Bis di Ackermann sotto la pioggia. Tempi di arrivo presi al primo passaggio sulla linea di arrivo di Terracina. Roglic ancora un giorno in Rosa.

SPORT: Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe) ha conquistato la sua seconda vittoria al Giro d’Italia in una frazione caratterizzata dalla pioggia partita¬†da Frascati, con il via dato dal Primo Ministro italiano Giuseppe Conte, e conclusasi in volata a Terracina. Il giovane tedesco ha battuto Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) e Arnaud D√©mare (Groupama-FDJ).

‚ÄúOggi √® stato uno di quei giorni in cui mi chiedo perch√© ho deciso di andare in biciletta. Pioveva e faceva freddo, dovevamo cambiarci ogni¬†30 minuti – ha dichiarato il vincitore di tappa¬†Pascal Ackermann – Il mio obiettivo per questo mio primo Giro √® sempre stato arrivare a Verona. Sono in buona forma e ci sono ancora tappe per velocisti, senza contare i traguardi¬†intermedi: cercher√≤ di portare fino alla fine¬†la Maglia Ciclamino‚ÄĚ.

Nessuna variazione nelle prime posizioni della classifica generale con Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) ancora in Maglia Rosa, poichè a causa delle condizioni meteo la Direzione di Corsa, in accordo con la Giuria, ha deciso di prendere i tempi di arrivo della quinta tappa al primo passaggio sulla linea di arrivo di Terracina, mentre i punti e gli abbuoni, sono stati assegnati alla fine della tappa.

‚ÄúPrendere i tempi al primo passaggio sul traguardo √® stata una decisione giusta – ha dichiarato la Maglia Rosa Primoz Roglic in conferenza stampa – Cerchiamo sempre di tenerci al sicuro,¬†abbiamo visto ieri quali possono essere le conseguenze di una caduta. L’abbandono di Tom Dumoulin non cambia molto per me. L’unica cosa importante √® che il nostro team rimanga concentrato e fare il nostro lavoro nel miglior modo possibile. Domani potrei perdere la Maglia Rosa, sembra una tappa adatta¬†alle fughe‚ÄĚ.

 

Ackermann si impone sotto la pioggia nella Frascati - Terracina. Roglic ancora in maglia rosa

SPORT: Il campione nazionale tedesco¬†Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)¬†ha vinto la quinta tappa del centoduesimo Giro d’Italia,¬†da¬†Frascati a Terracina di 140 km.

Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Fernando Gaviria Rendon (UAE Team Emirates) e Arnaud Demare (Groupama – FDJ), Primoz Roglic (Team Jumbo – Visma) indossa la Maglia Rosa di leader della classifica generale.

¬†“Oggi ho dovuto fare¬†un doppio sprint. Ai 250 metri dal traguardo ho dovuto frenare ma per fortuna Gaviria, che partiva in quel momento, ha finito per tirarmi la volata – ha commentato Pascal Ackermann, subito dopo l’arrivo –Sentivo di avere tanta potenza nelle gambe. √ą stata una tappa difficile,¬†tutto il giorno sotto la pioggia. Sono contento di vestire la¬†Maglia Ciclamino e spero di continuare a vincere in questi colori“.

Date le condizioni meteo la Direzione di Corsa, in accordo con la Giuria, ha deciso di prendere i tempi di arrivo della quinta tappa al primo passaggio sulla linea di arrivo di Terracina, punti ed abbuoni, invece, assegnati alla fine della tappa.

RISULTATO FINALE
1 – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)¬†– 140¬†km¬†in 3h15‚Äô44‚ÄĚ,¬†media 40,095 km/h
2 –¬†Fernando Gaviria Rendon (UAE Team Emirates) s.t.
3 –¬†Arnaud Demare (Groupama – FDJ)¬†s.t.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da EnelPrimoz Roglic (Team Jumbo – Visma)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da SegafredoPascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca MediolanumGiulio Ciccone (Trek – Segafredo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da EurospinMiguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

CLASSIFICA GENERALE
1 – Primoz Roglic (Team Jumbo – Visma)
2 – Simon Yates (Mitchelton – Scott) a 35″
3 – Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida)¬†a¬†39″

Giro d'Italia, Radio Civita InBlu a Terracina

Radio Civita InBlu insieme a Enrico Duratorre – photography sar√† in diretta da Terracina per vivere l’attesa dell’arrivo della carovana del Giro D’Italia.¬†

E’ partita sabato 11 maggio da Bologna l’edizione numero 102 del Giro d‚ÄôItalia. Una tra le pi√Ļ prestigiose corse di ciclismo che l’Unione Ciclistica Internazionale ha inserito nei suoi eventi pi√Ļ importanti e che, anno dopo anno, coinvolge sempre pi√Ļ persone, team e appassionati.

