GIRO D'ITALIA: La 6° tappa Cassino - San Giovanni Rotondo

SPORT: Oggi (16 maggio n.d.r.) 6° tappa del 102° Giro d’Italia, da Cassino a San Giovanni Rotondo, percorso di 238 km con dislivello 2.800 m.

Tappa molto lunga, che per i primi 190 km si svolge lungo strade a scorrimento veloce ampie e rettilinee, con alcune gallerie, ma senza particolari asperità.

Finale molto diverso su strade piuĚ€ strette ed a volte usurate, dove a 30 km dall’arrivo si affronta la salita di Coppa Casarinelle, una salita con tornanti e con pendenze del 5 – 6% sul Gargano che porta a 15 km dall’arrivo.

Negli ultimi km il finale diventa ondulato e planimetricamente mosso; si sale fino ai -6 km dall’arrivo e poi si scende fino ai -3 per risalire nuovamente attraverso la città ed affrontare l’ultima breve discesa dai -2 Km sino agli ultimi mille metri.

Rettilineo finale di 1.200 m in salita con leggera pendenza del 2 – 3%.

Il Parco Ausoni presente alla Settimana Europea dei Parchi

L’Ente , nel decennale della sua costituzione, sarĂ  presente alla Settimana Europea dei Parchi – festa delle Aree Protette del Lazio.

Quest’anno le celebrazioni si terranno sabato 18 e domenica 19 maggio 2019 presso la sede della Riserva Naturale Tevere Farfa – Via Tiberina Km. 28,100 – localitĂ  Meana nel comune di Nazzano, Roma nell’anniversario 1979-2019 dei 40 anni della Riserva.

Durante la manifestazione si potranno godere di visite guidate, concerti, osservazioni naturalistiche e stand. SarĂ  possibile usufruire gratuitamente delle gite in battello, canoa e kayak. Presenti stand gastronomici. Per ulteriori informazioni: 0765-332795.

“Crediamo fortemente che il coinvolgimento sociale nella vita e nella gestione delle aree protette e dei loro territori sia non solo motore di importanti esperienze di integrazione e di socialità, ma anche una preziosa opportunità di sviluppo sostenibile per i territori. Sono decine gli appuntamenti previsti in tutti i Parchi della regione, per poi festeggiare tutti insieme il 18 e 19 maggio presso la Riserva Naturale Regionale Nazzano Tevere-Farfa”, a dichiararlo l’assessore Agricoltura, Ambiente, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali, Enrica Onorati.

Il programma nel Lazio è organizzato dall’assessorato Agricoltura, Ambiente, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali della Regione Lazio, dalla Direzione Capitale Naturale, Parchi e Aree Protette, il Sistema delle Aree naturali protette regionali, dai Parchi regionali e dalla rete di associazioni che collaborano con loro sul territorio. Gli eventi saranno tutti plastic free.

La Regione Lazio è stata una delle prime regioni italiane ad operare in materia di aree naturali protette approvando, nel 1977, la Legge Regionale n. 46 del 28 novembre 1977 dal titolo “Costituzione di un sistema di parchi regionali e delle riserve naturali”. Successivamente, con la Legge Regionale n. 29 del 6 ottobre 1997 “Norme in materia di aree naturali protette regionali”, si è dotata di un nuovo strumento normativo, allo scopo di recepire i contenuti della Legge Quadro n. 394 del 6 dicembre 1991 sulle aree protette e di garantire e promuovere, in maniera unitaria e in forma coordinata con lo Stato e gli enti locali, la conservazione e la valorizzazione del proprio patrimonio naturale.

La variabilità geografica del Lazio corrisponde a un grande patrimonio di biodiversità, sia in termini di habitat che di specie di flora e di fauna, e gran parte di questi valori naturali e paesaggistici sono oggi tutelati nel sistema delle aree naturali protette, nonché dalla Rete Natura 2000 che comprende Zone di Protezione Speciale (ZPS) e Siti di Importanza Comunitaria (SIC), interessando circa un quarto della superficie del Lazio.

Bis di Ackermann sotto la pioggia. Tempi di arrivo presi al primo passaggio sulla linea di arrivo di Terracina. Roglic ancora un giorno in Rosa.

