A Formia la mostra di Maria Villano PARA-ALLELI

La mostra di scultura para-alleli di Maria Villano, prima iniziativa del centro permanente per l’arte contemporanea, diretto dalla professoressa Silvana Sinisi, sta suscitando partecipazione e interesse. Nelle calde serate formiane, un folto pubblico si alterna nelle sale adibite alla mostra, lasciandosi guidare nel suggestivo percorso.

Fino al 18 agosto presso la Torre di Mola a Formia è possibile visitare la mostra che si snoda occupando gli spazi al piano terra della Torre, il Castello Caetani, a partire dalla Cappella di San Michele, continuando nelle cucine, per concludersi alla base della Torre, sorta, in origine, sugli antichi resti romani delle terme, alimentate dalle locali fonti.

Il percorso inizia con una serie di sei teste “sentinella” in terracotta dipinta, poste sull’altare nella Cappella di San Michele, il santo-guerriero. Procedendo sulla sinistra ed entrando nelle cucine si trovano tre mezzi busti bianchi: “i-mago” e “ypnea”, in terracotta, “elisa” in cemento armato, le sacerdotesse del fuoco.  Attraversando il terrazzo ed entrando nella mole del Mastio, cinque figure femminili, verticali, in gesso armato, bianche, le “ninfe dell’acqua”, si offrono come continuità tra tempo e spazio, con le loro forme sinuose.

Nella sua presentazione alla mostra, la storica dell’arte, Silvana Sinisi, scrive : “L’universo immaginario di Maria Villano tende a sottrarsi a qualsiasi riferimento immediato per collocarsi in una dimensione sospesa, dove gli echi di un lontano passato si combinano con le irridenti prefigurazioni di un ipotetico futuro che si colora di venature fantascientifiche”.

Para-alleli: paralleli, i tempi e gli spazi, passato, presente e futuro, si fondono con le stratificazioni sotterranee della memoria; paralleli i germi che porteranno alle trasformazioni e trasmutazioni, genetiche e spirituali.

La Mostra si chiuderà la sera del 18 agosto, sulla terrazza prospiciente con un brindisi di saluto.

L’artista inaugurerà a breve il suo nuovo studio-laboratorio, a Formia, in Via del Castello 19, dove saranno visibili permanentemente le sue opere.

Intervista a Paola Villa - Ecocentro Enaoli e problema rifiuti

Esegui

Letizia Lagni intervista il sindaco di Formia Paola Villa sulle problematiche all’ecocentro Enaoli e sulla crisi del conferimento dell’organico che riguarda tutta la provincia di Latina.

Conclusa la prima parte del ritiro estivo per l'HC Banca Popolare di Fondi

Dopo i nove giorni iniziali di preparazione precampionato, è arrivato il momento di tirare le prime somme in casa HC Banca Popolare di Fondi. La rosa della serie A1 maschile, radunatasi agli ordini di mister Giacinto De Santis lo scorso 1° agosto, fin dai primi test atletici ha palesato una buona condizione, consentendo al tecnico rossoblù di seguire senza intoppi il programma prestabilito. 

Gli atleti “fondani” hanno finora lavorato tanto e bene, alternando sedute in palestra ad altre di tecnica e tattica. Il primo test agonistico è stato rappresentato dalla classica partitella in famiglia, giocata venerdì 9 e vinta 33-31 dall’HC Banca Popolare di Fondi A (Arena, Leal, Mangiocca, Morreale, Pola, Pinto, Rosso e Sciorsci) contro l’HC Banca Popolare di Fondi B (D’Ettorre, Miceli, Oliveira, Pestillo, Tenore, Zanghirati e Marino. Quest’ultimo era presente per incitare il team “giallo”, ma tenuto precauzionalmente a riposo).

