Sacra rappresentazione della Passione di Gesù a Gaeta

Sabato 13 Aprile dalle ore 19:45 sarà possibile attraverso la sacralità della rappresentazione vivere “La Passione di Cristo”, messa in scena dall’Associazione culturale Antares Gaeta e con la preziosa collaborazione dell’Associazione Sogni e Spade. Sotto la regia di Nicola Di Tucci, gli attori ripropongono per le festività pasquali i momenti salienti del calvario di Cristo, davanti ad una folta platea nella suggestiva cornice degli Spaltoni di Monte Orlando.

“Il Sacro Triduo pasquale della Passione e Risurrezione del Signore – dichiara il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano – è sicuramente uno dei momenti più forti e spiritualmente più coinvolgenti della religiosità cristiana. Come avviene ogni anno, per la Sacra Rappresentazione si prevede intensa la partecipazione della citta­dinanza e di turisti che vengono a Gaeta per assistere ad un evento mistico e suggestivo nell’ambito della Settimana Santa e per rivivere la passione, la morte e quindi la resurre­zione di Gesù Cristo. La drammatizzazione degli ultimi momenti della vita di Gesù è la traduzione con gesti e parole dell’esigenza dell’uomo di entrare in comunione con Dio. Attraverso un incantevole scenario naturale, sarà rinnovato l’evento della “Passione di Cristo” in forma di antico teatro popolare che vede la partecipazione attiva e concreta di attori e volontari che interpretano i loro ruoli allo scopo di conservare, perpetuare e attivare questa tradizione che appartiene alle radici della città, essendo ormai giunta alla 42esima edizione. In particolare, il luogo della rappresentazione è un vasto spazio aperto, alle pendici di Monte Orlando dove, con estrema professionalità e semplicità, viene allestito un fram­mento dell’antica Gerusalemme: il Sinedrio, il Pretorio di Pilato, l’orto degli Ulivi, il Cenacolo, il Monte Calvario. Sarà un momento di intensa meditazione e riflessione su un evento che ha cambiato la storia dell’umanità”.

Il comune di Gaeta scende in campo a tutela del mare

Settimana Blu: il Comune di Gaeta il Comando Regionale della direzione marittima del Lazio e la Capitaneria di Porto di Gaeta insieme per promuovere la cultura della tutela ambientale e del mare. Una settimana che vede coinvolte non solo le Istituzioni, ma anche il mondo imprenditoriale e quello scolastico. “Obiettivo – spiega il Sindaco Cosmo Mitrano – creare in tutti noi una maggior consapevolezza ambientale sollecitando attraverso le iniziative in programma la partecipazione dei più giovani coinvolgendoli in modo diretto, affinché possano diventare protagonisti nel processo di tutela dell’ambiente marino che li circonda”.

Fino al prossimo 13 aprile, il Blu illuminerà i luoghi simbolo della Città di Gaeta: il Palazzo Municipale, la Fontana artistica di S. Francesco. Il Blu è anche il colore che illumina via Marina di Serapo e gli stabilimenti balneari. Tra gli eventi in programma, mercoledì 10, in occasione della “giornata del mare” istituita con l’approvazione del nuovo Codice della Nautica da Diporto, alle ore 9 presso la Base Nautica “Flavio Gioia” si svolgerà un’operazione di raccolta delle micro-plastiche presenti sui fondali. Tale giornata verrà arricchita dalla partecipazione degli studenti dell’Istituto Comprensivo “G. Carducci” e dell’Istituto Tecnico Nautico  “G. Caboto” che illustreranno i propri approfondimenti di studi sui progetti legati alla sensibilizzazione ambientale.

“Un’iniziativa – sottolinea l’Assessore alla raccolta differenziata Pasquale De Simone – finalizzata a stimolare soprattutto gli studenti affinché diventino cittadini attivi e consapevoli del mare e tutori della conservazione e valorizzazione di un bene vitale del pianeta, nonché diffusori di una cultura di cui, storicamente, proprio il mare è portatore. In questo senso, come Amministrazione, intendiamo dare un forte segnale finalizzato alla tutela del mare”.

“Siamo certi  – aggiunge l’Assessore all’Ambiente Teodolinda Morini – che la settimana blu vedrà la partecipazione attenta e proficua dei nostri ragazzi. Loro sono il nostro futuro e a loro dobbiamo trasmettere il valore della tutela dell’ambiente e del mare”.

