Il Parco Ausoni presente alla Settimana Europea dei Parchi

L’Ente , nel decennale della sua costituzione, sarà presente alla Settimana Europea dei Parchi – festa delle Aree Protette del Lazio.

Quest’anno le celebrazioni si terranno sabato 18 e domenica 19 maggio 2019 presso la sede della Riserva Naturale Tevere Farfa – Via Tiberina Km. 28,100 – località Meana nel comune di Nazzano, Roma nell’anniversario 1979-2019 dei 40 anni della Riserva.

Durante la manifestazione si potranno godere di visite guidate, concerti, osservazioni naturalistiche e stand. Sarà possibile usufruire gratuitamente delle gite in battello, canoa e kayak. Presenti stand gastronomici. Per ulteriori informazioni: 0765-332795.

Crediamo fortemente che il coinvolgimento sociale nella vita e nella gestione delle aree protette e dei loro territori sia non solo motore di importanti esperienze di integrazione e di socialità, ma anche una preziosa opportunità di sviluppo sostenibile per i territori. Sono decine gli appuntamenti previsti in tutti i Parchi della regione, per poi festeggiare tutti insieme il 18 e 19 maggio presso la Riserva Naturale Regionale Nazzano Tevere-Farfa”, a dichiararlo l’assessore Agricoltura, Ambiente, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali, Enrica Onorati.

Il programma nel Lazio è organizzato dall’assessorato Agricoltura, Ambiente, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali della Regione Lazio, dalla Direzione Capitale Naturale, Parchi e Aree Protette, il Sistema delle Aree naturali protette regionali, dai Parchi regionali e dalla rete di associazioni che collaborano con loro sul territorio. Gli eventi saranno tutti plastic free.

La Regione Lazio è stata una delle prime regioni italiane ad operare in materia di aree naturali protette approvando, nel 1977, la Legge Regionale n. 46 del 28 novembre 1977 dal titolo “Costituzione di un sistema di parchi regionali e delle riserve naturali”. Successivamente, con la Legge Regionale n. 29 del 6 ottobre 1997 “Norme in materia di aree naturali protette regionali”, si è dotata di un nuovo strumento normativo, allo scopo di recepire i contenuti della Legge Quadro n. 394 del 6 dicembre 1991 sulle aree protette e di garantire e promuovere, in maniera unitaria e in forma coordinata con lo Stato e gli enti locali, la conservazione e la valorizzazione del proprio patrimonio naturale.

La variabilità geografica del Lazio corrisponde a un grande patrimonio di biodiversità, sia in termini di habitat che di specie di flora e di fauna, e gran parte di questi valori naturali e paesaggistici sono oggi tutelati nel sistema delle aree naturali protette, nonché dalla Rete Natura 2000 che comprende Zone di Protezione Speciale (ZPS) e Siti di Importanza Comunitaria (SIC), interessando circa un quarto della superficie del Lazio.

Al santuario del Divino Amore di Roma il convegno regionale del laicato 2019

Sabato 11 maggio dalle ore 15.00 presso il santuario del Divino Amore a Roma (Via del Santuario 10) si terrà il primo esercizio di sinodalità sul tema “Camminare insieme”, a cura della commissione per il laicato della Conferenza Episcopale del Lazio.

Oltre ai componenti della Commissione, sono invitati a partecipare le consulte diocesane delle aggregazioni, i laici dei consigli pastorali diocesani, i laici responsabili e aderenti alle singole aggregazioni laicali, i laici che frequentano le parrocchie e tutti quanti lo desiderano.

Ogni diocesi e aggregazione laicale della regione presenterà attraverso uno stand le proprie iniziative che promuovono in modo bello e significativo l’esperienza della sinodalità. Gli stand saranno allestiti per tutta la durata dell’incontro e potranno essere visitati liberamente nei momenti di pausa e dell’accoglienza, che inizierà alle ore 15.

Alle 16 prenderà il via il dialogo della Commissione con i tre relatori dell’evento: Margherita Anselmi, esperta collaboratrice del segretario speciale del Sinodo giovani 2018; monsignor Dario Vitali, docente ordinario di Ecclesiologia presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma; monsignor Luigi Vari, Arcivescovo di Gaeta e membro della commissione “Laicato” della Cei e presidente della commissione “Laicato” della Cel.

