I sogni si possono realizzare. Il teatro Bertolt Brecht presenta la stagione 2019-2020

Esegui

VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA
Maurizio Stammati

La conferenza in Podcasts

2019-11-05 Conferenza Stampa Brecht – parte 1
2019-11-05 Conferenza Stampa Brecht – parte 2
2019-11-05 Conferenza Stampa Brecht – parte 3
2019-11-05 Conferenza Stampa Brecht – parte 4

“Grazie alla comunità del Carmine, grazie a quanti hanno creduto e credono all’attività del Brecht siamo a riaprire e ridonare alla città uno spazio e un messaggio importante: si può fare. E’ questo quello che vogliamo dire ai ragazzi e ai bambini: i sogni si possono realizzare.

Quando questa estate abbiamo saputo dell’abbattimento della scuola, abbiamo temuto di dover chiudere, abbiamo pensato che come ogni storia anche quella del Brecht doveva finire. Tanti si sono stati vicini, tante anche le offerte dei comuni vicini, poi abbiamo incrociato lo sguardo di don Carlo che ha avuto il coraggio di darci fiducia. Ricominciamo di nuovo, questo vuole essere uno spazio aperto a tutti che abbia come segno l’infanzia e l’adolescenza.

Quest’anno un cartellone completo, ricco, in diverse città del golfo, una bellissima stagione teatrale in questo spazio e ringrazio l’ATCL che ha permesso di costruire una stagione ad abbonamento di altissima qualità, venite, vi aspettiamo”, ha affermato Maurizio Stammati, direttore artistico del Teatro Bertolt Brecht.

Le parole di Maurizio Stammati – Podcasts

Le parole di Maurizio Stammati, prima della Conferenza Stampa
Le parole di Maurizio Stammati, dopo la Conferenza Stampa
Intervista a Lucia Maltempo, assessore del Comune di Gaeta

Sette rassegne da novembre ad aprile, tre progetti internazionali, cinque festival estivi, cinque comuni, un nuovo spazio: questi i numeri del cartellone 2019/20 del Teatro Bertolt Brecht di Formia presentato in un incontro pubblico nella nuova sala Iqbal Masih in via Vitruvio 342 a cui hanno partecipato anche l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Gaeta Lucia Maltempo e Luca Fornari, amministratore delegato dell’ATCL Lazio.

“Come circuito regionale pensiamo che sia un elemento fondamentale sostenere le realtà che nei territori fanno spettacolo dal vivo, non solo portare nei comuni del Lazio più o meno grandi gli spettacoli ma stare vicino alle strutture che lavorano su quel territorio, fare rete, metterle insieme.

Qui a Formia abbiamo la fortuna di avere il Teatro Bertolt Brecht che sul territorio locale e regionale riesce ad avere una struttura che ha un ruolo. Sono qui a testimonianza di questo, per apprezzare questo nuovo luogo e tutti i vostri sforzi”, ha affermato Luca Fornari, amministratore delegato dell’ATCL.

Luca Fornari

“Sono qui perché credo fermamente nell’ottica comprensoriale, lavoriamo da anni con il Brecht sia nelle scuole sia grazie al festival estivo di teatro per ragazzi Palcoscenici di sabbia che anche quest’anno è andato benissimo e continueremo a sostenere queste attività perché da insegnante posso confermare che il teatro fa bene”, ha affermato Lucia Maltempo, assessore alla pubblica istruzione del Comune di Gaeta.

Un cartellone che porta il logo della Regione Lazio grazie al progetto “Officine culturali” e del Ministero per i beni, le attività culturali e il turismo che ha riconosciuto anche per questo triennio il Teatro Bertolt Brecht come teatro di rilevanza nazionale di immagine e di figura.

LA STAGIONE AD ABBONAMENTO

Dal 7 dicembre al via  “Senza Sipario”, la stagione ad abbonamento promossa in collaborazione con l’A.T.C.L. (Associazione Teatrale fra i comuni del Lazio)con sette spettacoli in cartellone più due “fuori abbonamento” che porta di nuovo a Formia il teatro d’attore e d’autore con interpreti d’eccezione. Quest’anno grandi nomi come Giobbe CovattaMoni Ovadia e la Nuova Compagnia di Canto Popolare in cartellone insieme a bei ritorni come Sergio Vespertino, “I Pezzi di Nerd”, Pierluigi Tortora, Paolo Cresta e novità come Antonio Pandolfo.