Gaeta s'illumina di blu per la "Giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo"

Il Palazzo Comunale e la “Fontana di San Francesco” si illumineranno di blu in occasione della Giornata Mondiale per la consapevolezza dell’Autismo in programma oggi 2 aprile. L’Amministrazione Comunale di Gaeta  in collaborazione con l’Associazione LiberAutismo, anche quest’anno aderisce alla campagna internazionale di sensibilizzazione ed informazione sull’autismo. “Intendiamo così dare il nostro contributo al raggiungimento dell’obiettivo della Giornata Mondiale – commenta il Sindaco Mitrano – sensibilizzando l’opinione pubblica, sostenendo la ricerca ed abbattendo il muro dell’indifferenza di cui purtroppo ancora oggi sono vittime le persone autistiche e i loro familiari”.

L’autismo è una sindrome comportamentale causata da un disordine dello sviluppo, biologicamente determinato, con esordio nei primi tre anni di vita. Le aree prevalentemente interessate da un alterato sviluppo sono quelle relative alla comunicazione sociale, alla interazione sociale reciproca e al gioco funzionale e simbolico, per cui si può fare molto, se si parte dall’infanzia con mirati interventi di educazione speciale attuati durante il percorso di crescita. Una sfida complessa e difficile, ma il grado di civiltà di una società si misura anche dalla sua capacità di investire e di mobilitarsi a favore dei più deboli e dei più svantaggiati.

“Il Comune di Gaeta – spiega il Presidente della Commissione Sanità Gianna Conte – aderisce al Light it up blue, accendi una luce blu, il nome della campagna internazionale di sensibilizzazione in tutto il mondo. Un’iniziativa promossa all’Associazione LiberAutismo e prontamente condivisa dall’Amministrazione Comunale di Gaeta. Il Palazzo Comunale e la Fontana di San Francesco di Gaeta quindi si illumineranno di blu, il colore simbolo della giornata, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul disturbo dello spettro autistico. La Giornata Mondiale dell’Autismo voluta dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, serve soprattutto ad informare la collettività e attraverso la conoscenza a favorirne una migliore accoglienza”.

"Ranavuottoli" al Teatro Ariston di Gaeta

Il 2 aprile alle ore 21:00 al Teatro Ariston di Gaeta il consueto appuntamento fuori abbonamento che unisce la stagione teatrale “Senza Sipario” promossa dal Teatro Bertolt Brecht di Formia all’interno del progetto “Officine culturali” della Regione Lazio, del riconoscimento del Mibac in collaborazione con l’ATCL (Associazione teatrale fra i comuni del Lazio), alla stagione del Teatro Ariston. 

In scena lo spettacolo “Ranavuottoli (Le sorellastre)” prodotto dal Teatro Bellini di Napoli per la drammaturgia di Roberto Russo e Biagio Musella, la regia Lello Serao e con Nunzia Schiano, Biagio Musella, Pino L’Abbate.

Come appare il mondo visto dalla parte dello specchio? E come appare visto dal basso verso l’alto? Certamente la visuale sarà distorta o, quanto meno differente da quella ordinaria. Ranavuottoli, partendo da questa riflessione, decide di capovolgere la celebre fiaba Cenerentola, leggendola non più dalla parte della “vincente” Cinderella ma da quella delle due sconfitte: le Sorellastre.

Nella fiaba, l’allampanata Anastasia e la tarchiata Genoveffa sono la quintessenza di una cattiveria che è pari soltanto alla loro bruttezza: sono brutte dentro e brutte fuori. Ma Roberto Russo e Biagio Musella ci insinuano il dubbio che la causa della loro sgradevolezza non sia meramente cromosomica, ma che sia conseguenza di un brutto vissuto, esibito come forma di protesta nei confronti di un mondo che ci pretende belli e vincenti. Con un registro squisitamente comico, Ranavuottoli si addentra nei meandri della psiche delle sorellastre, scandagliando il loro vissuto e le possibili ragioni del loro “mal di vivere” con ironia e leggerezza, utilizzando un linguaggio originalissimo che è una sorta di helzapoppin, una miscellanea in cui il registro fiabesco si fonde con quello comico grottesco.

Info, prenotazioni e prevendita

0771 460214