Fondi, è fermento: De Filippis candidato a sindaco, ex Lega riflettono

In foto Raniero De Filippis e Sonia Federici

Sabato movimentato nella politica locale, esce allo scoperto un altro aspirante primo cittadino: si tratta di Raniero De Filippis che scende in campo annunciando di essere il candidato sindaco espressione dell’associazione “Camminare Insieme” che esprimerà la civica “Camminare Uniti”.

Non per forza una corsa civica, però, per De Filippis che potrebbe incontrare il sostegno di altre liste, anche politiche, espressione del centrosinistra fondano. Nella nota con cui viene lanciata la corsa verso le comunali di primavera si fa riferimento al voler essere alternativo ai 25 anni di amministrazione di centrodestra a Fondi.

Situazione diversa per i dissidenti della Lega che sempre sabato mattina hanno indetto una conferenza stampa in cui Sonia Federici, ex coordinatrice del carroccio, ha spiegato le ragioni dell’addio al partito con le dimissioni in tronco dal partito di Matteo Salvini.

Gli ex dirigenti della Lega hanno spiegato di aver deciso di aver abbandonato il partito per via delle pressioni dal coordinamento provinciale e regionale nel presentarsi in coalizione con Forza Italia, partito rispetto al quale gli stessi sono stati diverse volte molto critici. Da capire adesso quale sarà il futuro degli ex leghisti, tra l’ipotesi di trovare una sintesi con Fratelli d’Italia o quella di confluire in un’altra lista o in un altro schieramento, come ad esempio quello di Luigi Parisella.

Coronavirus, l'auto quarantena di 3 cinesi a Minturno

E’ questo l’ultimo aggiornamento, diffuso dal sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli, sulla notizia che ha tenuto banco nella giornata di oggi, sabato 22 febbraio. Tre cittadini cinesi si sarebbero messi precauzionalmente in quarantena da soli, dopo il rientro in Italia e provenienti dalla Cina lo scorso 3 febbraio, passando per la Francia e arrivando a Minturno, dove risiedono tuttora.

Tra i primi a dare la notizia, il portale “Latina Tu” attraverso le proprie pagine web. Fonte della notizia una comunicazione del comandante della Polizia locale di Minturno Antonio Di Nardo, rilasciata al Commissariato di Polizia di Formia. Si tratta di moglie e marito, rispettivamente di 43 e 46 anni, entrambi nati in Cina e del figlio minorenne di 12 anni nato a Roma.

Avrebbero scelto in modo volontario la cosa, per evitare eventuali contagi. Non è fatto riferimento alla questione di salute dei tre che presumibilmente, avendo superato il periodo di quarantena stando bene, hanno ripreso il normale svolgimento della vita.

Il comandante della Polizia locale ha anche reso noto di aver informato il Ministero della Salute al numero 1500 non ricevendo indicazioni specifiche sul caso. Tra le comunicazioni anche il fatto che il sindaco di Minturno segue personalmente la vicenda in qualità di Autorità Sanitaria Locale.

Da segnalare il comportamento deplorevole della diffusione dei dati sensibili della famiglia coinvolta. Alcuni siti/blog e alcuni utenti Facebook hanno pubblicato il documento della Polizia di Stato che riportava i dati sensibili, come nome e cognome, residenza e numeri di carte di identità dei tre cinesi coinvolti.

In fuga dalla Siria: come sostenere il progetto dei Corridoi umanitari

Radio Civita InBlu sostiene il progetto “Corridoi umanitari”. Una famiglia con quattro figli, in fuga dalla Siria, è stata accolta nella città di Formia. Ora c’è bisogno anche di te. Una piccola goccia di bene per aiutare chi fugge dalla guerra.

Il progetto è curato dall’Ufficio Migrantes della Arcidiocesi di Gaeta e dall’Azione Cattolica di Gaeta. Per informazioni scrivici su WhatsApp al 3488881447 o scrivici a radiocivitainblu@gmail.com.

DONAZIONI PRO CORRIDOI UMANITARI
Conto corrente postale n. 1023037037
Postagiro o Bonifico IBAN IT70 H076 0114 7000 0102 3037 037
Intestazione: Azione Cattolica di Gaeta
Causale: Corridoi umanitari Gaeta

Donazioni Paypal su www.radiocivitainblu.it/contatti
Info WhatsApp 348.8881447

Corridoi Umanitari

Mediterraneo, Frontiera di Pace - Diretta della Messa di papa Francesco

Domenica 23 febbraio 2020 papa Francesco sarà a Bari per concludere i lavori di ‘Mediterraneo Frontiera di Pace‘, l’incontro organizzato dalla Conferenza Episcopale Italiana al quale hanno partecipato oltre 50 vescovi e patriarchi delle diocesi che affacciano sul Mediterraneo.

Radio Civita InBlu sarà in diretta con Radio Vaticana Italia dalle 10.40 per la trasmissione, da Corso Vittorio Emanuele II a Bari, della Celebrazione Eucaristica presieduta da Papa Francesco e la recita della preghiera dell’Angelus.

La Conferenza Episcopale Italiana si è riunita a Bari dopo l’invito del presidente mons. Gualtiero Bassetti per questo incontro fraterno di Vescovi del Mediterraneo, chiamati a riflettere e discernere i segni dei tempi, alla luce del fatto che la Chiesa mediterranea è presente e operante.

I giorni dell’incontro di Bari non sono serviti a costruire un sogno di Mediterraneo, ma è stato piuttosto un incontro di pastori che hanno a cuore il Mediterraneo concreto e i popoli che lo abitano.

Al termine dei lavori, la Cei presenterà al Papa un documento che sarà “frutto di un lavoro d’ascolto e sintesi dei lavori che i Vescovi stanno compiendo – spiega monsignor Russo, segretario generale della Cei – faremo in modo che le parole del documento diventino esempi di pace e fraternità”.