NUOTO: European Master Games - Torino 2019 "Gaeta sul tetto d'Europa"

SPORT: Gaeta sul tetto d’Europa grazie alla Serapo Sport Nuoto Master, che ai Campionati Europei Master a Torino, ha portato a casa nove medaglie.

La squadra gaetana, formata da Alessia Vaudo, Giorgio Marinaccio, Marida Di Macco, Salvatore Colozzo, Silvio Monco e guidata dall’inossidabile Antonio Pasciuto, ottiene due ori, quattro argenti e tre bronzi, sfiorando altre cinque volte il podio con gli altri atleti.

“E’ stata una tre giorni pesantissima per gli atleti  impegnati al limite delle loro capacità per battere una concorrenza agguerrita non solo europea, ma anche mondiale – commenta Antonio Pasciuto – La kermesse torinese ha consacrato una squadra ormai matura. Devo ringraziare il nostro Presidente Danila Di Ciaccio e la dirigenza della Serapo Sport che hanno appoggiato questo progetto e lo hanno fatto proprio – continua Pasciuto – Ringranzio l’amico atleta e sindaco Cosmo Mitrano che ha seguito con trepidazione questa avventura. Ringrazio, infine, tutti quelli che ci hanno supportato e sopportato in questi mesi. Non resta che dire Gaeta sul tetto del mondo”.

Il risultato della competizione europea conferma i risultati recentemente avuti dagli atleti gaetani, con Antonio Pasciuto che dopo essersi laureato campione italiano UISP nei 200 e 400 sl e vice campione italiano FIN oltre che insieme al decano Salvatore Colozzo, campione italiano UISP nelle acque libere 3000, centra la medaglia d’oro europea nei 400 e negli 800 sl.

A completare l’ottimo risutato europeo degli atleti gaetani, oltre i due ori ed i due argenti dello stesso Pasciuto, due argenti e due bronzi di Alessia Vaudo ed un bronzo per Giorgio Marinaccio; podio solo sfiorato per Marida Di Macco, Salvatore Colozzo e Silvio Monco, che comunque portano a casa ottime prestazioni, in considerazione del contesto europeo.

di Enrico Duratorre

 

Premiato a Lenola il cittadino - eroe Alfredo Pandozi

Sono molto contento, sicuramente mi sento emozionato e orgoglioso di essere qui. Per me, in 60 anni, è la prima volta da lenolese in quest’aula comunale: non mi aspettavo davvero di ricevere un riconoscimento così”: sono le parole commosse di Alfredo Pandoziautista-eroe lenolese che lo scorso 25 maggio, in viaggio in Francia con una comitiva di turisti cinesi diretti a Parigi, una volta che il suo bus ha preso fuoco, è riuscito a metterli tutti in salvo con prontezza e lucidità. Oggi Alfredo è stato ricevuto nell’Aula Consiliare del borgo collinare per ricevere il riconoscimento dovuto al suo atto coraggioso. Una targa-ricordo di cui lo ha insignito l’intero Consiglio comunale di Lenola. Sull’epigrafe c’era scritto: ‘Ad Alfredo Pandozi, lenolese, eroe ed esempio: in ricordo delle tante vite umane salvate, con la sincera gratitudine dell’intera comunità lenolese’.

Oggi celebriamo il coraggio, l’altruismo, l’esempio di un nostro concittadino che nel corso del suo lavoro, con disprezzo del pericolo e mettendo a repentaglio la propria incolumità, ha salvato tante vite umane, dando lustro alla nostra cittadina”, ha sottolineato da parte sua il sindaco Fernando Magnafico, che ha ricordato come “quello conferito oggi ad Alfredo non vuol essere un tributo che gli riconosce solo il Consiglio comunale; è un attestato di stima e di affetto da parte dell’intera comunità lenolese.

Frankenstein Junior - Fuori la Voce

La quarta puntata di Fuori La Voce, il programma realizzato dagli amici di Fuori Quadro in Formia che porta fuori dagli schermi tradizionali le più grandi sceneggiature cinematografiche con un progetto ideato da Federica D’Angelis e gli allievi del corso di doppiaggio.

Nella quarta puntata va in scena Frankenstein Junior. Buon ascolto!

La bella addormentata nel bosco - Fuori la voce

Riascolta in podcast la 3° puntata del programma Fuori La Voce, in onda ogni mercoledì ed in replica il venerdì sulle frequenze di Radio Civita InBlu, realizzato dagli amici di Fuori Quadro in Formia, con cui si vogliono portare all’esterno degli schermi tradizionali le più grandi sceneggiature cinematografiche con un progetto ideato da Federica D’Angelis e gli allievi del corso di doppiaggio.

Durante questa terza puntata è stata messa in scena una parte del copione della Bella addormentata nel Bosco.