Stefania Placidi chiude la rassegna musicale Ndìchele

CULTURA: Quarto ed ultimo appuntamento con gli Aperitivi Musicali del Festival Ndìchele, organizzato dall’Associazione di promozione sociale TamburoRosso e diretto dalla percussionista gaetana Valentina Ferraiuolo.
La serata si aprirà, come le altre, con la degustazione di alcuni prodotti dell’enogastronomia locale; l’ultimo appuntamento vedrà protagonista uno dei simboli di Gaeta, la Tiella di ‘Ndinella, vera artista delle tradizioni culinarie gaetane.

Ad affiancare la regina della gastronomia gaetana ci saranno le ‘mbriachelle di Liliana un dessert semplice dal sapore antico.

La parte musicale della serata sarà affidata a Stefania Placidi, chitarrista, cantante ed autrice romana, che sulla suggestiva terrazza della Batteria “La Favorita” sarà accompagnata alle chitarre da Roberto Mazzoli ed alle percussioni da Carmine Bruno.

“Il trio – spiegano gli organizzatori – partendo dal centro Italia in un immaginario viaggio verso Sud andrà alla riscoperta di antichi canti attraverso una rilettura fresca, ricca di suggestioni ritmiche, molteplicità di timbri acustici, vocalità tradizionale e corde, per un canto che viene da memorie lontane. La loro musica è fatta di ricerca e sperimentazione, di territorio ed oralità. I canti – concludono gli organizzatori – tessono storie lontane, il ritmo scandisce il tempo e nei riti della quotidianità si ascolta la storia dei popoli, dei destini comuni, delle necessità”.

Per maggiori informazioni si può contatatre la mail info@tamburorosso.it, ovvero i numeri 320.5784311 e 339.3410041.

Le prenotazioni sono presso ALFABETA Libreria Piazza Traniello, 10 – Gaeta (tel. 0771 452284).
Appuntamento da non perdere, quindi, giovedì 22 agosto ore 20.30, sulla terrazza della Batteria “La Favorita”

di Enrico Duratorre

NUOTO: European Master Games - Torino 2019 "Gaeta sul tetto d'Europa"

SPORT: Gaeta sul tetto d’Europa grazie alla Serapo Sport Nuoto Master, che ai Campionati Europei Master a Torino, ha portato a casa nove medaglie.

La squadra gaetana, formata da Alessia Vaudo, Giorgio Marinaccio, Marida Di Macco, Salvatore Colozzo, Silvio Monco e guidata dall’inossidabile Antonio Pasciuto, ottiene due ori, quattro argenti e tre bronzi, sfiorando altre cinque volte il podio con gli altri atleti.

“E’ stata una tre giorni pesantissima per gli atleti  impegnati al limite delle loro capacità per battere una concorrenza agguerrita non solo europea, ma anche mondiale – commenta Antonio Pasciuto – La kermesse torinese ha consacrato una squadra ormai matura. Devo ringraziare il nostro Presidente Danila Di Ciaccio e la dirigenza della Serapo Sport che hanno appoggiato questo progetto e lo hanno fatto proprio – continua Pasciuto – Ringranzio l’amico atleta e sindaco Cosmo Mitrano che ha seguito con trepidazione questa avventura. Ringrazio, infine, tutti quelli che ci hanno supportato e sopportato in questi mesi. Non resta che dire Gaeta sul tetto del mondo”.

Il risultato della competizione europea conferma i risultati recentemente avuti dagli atleti gaetani, con Antonio Pasciuto che dopo essersi laureato campione italiano UISP nei 200 e 400 sl e vice campione italiano FIN oltre che insieme al decano Salvatore Colozzo, campione italiano UISP nelle acque libere 3000, centra la medaglia d’oro europea nei 400 e negli 800 sl.

A completare l’ottimo risutato europeo degli atleti gaetani, oltre i due ori ed i due argenti dello stesso Pasciuto, due argenti e due bronzi di Alessia Vaudo ed un bronzo per Giorgio Marinaccio; podio solo sfiorato per Marida Di Macco, Salvatore Colozzo e Silvio Monco, che comunque portano a casa ottime prestazioni, in considerazione del contesto europeo.

di Enrico Duratorre

 

Greta Panettieri chiude la XV edizione di JazzFlirt Festival

CULTURA: Con il concerto della straordinaria vocalist Greta Panettieri si chiude la quindicesima edizione del JazzFlirt Festival di Formia. O, per meglio dire, si conclude la parte estiva: quello di quest’anno, infatti, è un cartellone modulare, iniziato in primavera con lo Spring Is Here Fest, proseguito con il Follow The Talent tra giugno e luglio, e non si esclude anche una propaggine autunnale, più teatrale. Un primo bilancio, dunque, alla vigilia dell’atto conclusivo della propaggine estiva è quello che chiediamo a Gerardo Albanese, deus ex machina della manifestazione: «Un bilancio assolutamente positivo, senza dubbio. Nonostante le mille difficoltà, e le contingenze non sempre favorevoli, il JazzFlirt Festival tiene fede alla sua storia, sperimentando sempre nuove formule, investendo sul talento e sulla creatività, provando ad accontentare tutto il pubblico con proposte di qualità. Crediamo nella diversificazione, senza fossilizzarsi su un solo target, crediamo nella didattica, nell’importanza di un’attività costante. Facciamo tutto quello che possiamo, con le risorse a disposizione, e continueremo a farlo».

In vista di una ripresa autunnale, dunque, ultimo, e imperdibile, concerto all’Area Archeologica Caposele, a Formia, con il quartetto di Greta Panettieri, una delle voci più incantevoli del panorama italiano e internazionale.