“Le sensazioni sono positive anche se dobbiamo restare con i piedi a terra, perché la strada è ancora molto lunga. Attualmente, considerando che siamo nel pieno della preparazione, le gambe sono ancora molto pesanti e queste amichevoli servono a scioglierci e ad entrare più in sintonia tra noiha dichiarato a fine gara il capitano rossoblù Stefano D’Ettorre. Una cosa molto importante è che quest’anno, rispetto alla passata stagione, riusciamo ad allenarci con circa diciotto giocatori. Sono molto contento della rosa che è stata allestita, perché abbiamo in squadra dei ragazzi molto giovani…azzardo a dire dei giovani talenti”

Dopo i meritati due giorni di riposo, gli uomini cari al presidente Vincenzo De Santis, torneranno in campo nella giornata di oggi per riprendere la preparazione in vista dei prossimi impegni: il 17 agosto nuovo test match; il 24 agosto torneo amichevole sul parquet del Palazzetto dello Sport di Fondi; il 31 agosto e 1° settembre il 18° “Trofeo Città di Fondi”. Molti sono quindi gli impegni che attendono la squadra rossoblù in queste settimane, con l’obiettivo di arrivare pronti all’esordio del 7 settembre in casa contro la matricola Raimond Handball Sassari.

HC Banca Popolare di Fondi A – HC Fondi Banca Popolare di Fondi B 33-31

HC Banca Popolare di Fondi A (Azzurri): Arena 7, Leal 7, Morreale 1, Pinto 5, Pola 1, Rosso 7, Sciorsci 5.

HC Banca Popolare di Fondi B (Gialli): D’Ettorre 3, Mangiocca 2, Marino, Miceli 5, Oliveira 7, Pestillo 6, Tenore 4, Zanghirati 4.

Intervista a Cosmo Pasciuto e Roberto Uttaro

Esegui

Enrico Duratorre intervista il professor Cosmo Pasciuto e lo scrittore Roberto Uttaro. I due scrittori hanno pubblicato due opere per Passerino Editore (www.passerinoeditore.com), già disponibili in eBook, che saranno in libreria a fine agosto 2019.

E NESSUNO RISPONDE di Cosmo Pasciuto
Cosmo Pasciuto nasce a Formia il 28 marzo 1972. Vive a Gaeta dove ha frequentato il Liceo Scientifico “Enrico Fermi”; ha conseguito la laurea in Lettere presso L’Università degli studi di Roma la Sapienza con una tesi in Letteratura Italiana sulle facezie del Piovano Arlotto. Nel 2001 consegue l’abilitazione concorsuale all’insegnamento a cui fa seguito l’abilitazione per l’insegnamento in Materie Letterarie e Latino nei Licei presso la SSIS del Lazio, Università degli Studi di Roma Tre. Ha frequentato diversi corsi post-universitari di perfezionamento e master, presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, tra cui: Storia del Novecento – Elementi di Didattica, Didattica della Lingua Italiana Ha perfezionato le proprie conoscenze linguistiche presso l’Alliance Française Sud-Latium e, nel 2016, ha conseguito presso l’Università La Tuscia di Viterbo il perfezionamento per Insegnamento CLIL in lingua francese. È appassionato di Letterature e Lingue. Attualmente insegna presso il Liceo Scientifico e Linguistico “Teodosio Rossi” di Priverno.

E TI SCRIVO di Roberto Uttaro
Roberto Uttaro nasce a Formia il 28 maggio 1975. Trascorre l’infanzia e l’adolescenza a Gaeta dove frequenta l’Istituto Tecnico Nautico “Giovanni Caboto” e, nel 1993, consegue brillantemente il Diploma di Maturità in qualità di “Macchinista Navale”. Nel 1995, frequenta l’89° corso Allievi Ufficiali di Complemento presso l’Accademia Navale di Livorno. Dopo aver assolto il servizio di leva come Guardia Marina su Nave Maestrale, di stanza a La Spezia, nel 1996 si imbarca come Allievo Ufficiale di Macchine sulle navi della marina mercantile. Dal 1998 al 2000 frequenta il 73° corso “Ortigara II” Allievi Marescialli ramo Mare della Guardia di Finanza, prima a Portoferraio e successivamente a Gaeta. Promosso al grado di Maresciallo nel 2000 frequenta il corso di specializzazione come “Tecnico di Macchine” presso la Scuola Nautica di Gaeta, classificandosi al I° posto. Spicca nel suo ventennale servizio come “Fiamma Gialla” il periodo trascorso a Lampedusa, in prima linea, nella lotta contro l’immigrazione clandestina e nel salvataggio delle vite umane in mare. È coniugato con la signora Nunzia De Vivo, e padre di Marika e Manuel. È appassionato di Storia e Letteratura, in particolare della realtà risorgimentale e post-risorgimentale.