso l’accaduto nella giornata di ieri, Giovedì 11 Aprile, grazie ad una segnalazione della Polizia Locale, ha immediatamente allertato la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti. Nella stessa giornata la Soprintendente Dott.ssa Paola Refice e il funzionario responsabile Dott. Francesco Di Mario, il funzionario Arch. Daniele Carfagna, congiuntamente a personale tecnico del Comune tra cui il Dirigente dell’Ufficio Tecnico, membri del locale Corpo di Polizia Municipale e dei Vigili del Fuoco sono intervenuti sul posto. Constatato l’accaduto, la Soprintendenza, il Sindaco Salvatore De Meo e l’Assessore all’Urbanistica Claudio Spagnardi hanno stabilito congiuntamente che la prossima settimana si procederà alla messa in sicurezza l’area e inibito il libero accesso, per proseguire in seguito con idonei interventi di consolidamento, anche statico, e di restauro dopo un accurato studio dello stato di conservazione e identificazione delle criticità. Un progetto della Soprintendenza per il restauro e valorizzazione del monumento è stato finanziato nelle scorse settimane dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

«Purtroppo il crollo che si è registrato – afferma il sindaco Salvatore De Meo – è dovuto alle condizioni critiche del monumento, ben note da tempo anche al nostro Ente. Ci solleva, e deve rassicurare i cittadini, l’impegno assunto dalla Sovrintendenza che ora, oltre all’intenzione di intervenire, disporrà anche di risorse economiche. A tal proposito desidero ringraziare a nome dei cittadini la Soprintendente Dott.ssa Refice per la sensibilità dimostrata nel tempestivo intervento e nell’impegno assunto anche per il reperimento delle risorse necessarie a riportare il monumento al suo antico splendore».

Continuano gli appuntamenti nelle scuole con la rassegna "Parole oltre lo schermo"

Dopo il primo appuntamento all’IC V. Pollione di Formia – plesso di Penitro, due nuove tappe di “Parole oltre lo schermo” nelle scuole del territorio. Il 13 aprile al Liceo L.B. Alberti di Minturno e il 16 aprile alla scuola media dell’IC Mattej di Formia.

La rassegna è organizzata dall’associazione Fuori Quadro in collaborazione con il Teatro Bertolt Brecht di Formia nell’ambito del Piano nazionale “Cinema per la scuola” promosso da Miur e Mibac e porta gli studenti a confrontarsi con una declinazione innovativa del linguaggio cinematografico tra videoproieizioni e storytelling. Tra spezzoni di film, cortometraggi e lettura gli studenti riusciranno ad apprendere e riflettere su argomenti di grande attualità senza noia, senza formalità, senza i classici relatori o ospiti.

Il 13 aprile a Minturno l’appuntamento è con “Perchè la guerra” con Maurizio Stammati e Serina Stamegna, una rivisitazione del carteggio tra Sigmund Freud ed Albert Einstein sul significato della guerra nella società europea che, all’epoca dello scambio epistolare, era appena uscita dal Primo Conflitto mondiale e si avviava inesorabilmente verso la catastrofe del secondo.

Il 16 aprile a Formia, invece, è in programma “Di sana e robusta Costituzione” con Maurizio Stammati e Chiara Di Macco. Concepito come un gioco a incastri, una ricognizione sui valori fondanti della Costituzione italiana che resta una delle migliori del mondo. Ripercorrendone la genesi, la vocazione antifascista e gli articoli fondamentali, il testo è un modo per raccontare,  giocando, il senso molto serio della democrazia tra cinema e racconto.

Il testi sono di Alessandro Izzi, le videoproiezioni di Marco Mastantuono e l’allestimento scenico di Marilisa D’Angiò.

Sacra rappresentazione della Passione di Gesù a Gaeta

Sabato 13 Aprile dalle ore 19:45 sarà possibile attraverso la sacralità della rappresentazione vivere “La Passione di Cristo”, messa in scena dall’Associazione culturale Antares Gaeta e con la preziosa collaborazione dell’Associazione Sogni e Spade. Sotto la regia di Nicola Di Tucci, gli attori ripropongono per le festività pasquali i momenti salienti del calvario di Cristo, davanti ad una folta platea nella suggestiva cornice degli Spaltoni di Monte Orlando.

“Il Sacro Triduo pasquale della Passione e Risurrezione del Signore – dichiara il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano – è sicuramente uno dei momenti più forti e spiritualmente più coinvolgenti della religiosità cristiana. Come avviene ogni anno, per la Sacra Rappresentazione si prevede intensa la partecipazione della citta­dinanza e di turisti che vengono a Gaeta per assistere ad un evento mistico e suggestivo nell’ambito della Settimana Santa e per rivivere la passione, la morte e quindi la resurre­zione di Gesù Cristo. La drammatizzazione degli ultimi momenti della vita di Gesù è la traduzione con gesti e parole dell’esigenza dell’uomo di entrare in comunione con Dio. Attraverso un incantevole scenario naturale, sarà rinnovato l’evento della “Passione di Cristo” in forma di antico teatro popolare che vede la partecipazione attiva e concreta di attori e volontari che interpretano i loro ruoli allo scopo di conservare, perpetuare e attivare questa tradizione che appartiene alle radici della città, essendo ormai giunta alla 42esima edizione. In particolare, il luogo della rappresentazione è un vasto spazio aperto, alle pendici di Monte Orlando dove, con estrema professionalità e semplicità, viene allestito un fram­mento dell’antica Gerusalemme: il Sinedrio, il Pretorio di Pilato, l’orto degli Ulivi, il Cenacolo, il Monte Calvario. Sarà un momento di intensa meditazione e riflessione su un evento che ha cambiato la storia dell’umanità”.