La Pro Loco di Formia operativa anche in tempo di Covid-19 con l'iniziativa #aFormiarestiamoacasa

La Pro Loco di Formia anche in tempo di Coronavirus, in un momento particolare e nuovo per la società globalizzata, in una situazione difficile da gestire, dove il senso di civiltà deve elevarsi in modo esponenziale alla pari di quello scientifico, non si ferma, e da due settimane è operativa tutti i giorni, sulla propria pagina facebook con l’iniziativa denominata “#aformiarestiamoacasa”

Sulla pagina di uno dei principali social network mondiali amici, esperti di vari settori postano le news dell’ultima ora, video didattici di bricolage, sport, musica, vivere sano, storia, archeologia, istruzione, sketch di teatro e tanto altro.

Inoltre numerose le associazioni di categoria che hanno deciso di utilizzare questo canale per informare al meglio il cittadino a fruire del servizio a domicilio.

Grande soddisfazione per il presidente della Pro Loco Renato Lombardi, che fiducioso in un lavoro di squadra, credendo fermamente che anche quando una partita non si vince bisogna recuperare il risultato e ribaltarlo in positivo e vincente, sottolinea: “non ci è data la possibilità di uscire di casa ed essere fisicamente presenti e cerchiamo di essere complementari, con le nostre risorse, con chi è in prima linea in questa guerra mai vissuta prima d’ora, rendendoci produttivi per un operare in sinergia, guardando positivo e cercando sin da ora di approntare quel planning programmatico che, finito, questo periodo ci vedrà ancora più operativi per un gran lavoro di ripresa”.

La Pro Loco di Formia, rendendosi disponibile a discutere intorno a un tavolo per meglio fare in seguito,  mette a disposizione la sua pagina facebook all’amministrazione comunale di Formia, a quelle limitrofe e agli altri singoli settori che vorranno comunicare qualcosa ai cittadini e dunque favorire l’intera comunità.

Formia, Garden Valerio dona fiori e piante al Comune di Formia.

L’amore per la città di Formia non conosce sosta, ostacolo, impedimento e i cittadini formiani stanno dando continua prova di generosità e altruismo è tornato a ribadire il sindaco di Formia Paola Villa, dopo che nei giorni scorsi Garden Valerio srl, applicando le indicazioni del decreto ministeriale, ha chiuso la propria attività e ha comunicato al Comune di Formia la volontà di donare piantine e fiori che altrimenti sarebbero andate al macero.

L’assessore all’ ambiente, Orlando Giovannone, sì è prontamente attivato e in concerto con l’Amministrazione si è deciso di destinare fiori e piante ai cimiteri del comune di Formia, per poter onorare la memoria dei defunti per dare continuità al lavoro di cura e attenzione per la città intrapreso da tempo.

Il primo cittadino formiano ha espresso gratitudine e riconoscenza infinita a Garden Valerio srl, che ha mostrato che una comunità è vincente, quando ognuno si mette a servizio della stessa in base alle proprie possibilità, seguendo le indicazioni, rispettando le regole e adoperandosi come possibile.

Gaeta, la Pozzi Ginori diventa Geberit

Da oggi la facciata d’ingresso dello stabilimento di ceramica di Lungomare Caboto sarà illuminato dalla scritta Geberit.

Il marchio va a sostituire quello che in questi anni era Pozzi Ginori, segnando l’evoluzione ufficiale del sito di Gaeta a polo nevralgico del network produttivo Geberit e centro di eccellenza per la ceramica del gruppo, e rappresentando una tappa fondamentale della strategia intrapresa dal gruppo Geberit di semplificazione dei marchi presenti nel portafoglio ceramico e di inclusione di tutta la sua offerta di prodotti sotto un solo marchio comune

Dall’acquisizione del gruppo Sanitec nel 2015, e quindi di Pozzi-Ginori, il gruppo Geberit, infatti,  ha messo in atto un importante programma di investimenti a lungo termine, 13 milioni di euro fino ad oggi, destinato al rafforzamento e al rinnovo dello stabilimento di Gaeta. Un progetto che ha permesso il rilancio del sito con una conseguente crescita della produzione e un graduale aumento del livello occupazionale a 360 dipendenti. Il sito è stato inoltre dotato di un centro di formazione d’eccellenza che offre l’esperienza e la conoscenza di Geberit nel settore idrosanitario, coinvolgendo oltre 1000 professionisti all’anno.

A rivolgere un grande augurio di un proficuo lavoro al Direttore Generale “Geberit Ceramica S.p.a.” Marco Schiavo, al management e a tutti i dipendenti ed operai dello stabilimento Geberit di Gaeta, il Sindaco Cosimo Mitrano, che a nome di tutti i cittadini gaetani si dice soddisfatto della nuova stagione di questa realtà produttiva.

Consapevole di come la città di Geata resterà sempre legata al marchio della Pozzi Ginori , avendo rappresentato molto, in tutti questi anni, in termini di occupazione e crescita dell’economia, il primo cittadino gaetano è entusiasta di vivere la nuova stagione di questa realtà produttiva ed occupazionale della città e guarda al futuro con rinnovata fiducia, convinto che lo stabilimento di Gaeta rappresenta il polo nevralgico del network produttivo del gruppo Geberit, centro di eccellenza per la ceramica e volano di crescita dell’economia di Gaeta e dell’intero comprensorio.

Gaeta, un percorso storico per ricordare i vetrai dell’area ex-Avir

Il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, dopo il dissequestro dell’area Ex-Avir e quindi il ritorno al suo legittimo proprietario, il Comune di Gaeta, intende organizzare un percorso tra la storia di Gaeta ricordando i vetrai. Nello specifico si tratta di una passeggiata nell’ ex-opificio dedicata principalmente a chi nella vetreria ha lavorato, vissuto e a tutti i loro parenti che oggi, finalmente, avranno la possibilità di visitare quel luogo rimasto interdetto per troppo tempo.

Un’occasione per far conoscere anche agli altri un luogo nel cuore di Gaeta, simbolo di una lontana epoca industriale, un’area che per cinquant’anni circa è finita nel totale oblio, ma che è rimasta sempre viva nel cuore e nel ricordo di ogni vetraio e dei loro familiari. Oggetto di un  percorso lungo, articolato e complesso con mille ostacoli , che ora, grazie anche alla serenità e alla fiducia di quanti ci hanno creduto, sarà possibile recuperare e riqualificare.

Pertanto, il sindaco di Gaeta invita i vetrai, i loro parenti e familiari, che vorranno partecipare al percorso dei ricordi, a contattare la sua segreteria e riuscire così ad organizzare una giornata per tornare con la mente e con il cuore a quei momenti in cui i vetrai lavoravano e vivevano all’interno del dismesso opificio, il quale una volta riqualificato preserverà il ricordo di quello spirito di congregazione e collegialità dell’antica società nata per portare sviluppo alla città di Gaeta.