Mercoledì 15 maggio Radio Civita InBlu seguirà in diretta dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 15 la quinta tappa, la Frascati-Terracina, che partirà intorno alle 13.55.

Un percorso di 140 chilometri con due particolarità: un’unica salita di tappa prevista a Sezze con un circuito lungo 9.2 chilometri; alla fine del percorso, invece, un rettilineo finale lungo 1500 metri dove, con molta probabilità, si assisterà ad una spettacolare volata verso Terracina.

Gli organizzatori della Corsa Rosa ritornano a Terracina dopo 19 anni quando, era il maggio del 2000, vollero omaggiare il Giubileo partendo da piazza San Pietro a Roma per continuare la carovana, il giorno seguente, verso Maddaloni, in provincia di Caserta. Andando ancora pi√Ļ indietro, per vedere la corsa rosa a Terracina si deve arrivare al 1969, una tappa macchiata da un tragico incidente: all’arrivo infatti, per un sovraffollamento, cedette la tribuna provvisoria posta all’altezza del traguardo provocando feriti tra pubblico e corridori oltre che la morte di un bimbo di 11 anni.

Il comune di Terracina si sta preparando ad accogliere il Giro nonostante le difficolt√† legate ai disastri avvenuti lo scorso ottobre a causa dell‚Äôuragano che ha interessato la citt√† devastandone le strade e le infrastrutture. Una ripresa veloce, una macchina organizzativa che si √® rimessa all’opera per ricostruire farsi trovare pronta sia al ravvicinato evento che porter√† in citt√† televisioni e media provenienti da tutto il mondo pronte ad immortalare le gesta dei ciclisti e le bellezze del territorio, ma anche per non deludere i molti turisti che scelgono Terracina come met√† delle proprie vacanze.

Il sindaco Nicola Procaccini si è detto emozionato ma allo stesso tempo onorato di poter ospitare in città un evento così prestigioso e di caratura internazionale che potrà essere utile alla città per valorizzarsi a livello mondiale e che per i cittadini dovrà essere una festa per celebrare la rinascita della città e della comunità.

Incontro dei Circoli Velici del Golfo di Gaeta. Parola d'ordine "Sinergia" perchè il mare unisce e non divide

SPORT: Si √® tenuto nella giornata di sabato 23 febbraio a Vindicio, un¬†incontro – aperitivo, promosso dal Circolo Nautico Vela Viva, con gli altri¬†Circoli del Golfo di Gaeta: i vertici delle Fiamme Gialle sez. Vela –¬†Gaeta con il Tenente Colonnello Enzo Di Capua ed il Brigadiere Ernesto¬†Angeletti; il Circolo Nautico Caposele rappresentato dal Consigliere¬†Giannantonio Di Giuseppe; il I Circolo Remiero di Terracina, rappresentato¬†dal Presidente Carlo Cicerano; presente anche il Fotografo e amico del¬†Circolo Vela Viva Enrico Duratorre; ¬†purtroppo impossibilitato a¬†partecipare per problemi urgenti legati all‚Äôemergenza maltempo di questi¬†giorni, ¬†il rappresentante del Comune – Capo di Gabinetto Armando Russo.

L’incontro ha affrontato principalmente due temi: l’imminente convocazione dell’assemblea straordinaria della Federazione Italiana Vela (programmata per il 3 marzo a Roma) e le sinergie auspicate e promosse da Vela Viva tra tutti i Circoli del Golfo.

Per il primo argomento il Consigliere Giuseppe Silvestre ha illustrato le modifiche proposte nello statuto della FIV, tra le quali sono ricomprese anche quelle promosse dal Circolo Vela Viva (unico affiliato promotore), riguardo i temi dei diversamente abili. Il Consigliere ha infatti ricordato che l’impegno Sociale è tra i quattro pilastri fondanti il Circolo (Ambiente, Cultura, Sociale, Sport). I convenuti sono quindi stati invitati ad appoggiare l’iniziativa e a partecipare tutti all’assemblea straordinaria.

Per il secondo punto, la Vicepresidente Elettra Bruno ha esposto l’iniziativa del Circolo Vela Viva di creare un Calendario di Eventi unico da promuovere e presentare in una conferenza stampa, presso il Comune di Formia.

L‚Äôatmosfera √® stata molto cordiale e di buon auspicio per le future¬†sinergie tra tutti i Circoli del Golfo di Gaeta, da Minturno, fino a¬†Terracina.¬† La “grecalata” vista dalle terrazze del Klaton (che ha¬†ospitato l‚Äôincontro) ha evidenziato alla nostra ospite prof. Antonella¬†Prenner, autore del recente romanzo storico di successo “Tenebre, l ultima¬†battaglia di Cicerone”, che il Frusinate era stato ben sfortunato a¬†trovare un mare cos√¨ duro.

Comunicato Stampa