Formia, il rifiuto come risorsa, valore aggiunto della città.

Esegui

Il rifiuto deve essere una ricchezza, un valore aggiunto per la società. Questo il senso del convegno “Da Rifiuti a Risorse: le nuove proposte della Formia Rifiuti Zero per il riciclo ed il recupero, in una prospettiva di economia circolare nella città di Formia” tenutosi nella mattinata di sabato 16 novembre presso la Sala Sicurezza del Comune di Formia.

Ad aprire l’incontro il Sindaco di Formia Paola Villa, la quale ha evidenziato che la Formia Rifiuti Zero non si occupa solo della raccolta dei rifiuti e della pulizia della città ma ha anche il compito di trovare nel rifiuto una risorsa in primis per i cittadini.

Formia deve essere una città più sostenibile ha detto l’assessore all’ambiente Orlando Giovannone per questo, a breve tempo, verrà installata in Largo Purificato un’isola ecologica a disposizione degli operatori della ristorazione, ci sarà un impegno maggiore sull’efficientamento elettronico a partire dall’inaugurazione di un asilo nido a consumo zero. Più attenzione l’amministrazione comunale la dirigerà ad una viabilità sostenibile, alla riduzione dell’eccessivo utilizzo della plastica e alla sensibilizzazione della cittadinanza anche attraverso la società della Formia Rifiuti Zero, a proposito della quale il direttore generale Raffaele Rizzo ha parlato di realtà e futuro.

La Formia Rifiuti Zero, ha evidenziato il direttore nel suo intervento, sta cercando di coinvolgere altre realtà sociali come i centri anziani, associazioni commerciali e il mondo dell’istruzione attraverso la collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore Angelo Celletti di Formia. Nell’immediato futuro saranno installati e attivati 4 compattatori sul territorio nelle zone della stazione, dl porto, del Centro Commerciale Orlandi shopping Center e del Centro Commerciale Itaca. Il tutto deve servire a migliorare il servizio al fine anche di rendere soddisfazione ai dipendenti della società che stanno lavorando con applicazione e attaccamento al territorio. L’obiettivo del convegno è inoltre, ci ha tenuto a precisare Rizzo, quello di aprire al libero mercato, ottimo mezzo per la razionalizzazione dei servizi. Da qui la neonata collaborazione con i consorzi Renoils e Coripet. L’uno, rappresentato dal direttore Salvatore Suriano, si occuperà della raccolta degli olii vegetali esausti e l’altro, intervenuto attraverso Domenico Albano responsabile della logistica impianti, di come dare nuova vita alle bottiglie in PET.

I due consorzi, entrambi soddisfatti di vedere come il comune di Formia si è dimostrato operativo, avviando il progetto in breve tempo,  sono stati riconosciuti dal Ministero dell’ambiente e rappresentano, dunque il passaggio del rifiuto verso l’economia circolare così come testimoniato dalla dottoressa Ilde Gaudiello dirigente del Ministero che ha sottolineato anche come questa sinergia possa avviare l’Italia ad una evoluzione e ad miglioramento dell’assetto organizzativo.

Massima collaborazione è stata offerta dalla Confcommercio Lazio Sud – ascom territoriale di Formia nella persona del dottor Giovanni Orlandi e dal Parco regionale Riviera di Ulisse, per cui era presente la Neo Presidente Carmela Cassetta.

L’occasione è stata proficua per i centri anziani, i quali hanno chiesto alla giunta Villa maggiore attenzione soprattutto nelle periferie.

Formia, Vitruvio e Leonardo: due geni a confronto.

Esegui

Un percorso “diffuso” nei luoghi simbolo di Formia ovvero la Torre di Mola, la Torre di Castellone e il Cisternone Romano, e una serie di conferenze per celebrare il cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo, il quale conobbe molto bene gli scritti del famoso architetto romano Vitruvio.

Se il legame di Vitruvio con Formia è attestato dalle numerose testimonianze storiche ed archeologiche che testimoniano la presenza della famiglia dei Vitruvii in città, il nesso con Leonardo è ben più ampio. Papa Leone X, infatti, intorno al 1514, incaricò il genio del Rinascimento a realizzare il progetto per la bonifica delle paludi pontine.

Il progetto di valorizzazione del comprensorio territoriale formiano che, si terrà dal 23 novembre al 2 dicembre ed organizzata dal Comune di Formia con il contributo della regione Lazio e la realizzazione da parte dell’Associazione “Sinus Formianus”, è stata presentata all’interno di una conferenza stampa, tenutasi nella mattinata di sabato 9 novembre, presso l’Area archeologica di Caposele.

All’incontro hanno preso parte, oltre alla squadra di “RTA Sinus Formianus” guidata da Vito Auriemma, il vicesindaco e assessore alla cultura Carmina Trillino, l’assessore al turismo Kristian Franzini, l’assessore all’urbanistica ing. Paolo Mazza e il presidente della Confcommercio Formia Giovanni Orlandi. Unanime il loro intervento, considerando l’evento come un appuntamento che deve diventare fisso e che permetta di portare Formia al di fuori dei propri confini.

