Ospite a "La Campanella" la prima cittadina di Formia Paola Villa

Domani, come ogni venerdì, sulle frequenze di Radio Antenna Musica, Radio Civita inBlu e sui canali social di H24notizie.com va in onda la puntata numero 90 del format “La Campanella” condotto da Simone Nardone con la collaborazione di Francesco Carnevale e Lorenzo Nallo. 

Ospite della puntata che andrà in onda venerdì 24 gennaio il sindaco di Formia Paola Villa. Tanti i temi al centro dell’intervista registrata direttamente presso la sede del Comune, nella prima puntata del format che in questo modo diventa itinerante.

Domande politiche, amministrative e anche personali alla prima cittadina formiana nella consueta mezzora di intervista attorno alle materie scolastiche e fino al suono della campanella.

Per ascoltare la puntata, venerdì 24 gennaio sarà possibile sintonizzarsi sulle frequenze di Radio Antenna Musica (o in streaming) alle 19.00 o su quelle di Radio Civita inBlu (o in streaming) alle 19.30. Inoltre il video della puntata numero 90 verrà diffuso sulla Pagina Facebook de “La Campanella” e su quella di H24notizie.com.

Per rivedere tutte le puntate del format, anche quelle delle passate stagioni, è possibile visitare la pagina web: lacampanellaram.blogspot.com.

Formia, al Liceo Classico Vitruvio Pollione l’archeologo Luigi Crimaco per la VI edizione di “Notte Nazionale del Liceo Classico”

Anche quest’anno il Liceo Classico Vitruvio Pollione di Formia, in contemporanea con altri 435 licei classici italiani,  dalle 18:00 alle 24:00, apre le porte alla cittadinanza e gli studenti si esibiscono in svariate performances: maratone di letture di poeti antichi e moderni; drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera; esposizioni di arti plastiche e visive; concerti ed attività musicali e coreutiche; presentazioni di libri e incontri con gli autori; cortometraggi e cineforum; esperimenti scientifici; degustazioni a tema e ispirate al mondo antico … e molto altro ancora, lasciato alla libera inventiva e creatività dei giovani guidati dai loro docenti.

Al Liceo Classico di Formia, venerdì 17 gennaio alle ore 22:00, ospite d’onore di questa VI edizione Luigi Crimaco, archeologo e direttore dei Musei Civici di Mondragone e di Piedimonte Matese, che presenterà il suo libro “Sinuessa l’Eredità di Cesare” edito Homo Scrivens, romanzo già presentato in diverse città tra cui Matera, capitale Europea della Cultura 2019, a Gaeta al Museo Diocesano e a Sperlonga presso l’Auditorium Comunale.

L’archeologo, moderato dalla professoressa Marcella Garau, farà conoscere le appassionanti vicende, ricche di mistero e colpi di scena che il protagonista del racconto, il duoviro Lucio Papio Pollio, ha vissuto nelle diverse località del grande Impero di Roma antica tra cui Sinuessa, Minturnae, Formiae e Cajeta.

Le parole s’intrecceranno alla musica grazie all’accompagnamento musicale del flautista Giulio Mariani e del percussionista Gerardo De Lisa, che eseguiranno musiche originali evocanti sonorità antiche, e alla voce recitante della dottoressa Anna D’Acunto, la quale leggerà alcuni passi del libro.

L’autore con questo romanzo ha voluto dimostrare che i luoghi di Lucio e la sua Villa sono luoghi storici ancora esistenti e riportati alla luce dopo accurate indagini archeologiche e che con la scrittura si riesce a raccontare la bellezza della scoperta che in genere è propria dell’archeologo.

A Formia torna la Tenda della Pace

Ritorna la tenda della pace, il tradizionale appuntamento della parrocchia dei Santi Lorenzo e Giovanni Battista, quest’anno dedicato alla cura del creato.  Saranno 7 giorni intensi che la parrocchia vivrà in comunione con tutte le parrocchie della città di Formia. Si parte domenica 26 gennaio con la celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo S.E. Mons. Luigi Vari e dal vescovo di Rieti, S.E. Mons. Domenico Pompili che al termine della messa terrà un incontro sul “Creato nella parola”.

Lunedì 27 gli adulti rifletteranno sul tema dell’acqua, mercoledì 29 i giovanissimi sul tema dell’ecologia e venerdì 31 i giovani sul tema dei cambiamenti climatici. Giovedì 30 invece è prevista una veglia missionaria cittadina in collaborazione con l’ufficio missionario diocesano. Sabato 1 febbraio la giornata sarà particolarmente ricca di appuntamenti.

Si partirà alle 10 con una passeggiata in armonia con il creato organizzata dagli scout per tutti i giovani della città, per continuare alle 16 con una manifestazione per tutti i ragazzi della città in Largo Paone. Alle 19 invece sarà il momento della Tavola Rotonda alla quale prenderanno parte ing. Orlando Giovannone, assessore all’ambiente del Comune di Formia, dott.ssa Cassetta, Presidente del Parco della Riviera di Ulisse e dott. Boccacci del Circolo Laudato Si. Domenica 1 febbraio la manifestazione si concluderà con la messa delle 10 e la presa dell’impegno. 

Per l’iniziativa è stato indetto un concorso fotografico “I colori del creato” aperto a tutti.

Per maggiori informazioni consultare il materiale pubblicitario o la pagina Fb della Parrocchia dei Santi Lorenzo e Giovanni Battista.

A Formia la prima nazionale del nuovo spettacolo del Teatro Bertolt Brecht

Domenica 5 gennaio la prima nazionale a Formia della nuova produzione di teatro di figura dedicata ai ragazzi firmata Teatro Bertolt Brecht.

Alle ore 17:00 nella Sala Iqbal Masih per la stagione Famiglie a teatro promossa dal collettivo formiano, all’interno del progetto Officine culturali della Regione Lazio e del riconoscimento del Mibact, in scena “La rivolta dei giocattoli – Le avventure del signor Scarrafoni e la Befana” liberamente ispirato a La Freccia Azzurra di Gianni Rodari. Lo spettacolo chiude anche la rassegna “Natale in musica” promossa in collaborazione con il Comune di Formia.

Un omaggio doveroso ad un maestro nel centenario della sua nascita. Prendendo spunto da uno dei suoi testi più famosi e dall’omonimo film di animazione, il riadattamento del Teatro Bertolt Brecht realizza uno spettacolo corale dove i giocattoli la fanno da padrone. La loro rivolta alla possibilità di essere venduti dal truffaldino Signor Scarrafoni a danno della povera befana richiama, oggi più che mai, una critica al consumismo sfrenato ed alla necessità di una gratuità che è solidarietà, temi tutti cari a Rodari.

L’adattamento è di Dilva Foddai, in scena nei panni della befana, la regia di Maurizio Stammati, il signor Scarrafoni, in scena con Pompeo Perrone, il capotreno, Chiara Di Macco, la bambina, Chiara Ruggeri, Spicciola, Guido Falco e Antonio Pernarella, i soldatini. Le scenografie sono di Marco Mastantuono, oggetti e decorazioni di Marilisa D’Angiò, il disegno luci di Antonio Palmiero.

Uno spettacolo per tutta la famiglia tra pacchi regalo magici, giocattoli meravigliosi e divertimento assicurato.
Prenotazioni al 327 3587181