LE STAGIONI DI TEATRO RAGAZZI

Dal 16 novembre per la prima volta si inaugura a Fondi, grazie al patrocinio del Comune, la stagione di teatro per ragazzi “Tutti a teatro” presso l’auditorium Sergio Preti (ex auditorium San Domenico).Cinque appuntamenti per i più piccoli. Dal 17 novembre, invece, ricomincia “Famiglie a teatro”, la stagione di Formia quest’anno presso la nuova Sala Iqbal Masih. A domeniche alterne da novembre a marzo, con otto spettacoli in cartellone tra le fiabe più belle, i classici rivisti per i ragazzi e nuove storie narrate da compagnie italiane professioniste nazionali. Quest’anno due le stagioni di teatro per le scuole: “10 e lode” al Teatri Ariston di Gaeta e “Teatro a quadretti” alla Sala Iqbal per le scuole di Formia.

LETTERATURA E CINEMA

E ancora i quattro appuntamenti dedicati al cinema con “Parole oltre lo schermo” nella sua nuova formula di spettacolo/conferenza a partire da gennaio e tre di poesia “Di poeta in poeta” a cura del prof. Pasquale Gionta in partenza il 14 dicembre con Franz Kafka.

I PROGETTI INTERNAZIONALI.

Tre saranno i progetti internazionali che vedranno il Brecht nel 2019 in Tunisia per la partecipazione al Festival internazionale del teatro per l’infanzia di Tunisi e nel 2020 in Kenya  per “Teatri Senza Frontiere” con la rete italiana di teatro per ragazzi UTOPIA e a dicembre 2020 in Patagonia.

I FESTIVAL

I FESTIVAL. Sempre in estate riconfermati i festival nazionali di teatro per ragazzi: il “Cancello delle favole“ a Formia, “Palcoscenici di sabbia” a Gaeta, “Tutti giù dal palco” a Scauri, “Itrinfavola” di Itri e il Festival dei teatri d’arte mediterranei.

LA NUOVA SALA IQBAL MASIH

Cinque delle sette stagioni presentate si terranno nel nuovo spazio affidato dalla parrocchia Madonna del Carmine al collettivo formiano. Costruita insieme alla chiesa negli anni ’70, la sala, è nei ricordi e nella memoria di tanti come ex cinema e luogo di ritrovo culturale. Lo spazio era utilizzato dai giovani e dai ragazzi addirittura come campo da calcio o da pallavolo, poi aperto al pubblico come sala di proiezione cinematografica per adulti e per bambini, come teatro per le allora emergenti compagnie teatrali fino al 1985. Dal 1985 al 2004 lo spazio è stato poi utilizzato dalla comunità per proprie iniziative, conferenze e piccoli eventi promossi dalla stessa parrocchia. Nel 2008 con l’arrivo del nuovo parroco don Gianluigi Valente, che ha sostituito lo storico don Vittorio Valerio, è iniziata la pulizia della sala dei pannelli e delle sedie ormai logorate dal tempo. Lavoro proseguito da don Carlo Lembo che ha iniziato i primi importanti lavori di ristrutturazione come lo scivolo e le porte antipanico.

E’ nato così uno spazio culturale di teatro, musica, arti visive. E’ nato uno spazio dedicato all’infanzia, all’adolescenza, ai giovani, alle famiglie. E’ nato a Formia una spazio per tutti intitolato ad Iqbal Masih, il bambino pakistano che ha lottato per i diritti dell’infanzia. Lo spazio sarà dedicato, in particolare, alla formazione delle nuove generazioni attraverso le discipline dell’arte. che si apre alla disponibilità delle scuole per le loro attività che vuole diventare un punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale del teatro di figura e per ragazzi. Al momento lo spazio verrà aperto per 99 posti con la possibilità di arrivare a 200/240 posti con alcuni lavori di adeguamento, in particolare l’impianto di areazione e ricambio dell’aria.