Ad illustrare come si svolgerà l’intera manifestazione lo storico Gianmatteo Matullo e la dottoressa Chiara Bocchino responsabile comunicazione della “RTA Sinus Formianus”, che hanno dato tutte le indicazioni tecniche: la prenotazione delle visite, gli orari di apertura delle mostre.

Successo per l'inagurazione della Biblioteca dei Bambini a Fondi - AUDIO

Esegui

Una bella iniziativa, colorata, culturale e soprattutto a misura dei più piccoli. È stata inaugurata infatti ieri mattina la Biblioteca dei Bambini a Fondi.

Uno spazio che, come fa sapere l’associazione promotrice Leggimi Sempre, attraverso la presidente Cristina Gattamorta, è dedicato agli oltre 4mila bambini nati a Fondi, uno spazio dedicato fino ai 10 anni di età.

Ieri, dopo il taglio del nastro alla presenza delle autorità, un ciclo intenso di letture dedicate ai più piccoli, con genitori e insegnanti incantati dall’attenzione dei bambini per le storie narrate in uno spazio a loro dedicato.

I sogni si possono realizzare. Il teatro Bertolt Brecht presenta la stagione 2019-2020

Esegui

VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA
Maurizio Stammati

La conferenza in Podcasts

2019-11-05 Conferenza Stampa Brecht – parte 1
2019-11-05 Conferenza Stampa Brecht – parte 2
2019-11-05 Conferenza Stampa Brecht – parte 3
2019-11-05 Conferenza Stampa Brecht – parte 4

“Grazie alla comunità del Carmine, grazie a quanti hanno creduto e credono all’attività del Brecht siamo a riaprire e ridonare alla città uno spazio e un messaggio importante: si può fare. E’ questo quello che vogliamo dire ai ragazzi e ai bambini: i sogni si possono realizzare.

Quando questa estate abbiamo saputo dell’abbattimento della scuola, abbiamo temuto di dover chiudere, abbiamo pensato che come ogni storia anche quella del Brecht doveva finire. Tanti si sono stati vicini, tante anche le offerte dei comuni vicini, poi abbiamo incrociato lo sguardo di don Carlo che ha avuto il coraggio di darci fiducia. Ricominciamo di nuovo, questo vuole essere uno spazio aperto a tutti che abbia come segno l’infanzia e l’adolescenza.

Quest’anno un cartellone completo, ricco, in diverse città del golfo, una bellissima stagione teatrale in questo spazio e ringrazio l’ATCL che ha permesso di costruire una stagione ad abbonamento di altissima qualità, venite, vi aspettiamo”, ha affermato Maurizio Stammati, direttore artistico del Teatro Bertolt Brecht.

Le parole di Maurizio Stammati – Podcasts

Le parole di Maurizio Stammati, prima della Conferenza Stampa
Le parole di Maurizio Stammati, dopo la Conferenza Stampa
Intervista a Lucia Maltempo, assessore del Comune di Gaeta

Sette rassegne da novembre ad aprile, tre progetti internazionali, cinque festival estivi, cinque comuni, un nuovo spazio: questi i numeri del cartellone 2019/20 del Teatro Bertolt Brecht di Formia presentato in un incontro pubblico nella nuova sala Iqbal Masih in via Vitruvio 342 a cui hanno partecipato anche l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Gaeta Lucia Maltempo e Luca Fornari, amministratore delegato dell’ATCL Lazio.

“Come circuito regionale pensiamo che sia un elemento fondamentale sostenere le realtà che nei territori fanno spettacolo dal vivo, non solo portare nei comuni del Lazio più o meno grandi gli spettacoli ma stare vicino alle strutture che lavorano su quel territorio, fare rete, metterle insieme.

Qui a Formia abbiamo la fortuna di avere il Teatro Bertolt Brecht che sul territorio locale e regionale riesce ad avere una struttura che ha un ruolo. Sono qui a testimonianza di questo, per apprezzare questo nuovo luogo e tutti i vostri sforzi”, ha affermato Luca Fornari, amministratore delegato dell’ATCL.

Luca Fornari

“Sono qui perché credo fermamente nell’ottica comprensoriale, lavoriamo da anni con il Brecht sia nelle scuole sia grazie al festival estivo di teatro per ragazzi Palcoscenici di sabbia che anche quest’anno è andato benissimo e continueremo a sostenere queste attività perché da insegnante posso confermare che il teatro fa bene”, ha affermato Lucia Maltempo, assessore alla pubblica istruzione del Comune di Gaeta.

Un cartellone che porta il logo della Regione Lazio grazie al progetto “Officine culturali” e del Ministero per i beni, le attività culturali e il turismo che ha riconosciuto anche per questo triennio il Teatro Bertolt Brecht come teatro di rilevanza nazionale di immagine e di figura.