SPORT: Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe) ha conquistato la sua seconda vittoria al Giro d’Italia in una frazione caratterizzata dalla pioggia partita da Frascati, con il via dato dal Primo Ministro italiano Giuseppe Conte, e conclusasi in volata a Terracina. Il giovane tedesco ha battuto Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) e Arnaud DĂ©mare (Groupama-FDJ).

“Oggi è stato uno di quei giorni in cui mi chiedo perchĂ© ho deciso di andare in biciletta. Pioveva e faceva freddo, dovevamo cambiarci ogni 30 minuti – ha dichiarato il vincitore di tappa Pascal Ackermann – Il mio obiettivo per questo mio primo Giro è sempre stato arrivare a Verona. Sono in buona forma e ci sono ancora tappe per velocisti, senza contare i traguardi intermedi: cercherò di portare fino alla fine la Maglia Ciclamino”.

Nessuna variazione nelle prime posizioni della classifica generale con Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) ancora in Maglia Rosa, poichè a causa delle condizioni meteo la Direzione di Corsa, in accordo con la Giuria, ha deciso di prendere i tempi di arrivo della quinta tappa al primo passaggio sulla linea di arrivo di Terracina, mentre i punti e gli abbuoni, sono stati assegnati alla fine della tappa.

“Prendere i tempi al primo passaggio sul traguardo è stata una decisione giusta – ha dichiarato la Maglia Rosa Primoz Roglic in conferenza stampa – Cerchiamo sempre di tenerci al sicuro, abbiamo visto ieri quali possono essere le conseguenze di una caduta. L’abbandono di Tom Dumoulin non cambia molto per me. L’unica cosa importante è che il nostro team rimanga concentrato e fare il nostro lavoro nel miglior modo possibile. Domani potrei perdere la Maglia Rosa, sembra una tappa adatta alle fughe”.

 

Gatto Panceri in concerto a Gaeta

Gatto Panceri il 2 giugno alle 22:30 in concerto a Gaeta al Molo Sanità, nell’ambito dei Festeggiamenti dei Santi Patroni di Gaeta e dell’ Arcidiocesi Erasmo e Marciano. Ad accompagnarlo durante il Tour una band di musicisti provenienti da Gaeta e Formia: Tato Illiano (batteria), Giovanni Mautone ( basso), Francesco Buonaugurio (chitarra e cori), Edoardo Fascione (chitarra ) e Paolo Galletto (Piano e tastiere)

Quella di Gatto Panceri è una voce calda e intensa, personalità autentica e tanto, tantissimo talento che ha avuto modo di dimostrare durante il suo percorso artistico, di grande qualità ed iniziato molto presto.

Lui si diploma al conservatorio in chitarra classica e verrĂ  apprezzato e scoperto negli anni 90 da Patrick Dijvas e Franz Di Cioccio della PFM, il Manager Michele Torpedine e il discografico Bruno Tibaldi .
Il suo album d’esordio fu Cavoli amari del 1991, contenente il brano Aiuto, con cui partecipò al Festivalbar di quell’anno. L’anno successivo propose L’amore va oltre, dedicata a una coppia di suoi amici, di cui lui disabile e presentata al Festival di Sanremo,con cui si aggiudica  il prezioso premio della Critica e fa schizzare le vendite del suo disco.

Gatto ha poi scritto, canzoni di successo per Mietta, Mina, Giorgia, Siria, Morandi, Ranieri ed altri ancora.
E’ l’ autore anche di  “Vivo per lei“, canzone che ha portato al successo internazionale Andrea Bocelli e Giorgia, con oltre venti milioni di dischi venduti in tutto il mondo. A maggio 2018, per parlare di un periodo più recente, pubblica il suo album di inediti, l’undicesimo,  “Pelle d’oca e lividi” che balza in testa alla classifica di iTunes. Nella  sua carriera Panceri  ha vinto e conseguito numerosi premi della critica e alla carriera , tra cui due volte il premio Lumezia  città di Aulla conferitogli da illustri letterati per il contenuto dei suoi testi ritenuto altamente poetico .Nel 2014  a riconoscimento  per il suo operato creativo ha ricevuto a Napoli  il premio Massimo Troisi .