La Pro Loco di Formia operativa anche in tempo di Covid-19 con l'iniziativa #aFormiarestiamoacasa

La Pro Loco di Formia anche in tempo di Coronavirus, in un momento particolare e nuovo per la società globalizzata, in una situazione difficile da gestire, dove il senso di civiltà deve elevarsi in modo esponenziale alla pari di quello scientifico, non si ferma, e da due settimane è operativa tutti i giorni, sulla propria pagina facebook con l’iniziativa denominata “#aformiarestiamoacasa”

Sulla pagina di uno dei principali social network mondiali amici, esperti di vari settori postano le news dell’ultima ora, video didattici di bricolage, sport, musica, vivere sano, storia, archeologia, istruzione, sketch di teatro e tanto altro.

Inoltre numerose le associazioni di categoria che hanno deciso di utilizzare questo canale per informare al meglio il cittadino a fruire del servizio a domicilio.

Grande soddisfazione per il presidente della Pro Loco Renato Lombardi, che fiducioso in un lavoro di squadra, credendo fermamente che anche quando una partita non si vince bisogna recuperare il risultato e ribaltarlo in positivo e vincente, sottolinea: “non ci è data la possibilità di uscire di casa ed essere fisicamente presenti e cerchiamo di essere complementari, con le nostre risorse, con chi è in prima linea in questa guerra mai vissuta prima d’ora, rendendoci produttivi per un operare in sinergia, guardando positivo e cercando sin da ora di approntare quel planning programmatico che, finito, questo periodo ci vedrà ancora più operativi per un gran lavoro di ripresa”.

La Pro Loco di Formia, rendendosi disponibile a discutere intorno a un tavolo per meglio fare in seguito,  mette a disposizione la sua pagina facebook all’amministrazione comunale di Formia, a quelle limitrofe e agli altri singoli settori che vorranno comunicare qualcosa ai cittadini e dunque favorire l’intera comunità.

Favole al telefono, l'iniziativa del Teatro Bertolt Brecht di Formia

Come da decreti del governo fino al 3 aprile sono sospesi tutti gli spettacoli teatrali e musicali. Il Teatro Bertolt Brecht di Formia ha dovuto, quindi, annullare tutte le attività in programma e gli spettacoli previsti dal cartellone in abbonamento. 

Per fare compagnia ai più piccoli, e non solo, costretti a casa dall’emergenza sanitaria nasce l’idea “Pulcinella al telefono”, favole lunghe una telefonata per tutti i gusti. 

Ogni mattina dalle ore 11:00 alle ore 12:00 tre cantastorie del collettivo formiano sono a disposizione per trascorrere un quarto d’ora insieme tra favole e storie da raccontare.

Basta telefonare al numero 327 3587181, scegliere il giorno, l’orario, e se si vogliono ascoltare le storie di Pulcinella lette e fatte da Maurizio Stammati, le favole di Gianni Rodari lette da Stefania Nocca o di Leo Lionni da Chiara Di Macco. Il primo giorno di telefonate ha già riscosso un grande successo, il piccolo Samuele d 4 anni ha già fatto il disegno sulla favola ascoltata al telefono e due simpatiche signore si sono fatte grasse risate con Pulcinella.

“Pulcinella e le favole più belle per far scappare il Coronavirus. Ecco questo sappiamo fare e questo mettiamo a disposizione dei bambini. Un intervento che ha molto del teatro , il suo rapporto unico ed emozionale e nello stesso momento un legame unico e speciale. Pulcinella contro il virus ci aiuterà ad esorcizzare le paure e a scacciare la solitudine”, afferma Maurizio Stammati, direttore artistico del Teatro Bertolt Brecht. 

II domenica di Quaresima, Messa in diretta radio

Riascolta in podcast l’omelia celebrata da Don Carlo Lembo

L’8 marzo, II di Quaresima, alle ore 11.00 in diretta sulle frequenze di Radio Civita InBlu la Santa Messa. Siamo vicini a tutti coloro che in questo momento stanno vivendo le difficoltà legate al Covid-19 e non solo.

Link streaming diretto > https://bitl.ly/radiocivitainblu

La celebrazione sarà presieduta da Don Carlo Lembo, parroco della Chiesa della Madonna del Carmine e Santa Teresa d’Avila di Formia.

