La Prefettura di Latina celebra il 2 giugno con numerose iniziative

In occasione del 73° anniversario della Fondazione della Repubblica la Prefettura di Latina ha promosso una serie di iniziative celebrative, che sono state realizzate con la partecipazione del Comando Artiglieria Controaerei di Sabaudia, del Comune di Latina, dellAeronautica, dei Vigili del Fuoco, e con la collaborazione del Liceo Artistico Statale di Latina.

La manifestazione ha avuto inizio alle 9.30 in Piazza della Libertà con lo schieramento delle Forze Armate e delle Forze di Polizia per gli onori Prefetto della Provincia di Latina, cui ha fatto seguito la cerimonia dellAlzabandiera e la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica.

A seguire, il Prefetto Maria Rosa Trio ha consegnato le Medaglie d’Onore ai familiari di 2 cittadini pontini deportati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per leconomia di guerra nellultimo conflitto mondiale e i diplomi delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana a 14 cittadini della provincia di Latina.

In occasione della Festa della Repubblica, il Prefetto ha voluto consegnare allIstituto Comprensivo “Alessandro Volta” di Latina un attestato di riconoscimento per il prezioso contributo di docenti e ragazzi nella preparazione, anche questanno, delle manifestazioni istituzionali della Prefettura.

Un analogo riconoscimento è stato consegnato al Liceo Artistico Statale di Latina per la realizzazione, nellambito del progetto di alternanza scuola lavoro, dei manifesti commemorativi del 4 novembre 2018, del 27 gennaio 2019, del 17 marzo 2019 e del 2 giugno 2019.

Conclusa la cerimonia di consegna delle onorificenzei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Latina hanno dispiegato il vessillo tricolore, accompagnati dal Coro dellIstituto Volta che ha intonato lInno di Mameli.

 

Vedute di Formia dalle due torri cittadine

L’Associazione Seminaria Sogninterra presenta in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Comune di Formia il progetto artistico “Vedute dalle Torri di Castellone e Mola” dal 7 al 21 giugno presso le due torri di Formia con l’azione dell’artista Andrea Aquilanti a cura di Marianna Fazzi.

Il 7 giugno alle ore 19 presso la torre di Castellone si terrà la presentazione del progetto e alle ore 20:00 presso la Torre di Mola l’inaugurazione delle istallazioni che saranno visitabili tutti i giorni dalle ore 16.00 alle 20.00 (Mola) e dalle ore 18.00 alle 24.00 (Castellone).

L’idea è quella di lavorare sulla storia e sulla memoria di questi siti attraverso la narrazione artistica per mettere in evidenza le due anime che sono alla base della nascita della città di Formia, il punto di partenza saranno le VEDUTE e gli scorci che si offrivano da questi monumenti ai viaggiatori del Gran Tour a inizio ‘800, alla ricerca di una visione perduta che unisca antico e moderno. Nel lavoro di Andrea Aquilanti disegno e proiezione saranno gli strumenti utilizzati per realizzare un gioco di attraversamenti visivi e temporali, in costante equilibrio tra la realtà e la simulazione, tra la presenza e l’emozione dell’assenza del passato. 

Nel 2020 ricorrerà un anniversario importante per la storia della città: per la prima volta, dopo secoli di assoggettamento alla vicina Gaeta, nel 1819 iniziò il suo processo di autonomia per arrivare poi, nel marzo del 1820, a ottenere il nome temporaneo di Comune di Mola e Castellone. Un episodio che vale la pena raccontare, soprattutto in un momento storico come quello attuale in cui si parla di temi come il sovranismo e in cui sorge la necessità di mettere in evidenza l’identità complessa dei comuni italiani, una storia fatta di integrazione e libertà. Il progetto si pone l’obiettivo di provare a ricomporre, almeno idealmente, quella forma di città in cui Formia non ha mai avuto la possibilità di conoscersi e riconoscersi, un’unità teorica raggiunta poi spontaneamente, perché nel frattempo la sua urbanizzazione è semplicemente esplosa. Questa forma ci costringe a ripensare il nostro rapporto con il tempo dell’abitare, condizione che non è né univoca né lineare.

Artista tra i più sperimentali della sua generazione, Andrea Aquilanti caratterizza i suoi lavori grazie a una costante ricerca di un rinnovato senso di meraviglia e insieme di abbandono che riesce a imprimere nelle sue opere, nelle quali risulta fondamentale la presenza attiva da parte del fruitore. Giocando costantemente intorno ai processi di costruzione e di percezione, nelle sue opere l’immagine muta senza sosta, subisce una serie di passaggi che partono dalla sua destrutturazione fino allo sdoppiamento e alla dissolvenza nell’interazione continua con lo spettatore.

Confconsumatori Latina fa chiarezza sulle tutele per i clienti a seguito del fallimento di Mercatone Uno

Confconsumatori sta ricevendo diverse richieste di consumatori danneggiati dal fallimento del Mercatone Uno (più precisamente, della Shernon Holding Srl che meno di un anno fa aveva acquistato l’azienda) e si è attivata per offrire assistenza nelle diverse casistiche di seguito sintetizzate.

«Oltre alle gravi conseguenze per i lavoratori, hanno avuto ripercussioni anche i consumatori che avevano acquistato, pagando degli acconti, senza ricevere l’ordine. Un’ulteriore problema, poi, si profila per quegli acquirenti che hanno stipulato contratti di finanziamento collegati all’acquisto e ora si trovano a dover pagare le rate, pur senza aver avuto il bene ordinato».

 

FAQ: le risposte alle domande più frequenti:

Ho acquistato in un negozio Mercatone Uno senza mai ricevere la merce

Puoi presentare domanda di ammissione al passivo del fallimento. Confconsumatori può assisterti nella procedura, il termine per l’ammissione al passivo è il 20 settembre 2019.

Se hai pagato con carta di credito e non hai mai ricevuto il bene conviene rivolgersi alla banca della carta utilizzata e chiedere l’annullamento dell’operazione e la restituzione della somma versata.

Ho acquistato online sul sito di Mercatone Uno senza mai ricevere la merce

Puoi recedere entro 14 giorni dalla consegna della merce: dunque, non essendo avvenuta, l’acquirente è ancora in tempo per esercitare il recesso e chiedere il rimborso da parte dell’operatore della carta di credito o della Banca che ha autorizzato il pagamento a distanza.

Ho acquistato al Mercatone Uno con finanziamento senza mai ricevere la merce

Se, per l’acquisto, hai sottoscritto un contratto di finanziamento, la legge prevede il diritto del consumatore a chiedere la risoluzione del contratto di credito e la cessazione delle rate, inoltre la finanziaria ha l’obbligo di rimborsare al consumatore le rate già pagate.

 

Confconsumatori si attiverà inoltre col curatore per chiedere, se possibile e in tempi rapidi, che la curatela decida di adempiere al contratto consegnando e installando i mobili ai consumatori che chiederanno l’adempimento offrendo il pagamento del saldo.

 

Gli interessanti a ricevere informazioni per il momento possono rivolgersi alla Confconsumatori Latina

0771681022 – 3495000314 – confconsumatorilatina@gmail.com

🔊 Omelia Vescovo Luigi Vari celebrata nella parrocchia di Sant'Erasmo a Formia

Riascolta in podcast su radiocivitainblu.it l’omelia celebrata dal Vescovo Luigi Vari il 2 giugno nella Chiesa di Sant’Erasmo a Formia dove ha celebrato la solenne celebrazione eucaristica insieme ai parroci della forania di Formia per festeggiare Sant’Erasmo Patrono di Formia.