RACCOLTA FONDI

E’ stata aperta una raccolta fondi per sostenere la nuova Sala Iqbal Masih (20 euro per una poltrona, 50 euro per un faro, 100 euro per un mq di pavimento, 200 euro per un m3 di riscaldamento) che è possibile versare al conto corrente bancario intestato a Associazione Culturale  Collettivo Teatrale Bertolt Brecht Iban IT61 M 05296 73980 CC0070016945 con la causale Sala culturale Iqbal Masih. Il 17 novembre alle ore 16:30 è in programma l’intitolazione ufficiale della Sala.

Fondi, Apre la Biblioteca dei Bambini

Al “Maggio dei Libri” 2019 avevano gridato in coro: «Vogliamo continuare a leggere!».  Ora i bambini di Fondi hanno una risposta. Giovedì 7 novembre dalle 9 alle 18.30, con una giornata ricca di letture e sorprese, debutta la Biblioteca dei Bambini di Fondi: il nuovo corner per la lettura dei bambini da 0 a 10 anni, situato al piano terra della Biblioteca Comunale “Dan Danino di Sarra”.

Fondi Biblioteca Bambini

Il progetto è realizzato dal Comune di Fondi e dall’Associazione Culturale Leggimi Sempre, con il patrocinio della Provincia di Latina e della Regione Lazio, e si svolge in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Sud Pontino e con il sito di settore Milkbook.it, nell’intento di favorire l’accesso di tutti i bambini alla letteratura di qualità come occasione unica di crescita cognitiva, emotiva e relazionale, fin dalla nascita.

Ai piccoli lettori, alle famiglie, agli insegnanti, agli educatori e agli appassionati, la Biblioteca si rivolge con un iniziale fondo di 200 libri, destinato a crescere nei prossimi mesi: una selezione dei migliori libri per l’infanzia, tra classici e contemporanei. Albi illustrati e tattili, silent books, favole e fiabe, graphic novels, romanzi e fumetti, e una sezione – per ora minima – per bimbi ipovedenti, sordi, e con disturbi dello spettro autistico. Per i libri, disponibili in consultazione, a breve sarà istituito il prestito.

Nella giornata d’inaugurazione, il 7 novembre, la mattinata è dedicata alle istituzioni e alla lettura ad alta voce, in più turni, a 100 bambini di 5 e 6 anni delle scuole primarie di Fondi. Il pomeriggio si prosegue con letture ad alta voce per i bambini accompagnati da un familiare, in varie fasce orarie in base all’età. Info e prenotazioni tramite WhatsApp al 328.1337395 o mail info.leggimisempre@gmail.com.

Non è tutto. Ogni giovedì, dalle 16.30 alle 18.00, su prenotazione, i bambini potranno partecipare alle letture ad alta voce di Leggimi Sempre, e assaporare storie e capolavori della letteratura con un lettore esperto e altri bambini. L’iniziativa si inscrive nel calendario della Casa della Cultura di Fondi, Comitato di venti associazioni attive nel territorio, tra cui Leggimi Sempre.

Formia, l’Istituto Comprensivo Pollione presenta il progetto Erasmus Plus dal titolo “"Games Always Make Everyone Smart. The culture of inclusion in European citizenship: by playing we include".

L’Istituto Comprensivo Pollione di Formia, con un punteggio 91/100, unica scuola della Provincia di Latina ad essere entrata nel progetto Erasmus Plus dal titolo “Games Always Make Everyone Smart. The culture of inclusion in European citizenship: by playing we include”.

Il progetto è stato presentato giorni fa presso la sala Sicurezza del Comune di Formia alla presenza del Sindaco Paola Villa, l’assessore alla Scuola e alla Formazione Alessandra Lardo, il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Vitruvio Pollione”, Annunziata Marciano, la d.ssa Annalisa Attento dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio e una delegazione di docenti del Pollione.

Alla dirigente Annunziata Marciano il compito di presentare il progetto che coinvolge l’Istituto nello sviluppo della coscienza europea e delle strategie di inclusione sempre in chiave europea attraverso il confronto e lo scambio pedagogico e culturale con le scuole delle nazioni partner: Portogallo, Grecia, Polonia, Romania e Croazia.

Le attività, centrate sul gioco e sul metodo ludico, verteranno su giochi tradizionali, giochi che raccontano la storia e la geografia dei Paesi partner,  giochi di ruolo,  videogiochi e culmineranno in Croazia, dove si svolgeranno i “Giochi senza frontiere”.

