Formia, all’IPSEOA A:Celletti di Formia una giornata densa per la Festa Nazionale del Cuoco.

Nei giorni scorsi l’IPSEOA A.Celletti di Formia è stata location di una ricca Festa Nazionale del Cuoco. Nella giornata di lunedì 25 novembre, infatti, la Federazione Italiana Cuochi, sotto la vicepresidenza regionale e la presidenza provinciale di Luigi Lombardi, ha organizzato la XXII edizione del concorso “I Piatti tipici Pontini”; la XII edizione del concorso regionale “La Cucina Laziale rivisitata in chiave moderna” e il Premio per i “ragazzi speciali” riservato ai ragazzi degli istituti alberghieri.

I vincitori sono stati decretati da due differenti giurie composte da esperti del settore, giornalisti e gastronomi, con l’affiancamento di un team tecnico costituito dai membri del Consiglio Direttivo della sezione provinciale della Federazione Italiana Cuochi.

Per la XII edizione del concorso regionale “La Cucina Laziale rivisitata in chiave moderna” il premio è andato ai giovani della provincia di Latina De Chirico Francesco e Frascogna Antonio con il piatto “sfumature di spigola”, Tagliaferro Francesco e Migliozzi Anna Maria con “calamaro a spasso sul Redentore”.

Doppio premio per Pietro Pecchia, il quale con una semplice “millefoglie di orata con coulis di pomodoro e croccante di frutta secca” si è classificato al primo posto della categoria professionisti sia a livello regionale che provinciale per la XXII edizione de “I Piatti tipici Pontini”. Secondo scalino del podio regionale a Johnny Desideri di Rieti e alla sua “suonata d’autunno”. Secondo posto provinciale, invece per un ormai volto noto della competizione Roberto Grossi e il suo piatto “involtini di vitello, zuppa di funghi e cipolla agrodolce.

La kermesse quest’anno si è arricchita con il gemellaggio all’undicesima edizione di Vincibando, il salone del gusto nomade ideato dalla giornalista Tiziana Briguglio, nella veste anche di moderatrice del convegno: Rispetto delle norme alimentari, osservanza della tavola, sacralità del cibo”,che ha visto i preziosi interventi del professor Giuseppe Nocca, della nutrizionista Maria Solis e della dirigente dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale di Lazio e Toscana Tiziana Zottola. Il meeting ha avuto l’obiettivo di dimostrare che non è sempre vero che ci sia una perfetta osservanza delle più importanti  norme alimentari e che il cliente contemporaneo chiede una certa eticità del cibo.

Grande soddisfazione da parte della dirigente scolastica Monica Piantadosi,  perché anche quest’anno l’istituto alberghiero di Formia ha ospitato la ben nota festa evidenziando la tradizione d’eccellenza della scuola e offrendo ai ragazzi un momento di formazione e  di arricchimento del proprio bagaglio di competenze.

A chiusura della giornata la cena di gala con la presenza di alcuni degli ex alunni dell’istituto formiano, oggi apprezzati chef citati nelle maggiori guide gastronomiche: Fabio De Felice, Maria Grazia Stellato, Francesco Capirchio e Umberto Suprano.

Derby di pallamano Fondi-Gaeta, la voce dei mister De Santis e Onelli

Esegui

Seppur nella poco consueta veste del turno infrasettimanale, questa sera, a partire dalle 20, a Fondi va in scena il classico della pallamano pontina, nel massimo campionato nazionale di A1 maschile: il derby tra HC Banca Popolare Fondi e Carburex Gaeta.

Vista la grande attesa, seppur entrambe le formazioni hanno qualche punto in meno di quelli attesi ad inizio stagione, abbiamo sentito i due mister: Giacinto De Santis per l’HC Fondi e Salvatore Onelli per il Gaeta Sporting Club.

Abbiamo chiesto ai due coach cosa si aspettano dagli avversari, cosa temono nel match e se hanno un pronostico sulla gara. Potete ascoltare le loro voci nel podcast.

Presentato il report Caritas 2018 con i dati della diocesi di Gaeta

Esegui

Ieri a Formia, presso la sala Ribaud del Comune si è svolta la presentazione da parte della Caritas del report diocesano 2018.

Oltre 500 le persone sostenute attraverso i centri cittadini e delle parrocchie.

Tra i numeri snocciolati e analizzati, più donne che uomini (64,8% a fronte dei 35,2%), più italiani che stranieri (i connazionali che si sono rivolti ai centri della nostra diocesi hanno rappresentato il 62,6% del totale).

Dall’incrocio dei dati e delle esperienze degli operatori, si è potuto riscontrare come gli italiani abbiano più bisogni rispetto ai cittadini stranieri. Ciò che accomuna più o meno tutti sono le tipologie di bisogni: in primis quello dei beni economici, poi il lavoro e infine i bisogni familiari.

Di conseguenza, le risposte messe in atto dagli operatori Caritas parlano di un intervento incisivo per quanto riguarda i beni materiali, segue l’ascolto e solo successivamente dei veri e propri sussidi economici (intervento più richiesto per la classe di disoccupati).

Nel proprio intervento il direttore diocesano don Alfredo Micalusi ha spiegato che i dati, seppur indicativi, non sono completi perché nelle parrocchie esistono molti più casi e maggiori sostegni rispetto a quelli che passano per Caritas.

Presentato nel corso dell’evento anche il progetto ORA (orientamento attivo al lavoro).

J-Factor 11, vince Emanuela da Gaeta

Al talent fratello del più conosciuto XFactor dedicato alla Musica Cristiana trionfa Emanuela Di Martino direttamente da Gaeta.

Tanti colpi di scena nell’edizione di quest’anno di J-Factor, come si legge sia sul web che su alcuni media che riportano la notizia, e un livello artistico elevato per il talent che porta all’attenzione la musica, seppur quella religiosa. A trionfare Emanuela, direttamente dal cuore della nostra diocesi.

Seconda Anna da Catania (che vince anche il premio della critica) e terzo un gruppo di Pistoia.