A Formia la campagna della protezione civile 'Io non rischio'

Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese.

Il 12 e 13 ottobre volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” nelle principali piazze italiane, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

Il cuore dell’iniziativa – giunta quest’anno alla nona edizione – è il momento dell’incontro in piazza tra i volontari formati e la cittadinanza. In contemporanea con le altre città in tutta Italia, anche Formia partecipa alla campagna “Io non rischio”. Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per prepararsi ad affrontare un eventuale rischio terremoto, l’appuntamento è sabato 12 ottobre in Piazza Tommaso Testa dalle 9 alle 18 e domenica 13 in Piazza Aldo Moro dalle 9 alle 18. Oltre al punto informativo, quest’anno per la prima volta i volontari del Ver Sud Pontino invitano i formiani ad un appuntamento speciale, perché le piazze si arricchiranno di iniziative ed eventi: i volontari, infatti, accompagneranno la cittadinanza in un percorso legato alla conoscenza dei rischi specifici del territorio e a come prepararsi ad affrontarli.

Formia, Torre di Mola si colora di rosa

Formia aderisce alla campagna “Nastro rosa 2019”, il 18 ottobre l’appuntamento in piazza.

Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale di Formia ha aderito alla Campagna “Nastro Rosa 2019” promossa dall’Associazione LILT con l’illuminazione di rosa della Torre di Mola per tutto il mese di ottobre.

Il giorno venerdì 18 ottobre presso Piazza della Vittoria tutte le donne che vorranno usufruirne, saranno accolte e potranno gratuitamente ricevere una visita senologica e in caso di necessità approfondire la visita con un’ecografia. Le prenotazioni saranno aperte dalle ore 8:00 fino alle ore 15:00 e le visite inizieranno alle ore 9:00 per terminare alle ore 18:00.

"I Sardi a Itri" e il tentativo di riconciliazione dopo oltre un secolo

Si è tenuto sabato pomeriggio di sabato, ad Itri, in una sala consiliare molto gremita, l’atteso incontro “I Sardi a Itri”.

“Un momento di grande importanza storica – spiegano dal Comune – che il sindaco, Antonio Fargiorgio, nella sua introduzione ha definito epocale“.

Per la prima volta, infatti, un incontro sul tema ha visto la partecipazione delle istituzioni sarde, con la presenza di Franco Saba, sindaco di Ottana (il paese natìo di due dei tre morti accertati ufficialmente durante i fatti del 12/13 luglio 1911) e di Umberto Oppus, Direttore Generale dell’Assessorato degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica della Regione Sardegna.

Con l’evento di sabato è di fatto iniziato un percorso. Un percorso che vedrà un prossimo incontro in Sardegna e poi uno a Itri nel 2020.

“Chissà – si domandano in un post social sulla pagina del Comune – se dopo 109 anni dai fatti, il cerchio potrebbe davvero chiudersi e consentire, “voltare, senza dimenticarla, una triste pagina di storia”.

Il 10 ottobre torna a Fondi la festa di Sant'Onorato

Giovedì 10 Ottobre si svolgerà a Fondi la Festa patronale di Sant’Onorato. Nel centro cittadino e nelle strade attigue avrà luogo la tradizionale Fiera di merceologia mista, che richiama cittadini e abitanti delle città limitrofe per l’acquisto di ombrelli, abiti, biancheria e tessuti vari in vista della nuova stagione, ma anche di utensili, oggettistica e articoli per la casa.

Il programma delle celebrazioni religiose in onore del santo patrono prevede alle ore 18.00, presso la chiesa di San Pietro Apostolo, la solenne concelebrazione eucaristica presieduta da Padre Donato Ogliari, abate di Montecassino. Parteciperanno i sacerdoti, le autorità civili e militari di Fondi e associazioni cittadine.

A seguire muoverà la processione con il venerato Busto del Santo accompagnata dal Corpo bandistico “Città di Fondi” e in piazza Municipio si terrà l’omaggio floreale del Sindaco di Fondi al Santo patrono.