I partner (Portogallo, Grecia, Polonia, Romania e Croazia) – una delegazione di 15 docenti e 30 studenti – saranno accolti a Formia dal 5 al 10 dicembre. E saranno coinvolte anche le famiglie, che hanno dato la massima disponibilità all’accoglienza degli studenti.

A plaudire all’Istituto Comprensivo V. Pollione di Formia per il coordinamento ottenuto e per il punteggio riconosciuto che attesta la validità del progetto la dott.ssa Annalisa Attento dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio, la quale ha anche evidenziato il valore dei progetti Erasmus e dell’impegno dei docenti coinvolti sia nelle attività, sia nell’assunzione di responsabilità nei viaggi e l’importanza del progetto negli aspetti dell’accordo di rete in dimensione europea, dell’internazionalizzazione, dell’espansione culturale pedagogica che determina nello scambio interculturale e plurale.

Massima disponibilità è stata offerta dall’amministrazione comunale di Formia, infatti sia il Sindaco Paola Villa che l’assessore Alessandra Lardo ci hanno tenuto a precisare di quanto sia bella la base del progetto ‘Giocando includiamo’ che come metodologia d’insegnamento utilizza il gioco, ed è la più apprezzata da tutti i ragazzi, i quali si sentono messi in contatto con nuove esperienze e culture”. 

A Fossanova il "Made in Lazio Priverno di Marco Lo Russo"

CULTURA: Sarà presentato domenica 15 settembre, alle ore 17.00, presso l’Auditorium dell’Ex Infermeria dei Conversi di Fossanova a Priverno, il progetto Made in Lazio per il Comune di Priverno ideato dal compositore e producer Marco Lo Russo, curato dall’Associazione Marco Lo Russo Music Center e diretto dalla giornalista Silvia Vecchi, già vincitrice del Premio Giubileo 2016 per l’informazione nel Lazio.

Si tratta di tre video musicali che raccontano l’essenza di Priverno attraverso colonne sonore originali curate dallo stesso Maestro Lo Russo. Le riprese, effettuate da DroneXfly, sono iniziate nel mese di aprile e sono terminate a fine agosto, per consentire di seguire alcuni eventi estivi organizzati dal Comune.

Le colonne sonore scelte per i video sono sia celebri brani, che musiche originali dello stesso Lo Russo. Ogni video rappresenta un aspetto del paese. Saperi e Sapori, con la reinterpretazione de La Vita è Bella di Nicola Piovani, racconta il lavoro degli artigiani di Priverno e l’unicità dei suoi prodotti tipici. Le bellezze storiche nel video Arte Storia Cultura, sono affidate al quartetto d’archi Tango Antiguo di Marco Lo Russo; mentre nel video Eventi e Tradizioni le tante manifestazioni estive e primaverili, sono narrate attraverso i brani Danza sull’Aia in elettro acustico e Coro per voci, dello stesso Maestro pontino.

Il concept di Marco Lo Russo Rouge, Made in Italy, presentato ufficialmente a Cuba nel 2015, diviene quindi volano di promozione per il Lazio, all’estero. Il Maestro Lo Russo, infatti, attraverso il continuo contatto con il pubblico internazionale, ha maturato una profonda conoscenza delle altre culture, filtrandone gusti ed interessi. Proprio questa caratteristica ha spinto l’amministrazione di Priverno a sceglierlo quale testimonial per promuovere, in Italia e soprattutto nel mondo, le peculiarità della cittadina laziale.

Le anticipazioni, divulgate durante i mesi di lavorazione sui social e su Youtube, hanno raccolto grande consenso anche su network stranieri che promuovono l’italianità.

La presentazione del Made In Lazio Priverno a Fossanova, si inserisce nella kermesse, a cura del Comune di Priverno, Aspettando la Fossanova Tourism expo 2020”, che vedrà la presenza di amministratori di Latina e Frosinone, buyer e tour operator per pianificare una vera e propria fiera del turismo per promuovere e far crescere l’offerta turistica delle due Province.

Un’intensa giornata che comincerà alle ore 10.00 del mattino con degustazioni, passeggiate e visite guidate nel Museo Medievale e nel Borgo di Fossanova.

Info musarchpriverno@libero.it – info@privernocittadarte.it oppure 0773 912306 – 3472330723 info@privernocittadarte.it

Comunicato Stampa

Foto di Enrico Duratorre e Marcin Brzozka