Cresciuta artisticamente a New York, è una musicista dalla personalità vulcanica che sta facendo sempre più parlare di sé in Italia e all’estero, per la bellezza del timbro, l’incredibile tecnica vocale e la formidabile capacità comunicativa.

Nel 2013 esce “Under Control” un disco autobiografico che racconta il passaggio dal management di una grande major a una dimensione più creativa e indipendente, dove trovare finalmente la dose libertà per realizzare la propria musica in modo autentico. Tra le illustri collaborazioni del disco, quella preziosissima di Larry Williams, celebre produttore e  arrangiatore per Al Jarreau, Michael Jackson e Quincy Jones.

Nel 2014 e nel 2015 ha conquistato stampa e pubblico calcando i maggiori club e teatri italiani con il suo “Viaggio in Jazz” attraverso i brani del suo ultimo album soul jazz “Under Control” e del suo acclamatissimo “Non Gioco Più” (Italian ’60 in Jazz), disco che rilegge i successi interpretati dalla grande Mina con uno stile del tutto inedito ed originale, riproponendo anche il virtuosissimo brano “Brava”. Album amatissimo dalle radio italiane, “Non Gioco Più” ha subito conquistato il pubblico italiano registrando il tutto esaurito in diversi teatri e club italiani, ma anche negli States su importanti palcoscenici tra cui il Rockwood Music Hall di New York. “Non Gioco Più” è distribuito anche in Giappone dalle etichette Albore Jazz e Tower Records.

A luglio 2015 è uscito il singolo “C’est Irreparable”, versione originale di “Un anno d’amore” scritta dall’autore italo-francese Nino Ferrer e resa celebre in Francia da Dalida, figura forte e, per molti versi, analoga a quella di Mina. Greta Panettieri la interpreta nella lingua originale, il francese, che svela nuovi significati rispetto alla versione italiana presente nel suo album “Non gioco più”. Il singolo è stato presentato in prima assoluta live sul palco del Blue Note Milano il 5 luglio. Insieme al singolo è uscito anche il videoclip, scritto e interpretato insieme all’autore e attore Massimo Salari, che ne ha curato la regia continuando con lei una collaborazione iniziata diversi anni fa a Perugia, prima del suo trasferimento negli States Greta Panettieri.

Nel 2016 l’emittente televisiva LA7 la chiama per più di venti puntate come ospite fissa del programma “L’aria che tira” dove Greta si esibisce live per la sigla di chiusura del programma in brani attinenti all’attualità della settimana.

Nel Novembre 2016 esce “Shattered/Sgretolata” lavoro questo, composto quasi interamente da brani originali, è un ritratto a 360° della sfaccettata personalità di Greta e del suo percorso artistico, che da sempre va oltre la definizione di genere e di stile. Una dichiarata apertura a infinite possibilità interpretative: dalla ballad voce e chitarra, al brazilian contemporaneo, alla dedica a Bowie con una personalissima versione di “Life on Mars”. Quest’album viene reso unico e incalzante dalla grande varietà di musicisti che, tra Italia e Stati Uniti, hanno collaborato alla sua realizzazione: dai tre testi scritti rispettivamente da Claudio “Greg” Gregori, Piji Siciliani e Jennie Booth, ai brasiliani Itaiguara Brandao e Mauricio Zottarelli che hanno a lungo collaborato con Greta durante il suo periodo newyorkese, a Francesco Diodati coinvolto in un duo voce e chitarra, all’impronta jazz dei sassofonisti Max Ionata, Alfondo Deidda e Cristiano Arcelli.

Il 2017 vede Greta protagonista di vari tour nazionali e internazionali tra cui due tour in Russia, Cina e Spagna e tre tour nazionali con il grande artista brasiliano Toquinho.
Il 9 novembre 2018 è uscito “With Love” il nuovo disco da interprete: una dedica speciale al suo pubblico per il quale ha rivisitato grandi successi di diversi autori tra cui Vasco, Phil Collins, Supertramp e Lucio Dalla. Nella line-up, lo special guest Flavio Boltro.

Il concerto sarà preceduto da un breve open act del GYMNASIUM QUARTET,  formazione locale che attraverso un repertorio di brani originali, cerca di esplorare sonorità legate al jazz attingendo anche da mondi apparentemente lontani da esso, come la musica classica e la world music.

Appuntamento,  domenica 28 luglio 2019 ore 21.30, “Arena Caposele” – Formia, ingresso €. 13,00

Comunicato Stampa

 

Il Mondo che Vorrei 3.0 scende in piazza. Prima gara di Karaoke per il sociale

CULTURA: Continua il viaggio nella musica de “Il Mondo che Vorrei 3.0”, questa volta con il coinvolgimento di tutti gli appassionati o di chi vuole semplicemente mettersi in gioco per una buona causa.

Il progetto nato dall’idea di Sonia Annunziata, con il fondamentale contributo del Maestro Gabriele Pezone, presenta la prima gara di karaoke che si svolgerà in tre serate dinanzi ad una giuria di esperti composta dallo stesso Maestro Gabriele Pezone, da Paola Soscia, Marta Mastracco e Anna Casale ed Annarita Nardone e vesrà la partecipazione straordinaria di Simone De Filippis, che, oltre a presentare l’evento, si esibirà con propri brani inediti.

La prima serata della gara di karaoke, aperta a tutti coloro che vorranno esibirsi e mettersi in gioco, si terrà il prossimo 26 luglio alle ore 21.00 a piazza Duomo a Fondi (LT), la partecipazione alla gara prevede una quota di iscrizione è di 20€.

L’intero ricavato verrà devoluto per l’acquisto della lava strumenti per la sala operatoria dell’ospedale San Giovanni di Dio di Fondi (LT).

Il vincitore avrà diritto ad un corso musicale e una registrazione di una cover.

Una manifestazione da non perdere!

di Enrico Duratorre