Alle 18 inizieranno i laboratori con gli “esercizi”, guidati dai componenti della commissione, in cui i partecipanti potranno condividere le proprie esperienze e, a partire dalle indicazioni emerse dal dialogo e dalle esperienze veicolate tramite gli stand, potranno individuare strade e risorse da rilanciare negli ambienti di provenienza.

L’intento è quello di uscire dall’evento con la consapevolezza di aver sperimentato l’ascolto e incontrato la “parresia”; col desiderio di vivere in modo più significativo e concreto il valore della corresponsabilità laicale nel vissuto ecclesiale ordinario.

Prima dell’inizio dei lavori, per chi vorrà, ci sarà la possibilità di una visita guidata al santuario alle ore 11.30 e il pranzo alle ore 12.30.

Per informazioni e iscrizioni ci si può rivolgere ai responsabili delle diocesi o delle aggregazioni laicali, oppure alla segreteria all’indirizzo email cellaicato@gmail.com o 3478338228.

Festa del lavoro con Ambrogio Sparagna al Parco della musica di Roma

Si canta Maggio è un progetto di Ambrogio Sparagna e Fondazione musica per Roma per OPI Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni e la straordinaria partecipazione di Mimmo Locasciulli.

“Vola lu cardillo”, in programma il 5 maggio alle ore 18:00 nella sala Sinopoli, è uno spettacolo originale dedicato all’Abruzzo, a 10 anni dal terremoto che ha colpito l’Aquila e la sua regione. Al centro i canti di lavoro, le ballate e le serenate tipiche degli Abruzzi, un’area culturale ampia e ricca di grandi tradizioni musicali e di danza che nel tempo ha dato vita ad un repertorio assai variegato.


In questa regione, segnata da una forte presenza di cultura agro pastorale, sono tuttora in funzione una serie di componimenti utilizzati per ritmare il lavoro (soprattutto collettivo), così come sono ancora largamente diffusi anche una serie di canti narrativi dedicati ai grandi “eroi” popolari della tradizione italiana.
 
In “Vola lu Cardillo” le storie sono raccontate anche da musicisti popolari abruzzesi e dalla straordinaria interpretazione di Mimmo Locasciulli, uno delle voci più originali del panorama musicale italiano. Per la prima volta sul palco dell’Auditorium parco della Musica anche un’altra figura mitica dello spettacolo in Abruzzo: ‘Nduccio. Istrionico artista che fa della sua comicità contadina e del suo repertorio campagnolo, un modo originale per ridere del mondo che ci circonda. Nduccio sarà ospite dell’Orchestra e non mancherà di sorprendere con le sue storie e le sue canzoni irriverenti.
info su accrediti, riduzioni e prenotazioni _ press@finisterre.it 

"VIVIAMOCI" in scena al Teatro IF di Roma

CULTURA: Torna in scena il prossimo 29 marzo, sulle tavole del palcoscenico del Teatro IF di Roma “VIVIAMOCI” lo spettacolo di e con Giorgia Mazzuccato, “A volte ritornano – spiega la Mazzuccato – Ed a volte è ancora più bello. ‘VIVIAMOCI’ Il mio monologo più ‘mio’ torna nella Capitale”.

Miglior Spettacolo Teatro L’Avogaria di Giovanni Poli nel 2015, Vincitore Roma Fringe Festival nel 2016, Miglior Artista Internazionale San Diego International Fringe Festival nel 2017, è stato definito da Dario Fo “un testo ontologico, che stimola la riflessione; affronta temi profondi dell’esistenza (la vita, la morte e la perdita), con maturità, sensibilità e delicata ironia. “Viviamoci” è un inno alla gioia dirompente, folle del vivere”.

“Viviamoci è un viaggio suggestivo e delicato che mescola Fantasia e Realtà, un affresco umanissimo e sincero di tre vite apparentemente distanti ma in realtà in forte connessione, così come lo sono le parole della nostra lingua”. (Guffetto Mag) “Perché ‘Viviamoci’ è un viaggio tra le decine di sfumature del blu, un’immersione nella vita che inzuppa i vestiti, bagna la bocca di acqua dolce e salata, impregna le ossa di stupore e sorpresa.
Giorgia Mazzuccato si avventura subito oltre lo specchio, varca la soglia tra il reale e fantastico, l’uscio che la separa da un mondo che è un brodo primordiale di vita e meraviglia”. (Shakemovies)

“VIVIAMOCI” andrà in scena il prossimo 29 marzo alle ore 21.00 al Teatro IF di Roma, per info e prenotazioni io@giorgiamazzucato.it

di Enrico Duratorre