Orange economy nel golfo di Gaeta, Il convegno a Formia su impresa culturale e creativa

“Smart gulf zone. Riviera Mitica” è il titolo del progetto che coinvolge diversi comuni del Lazio sud per costituire un brand unico e attrarre capitali. Il progetto, presentato dalla società Ralian Research & Consultancy, è stato presentato in un importante convegno dedicato all’impresa culturale e creativa (la cosiddetta orange economy), promosso dalla stessa Ralian e dal Polo culturale Caieta svoltosi al comune di Formia.

Roberto Valentino, avvocato, esperto in diritto tributario, founder e senior expert nanager di Ralian Research & Consultancy srl, ha illustrato il progetto, già stato sottoposto all’attenzione di investitori internazionali i quali hanno mostrato interesse per la portata innovativa e per la qualità delle proposte. Un confronto tra enti, istituzioni e associazioni locali che hanno dialogato sul tema dell’impresa culturale e creativa, settore strategico per il rilancio dell’economia nel territorio.

Il convegno è stato moderato da Paola Colarullo e aperto dall’AD di Ralian Valentina di Milla che ha definito l’impresa culturale e creativa “resiliente”, generatrice di benessere e crescita sociale; a seguire Maurizio D’Amico, avvocato e membro dell’Executive Board di Femoza, ha illustrato esempi concreti di Zone Economiche Speciali “Culturali e Creative”, che attraverso agevolazioni fiscali, amministrative e infrastrutturali sono idonee a incentivare lo sviluppo dell’orange economy; mons. Jean Marie Gervais, prefetto coadiutore del Capitolo Vaticano e presidente dell’associazione Tota Pulchra ha concentrato il suo intervento sull’importanza del capitale umano, unico fattore a disposizione su cui investire.

Particolarmente significativi i contributi dei rappresentanti della Fondazione Collegio Europeo di Parma, Marco Baldassari e Fausto Capelli. Il primo è direttore scientifico del Collegio Europeo e si è soffermato sui temi dell’educazione, sussidiarietà e crescita intelligente, affermando che l’impresa culturale europea corrisponde al 3% del Pil. Invece, il professor Capelli, docente di diritto dell’Unione Europea, presso lo stesso Collegio e l’Università di Parma ha sottolineato i temi dell’etica e della legalità, pilastri della democrazia, l’unico sistema che abbatte le disuguaglianze e stimola lo sviluppo delle potenzialità umane.

I dirigenti della Regione Lazio, Andrea Fusco e Paolo Giuntarelli, rispettivamente dei settori Lavoro e Istruzione, hanno sottolineato l’impegno della Regione a sostegno dell’istruzione e della formazione, nonché sulla creatività, puntando l’accento sul turismo come settore trainante dell’impresa culturale. Giuntarelli, in particolare, ha mostrato vivo apprezzamento nei confronti del Polo culturale Caieta, rappresentato dalla sua fondatrice Milena Mannucci, definito dal Dirigente regionale esempio di imprenditoria “creativa”, completamente autofinanziato, volto alla riduzione delle disuguaglianze sociali.

Sul tema del turismo si è incentrato anche l’intervento di Carmen Bizzarri, docente di geografia e turismo inclusivo all’Università Europea di Roma, che ha acceso i riflettori sulla nuova frontiera dell’industria digitale, sui videogiochi, nuove forme di sviluppo economico. Simona Ricci, funzionario del Mibact si è soffermata sul valore economico del settore cinematografico e audiovisivo, volano di promozione turistica e oggetto di importanti agevolazioni fiscali.

A tal proposito, nutrita la presenza degli enti, delle istituzioni e delle parti sociali. Sono intervenuti con proposte e concreti contributi: il sindaco di Formia Paola Villa, l’assessore al turismo del comune di Formia Kristian Franzini, il sindaco di Ventotene Gerardo Santomauro, Paola Iotti e Marialuisa Simeone, rispettivamente assessore al turismo e consigliera alle pari opportunità del comune di Castelforte, Maurizio Granata, in rappresentanza del comune di Minturno e le seguenti associazioni: Ambiente Natura e Vita, Lazio Turismo, Confcommercio Lazio Sud, Il Muristan, Sinus Formianus, Museo del Fronte della Memoria, Cooperazione Internazionale Onlus, CajetaTemplar Tour.

Infine, al tavolo di lavoro sono giunti gli auguri e i saluti delle massime istituzioni europee: Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione europea, e David Sassoli, Presidente del Parlamento europeo.