LA STAGIONE AD ABBONAMENTO

Dal 7 dicembre al via  “Senza Sipario”, la stagione ad abbonamento promossa in collaborazione con l’A.T.C.L. (Associazione Teatrale fra i comuni del Lazio)con sette spettacoli in cartellone più due “fuori abbonamento” che porta di nuovo a Formia il teatro d’attore e d’autore con interpreti d’eccezione. Quest’anno grandi nomi come Giobbe CovattaMoni Ovadia e la Nuova Compagnia di Canto Popolare in cartellone insieme a bei ritorni come Sergio Vespertino, “I Pezzi di Nerd”, Pierluigi Tortora, Paolo Cresta e novità come Antonio Pandolfo.

LE STAGIONI DI TEATRO RAGAZZI

Dal 16 novembre per la prima volta si inaugura a Fondi, grazie al patrocinio del Comune, la stagione di teatro per ragazzi “Tutti a teatro” presso l’auditorium Sergio Preti (ex auditorium San Domenico).Cinque appuntamenti per i più piccoli. Dal 17 novembre, invece, ricomincia “Famiglie a teatro”, la stagione di Formia quest’anno presso la nuova Sala Iqbal Masih. A domeniche alterne da novembre a marzo, con otto spettacoli in cartellone tra le fiabe più belle, i classici rivisti per i ragazzi e nuove storie narrate da compagnie italiane professioniste nazionali. Quest’anno due le stagioni di teatro per le scuole: “10 e lode” al Teatri Ariston di Gaeta e “Teatro a quadretti” alla Sala Iqbal per le scuole di Formia.

LETTERATURA E CINEMA

E ancora i quattro appuntamenti dedicati al cinema con “Parole oltre lo schermo” nella sua nuova formula di spettacolo/conferenza a partire da gennaio e tre di poesia “Di poeta in poeta” a cura del prof. Pasquale Gionta in partenza il 14 dicembre con Franz Kafka.

I PROGETTI INTERNAZIONALI.

Tre saranno i progetti internazionali che vedranno il Brecht nel 2019 in Tunisia per la partecipazione al Festival internazionale del teatro per l’infanzia di Tunisi e nel 2020 in Kenya  per “Teatri Senza Frontiere” con la rete italiana di teatro per ragazzi UTOPIA e a dicembre 2020 in Patagonia.

I FESTIVAL

I FESTIVAL. Sempre in estate riconfermati i festival nazionali di teatro per ragazzi: il “Cancello delle favole“ a Formia, “Palcoscenici di sabbia” a Gaeta, “Tutti giù dal palco” a Scauri, “Itrinfavola” di Itri e il Festival dei teatri d’arte mediterranei.

LA NUOVA SALA IQBAL MASIH

Cinque delle sette stagioni presentate si terranno nel nuovo spazio affidato dalla parrocchia Madonna del Carmine al collettivo formiano. Costruita insieme alla chiesa negli anni ’70, la sala, è nei ricordi e nella memoria di tanti come ex cinema e luogo di ritrovo culturale. Lo spazio era utilizzato dai giovani e dai ragazzi addirittura come campo da calcio o da pallavolo, poi aperto al pubblico come sala di proiezione cinematografica per adulti e per bambini, come teatro per le allora emergenti compagnie teatrali fino al 1985. Dal 1985 al 2004 lo spazio è stato poi utilizzato dalla comunità per proprie iniziative, conferenze e piccoli eventi promossi dalla stessa parrocchia. Nel 2008 con l’arrivo del nuovo parroco don Gianluigi Valente, che ha sostituito lo storico don Vittorio Valerio, è iniziata la pulizia della sala dei pannelli e delle sedie ormai logorate dal tempo. Lavoro proseguito da don Carlo Lembo che ha iniziato i primi importanti lavori di ristrutturazione come lo scivolo e le porte antipanico.

E’ nato così uno spazio culturale di teatro, musica, arti visive. E’ nato uno spazio dedicato all’infanzia, all’adolescenza, ai giovani, alle famiglie. E’ nato a Formia una spazio per tutti intitolato ad Iqbal Masih, il bambino pakistano che ha lottato per i diritti dell’infanzia. Lo spazio sarà dedicato, in particolare, alla formazione delle nuove generazioni attraverso le discipline dell’arte. che si apre alla disponibilità delle scuole per le loro attività che vuole diventare un punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale del teatro di figura e per ragazzi. Al momento lo spazio verrà aperto per 99 posti con la possibilità di arrivare a 200/240 posti con alcuni lavori di adeguamento, in particolare l’impianto di areazione e ricambio dell’aria.

RACCOLTA FONDI

E’ stata aperta una raccolta fondi per sostenere la nuova Sala Iqbal Masih (20 euro per una poltrona, 50 euro per un faro, 100 euro per un mq di pavimento, 200 euro per un m3 di riscaldamento) che è possibile versare al conto corrente bancario intestato a Associazione Culturale  Collettivo Teatrale Bertolt Brecht Iban IT61 M 05296 73980 CC0070016945 con la causale Sala culturale Iqbal Masih. Il 17 novembre alle ore 16:30 è in programma l’intitolazione ufficiale della Sala.