Grande successo per il Presepe Vivente di Sperlonga

Domenica 5 gennaio nella parrocchia di Santa Maria Assunta in Cielo a Sperlonga, in una chiesa gremita di spettatori, è andata in scena la rappresentazione del Presepe Vivente. Dopo l’esperienza dell’anno precedente, la comunità parrocchiale si è nuovamente ritrovata a vivere il miracolo della Natività e, sullo spunto del primo presepe di Greccio, si è lasciata guidare, attraverso le varie ambientazioni della rappresentazione, dalle voci narranti nei panni di San Francesco, dei suoi confratelli e di Santa Chiara.

Diversamente dallo scorso anno, il progetto ha visto l’interazione tra figuranti adulti, alcuni papà e altri giovani della comunità, e i bambini delle classi di catechismo, anche quest’ultimi chiamati a recitare piccole parti. La rappresentazione è stata arricchita dall’accompagnamento musicale e canoro della corale della parrocchia, affiancata, in alcune canzoni, dalla presenza di giovani cantanti, nonché musicisti della nostra comunità.

La fase preparatoria del presepe ha visto la fattiva collaborazione di un gruppo eterogeneo di persone che, armonizzando i propri talenti, uniti da un fine condiviso, ha contribuito al buon esito dell’ evento. In questo clima di unione, testimoniando, con semplicità ed immediatezza, quel messaggio di amore insito nel presepe, idealmente, come recita il titolo della rappresentazione, la comunità si è messa “in viaggio per adorare colui che è nato”, attualizzando quel cammino di speranza e di salvezza che viene a noi dal Natale di Gesù, Figlio di Dio, fatto uomo per noi.

Le catechiste di Sperlonga

Giovedì gratis al Museo: iniziativa del Polo Museale del Lazio

Nell’ambito della campagna di comunicazione per le nuove giornate gratuite dei musei, il Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli intende dedicare in tutti i musei e luoghi della cultura in consegna le giornate del giovedì nei mesi di novembre e dicembre. Otto giornate ad ingresso gratuito secondo il seguente calendario: giovedì 7, 14, 21 e 28 novembre 2019; giovedì 5, 12, 19, 26 dicembre 2019.

Nel Lazio sud sarà possibile visitare gratuitamente il museo archeologico di Formia, il museo e l’area archeologica di Sperlonga e il comprensorio archeologico di Minturnae. L’iniziativa coinvolge l’intero territorio nazionale e l’adesione varia a seconda dei musei.

Da ricordare, inoltre, la possibilità di ingresso gratuito la prima domenica del mese, da ottobre a marzo. Per info su tutti i musei che hanno aderito e le giornate straordinarie d’apertura gratuita visitare il sito iovadoalmuseo.it.

A Minturno, Gaeta e Sperlonga la 1^ tappa del “TOUR DEPURATORI” di Acqualatina.

Si è svolta giovedì 17 ottobre 2019, presso i depuratori di Minturno, Gaeta e Sperlonga la 1^ tappa del “Tour depuratori” , un viaggio all’interno dei principali impianti di depurazione, organizzato da Acqualatina e rivolto a Istituzioni, giornalisti e stakeholders per scoprirne i funzionamenti e le tecnologie, per entrare nel vivo del processo che trasforma le acque reflue fognarie in acque limpide e pure da reimmettere in natura.

A dare il benvenuto l’Amministratore Delegato della società, Marco Lombardi, il quale ha spiegato che la qualità delle acque depurate è un passaggio fondamentale del sistema idrico integrato e una garanzia di tutela ambientale. Per questo vengono effettuate annualmente  analisi su circa 30mila parametri sia tramite i loro  laboratori certificati che tramite quelli dell’ARPA, garantendo così la purezza delle acque e contribuendo fattivamente all’assegnazione delle uniche Bandiere Blu di tutto il litorale laziale.

Accanto all’Amministratore delegato il Consigliere di Acqualatina Alessandro Cerilli, che,  facendosi portavoce del Presidente della Spa, Lauriola, ha spiegato come sia l’incontro di ieri che quelli in advenire rientrano in un’ottica di trasparenza con la volontà di rendere maggiormente pubblico l’operato quotidiano della società.

Per il Comune di Minturno era presente il Sindaco Gerardo Stefanelli , soddisfatto dell’iniziativa in quanto questo tipo di iniziative volte alla trasparenza  il migliore antidoto alla disinformazione e ai timori più vari. Il Primo Cittadino minturnese si è detto orgoglioso dell’efficienza del depuratore di Minturno.

In rappresentanza del Comune di Gaeta l’assessore all’ambiente Felice D’Argenzio, che ha sottolineato quanto la depurazione è un tema molto delicato e sentito, specialmente nel nostro territorio, votato al turismo e che è necessario  andare oltre e sviluppare insieme dei sistemi per il riutilizzo delle acque depurate, progetto per il quale Gaeta si propone come Comune pilota.

Ad esprimere soddisfazione anche l’Assessore alla tutela del territorio di Sperlonga, Stefano D’Arcangelo per il quale ora bisogna pensare ai prossimi passi verso un percorso di economia circolare.

Presente a questa prima tappa anche Legambiente Circolo Verde Azzurro Sud Pontino con il presidente Edoardo Zonfrillo che, in passato, nel corso di un incontro casuale sul traghetto per Ventotene, avvenuto in occasione dell’arrivo della Goletta Verde, ha chiesto ad Acqualatina di farsi promotrice di un Open Day dei depuratori come da tempo istituito dalla Sogin per il decommissioning delle centrali nucleari.

Nelle prossime settimane i tour proseguiranno nel resto del territorio dell’ATO4 – Lazio meridionale.

Fulmine colpisce in pieno Torre Truglia a Sperlonga

Ieri giornata da allerta meteo, fortunatamente non sembrano esserci particolari conseguenze in zona, a seguito delle bombe d’acqua, soprattutto della serata di ieri.

Ma proprio in serata, quando i temporali sono stati un più intensi, a fare paura sono state soprattutto le scariche elettriche dei fulmini.

La più inquietante, immortalata con foto e video da Damiano Barboni e che sta facendo anche il giro del web, è stata registrata a Sperlonga, dove un fulmine ha colpito la famosa e storica Torre Truglia spegnendola nel buio della notte.

Stamattina la conta dei danni, meno ingente del previsto ma che fa capire la potenza della scarica elettrica: prese elettriche saltate o rese non funzionanti. Mentre il fulmine ha impattato sul terrazzo superiore, scaricando sul cornicione e rompendolo.