Gaeta, Acqualatina interviene in modo altamente tecnologico.

Inizieranno a fine mese e avranno una durata di circa cinque settimane i lavori, tecnologicamente innovativi, che porteranno al risanamento e al recupero delle perdite di rete della condotta idrica nel Comune di Gaeta, e precisamente sull’intero distretto di Serapo.

La notizia in un’apposita conferenza stampa, tenutasi lunedì 20 gennaio presso l’aula Consiliare del Municipio gaetano e presieduta da Angelo Magliozzi vicesindaco, nonché assessore ai lavori pubblici e al turismo di Gaeta.

A coadiuvare Magliozzi il direttore tecnico di Acqualatina Ennio Cima, l’ingegnere Daniele Verde responsabile dell’innovazione tecnologica della società e Teodolinda Morini assessore alle risorse idriche.

Si tratta di una tecnologia Pipecare, brevettata e utilizzata da parecchi anni in Israele, sperimentata da noi e in qualche parte del Nord Italia hanno affermato sia l’ingegner Cima che il dottor Verdi e che comporta l’inserzione in un tratto di condotta, idraulicamente isolato, di una resina epossidica che sigilla permanentemente tutti i fori e le fessure presenti sulla condotta fino ad un diametro o larghezza massima di circa 8mm.

Cinque saranno le zone interessate, due tratti di Corso Italia, Via Torino, Via Serapide e Via Roma, che potranno così vantare una maggiore qualità del servizio e una riduzione del costo, in quanto ogni metro cubo risparmiato permette alla società di ridurre i costi operativi e aumentare gli investimenti da fare.

La sostanza iniettata all’interno delle condotte non è assolutamente tossica ci hanno tenuto a sottolineare i due rappresentanti di Acqualatina e il vicesindaco Angelo Magliozzi, essendo stata la stessa sottoposta a dei test sperimentali e avendo ottenuto la certificazione dall’Istituto Superiore di Sanità.

Accolto con grande aspettative questo intervento da parte dell’assessore Teodolinda Morini, perché esso potrebbe essere quello risolutivo al problema della carenza idrica ed evitare, come affermato anche da Magliozzi in apertura di conferenza, situazioni come quella dell’estate 2017, in cui il settore turistico ne ha sofferto tantissimo.

A Gaeta il primo ciclo di lettura dei contatori idrici

Da lunedì 20 gennaio 2020 fino a sabato 27 giugno (domeniche e festivi esclusi)il personale autorizzato da Acqualatina effettuerà il primo ciclo di lettura dei contatori idrici per il 2020 nel Comune di Gaeta.

Da Acqualatina invitano gli utenti ad offrire la massima collaborazione dando accesso ai contatori ed a non ostacolare lo svolgimento delle normali attività di lettura in quanto il personale è identificabile come “incaricato di pubblico servizio”. Inoltre tutti i letturisti autorizzati sono dotati di tesserino di riconoscimento con foto oltre che ad una matricola di cui è possibile verificare l’identità chiamando il numero verde 800 085 850, dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 20.00 ed il Sabato dalle 8.00 alle 13.00.

Nel caso in cui il letturista non possa registrare la lettura del contatore, lascerà al cliente una cartolina per inviare l’autolettura. Questa cartolina deve essere compilata e restituita entro cinque giorni per consentire la registrazione del consumo ed inserirlo nella bolletta successiva. E’ possibile inserire direttamente l’autolettura registrandosi allo sportello online sul sito www.acqualatina.it, chiamando il numero verde 800 085 850, oppure tramite sms al 340 9797150.
In mancanza di qualsiasi tipo di registrazione della lettura, la bolletta sarà emessa su un consumo stimato.

Il personale Acqualatina non chiede mai denaro o assegni.

Gaeta, continua l’abbellimento di Piazza Goliarda Sapienza.

Continua a Gaeta l’abbellimento di Piazza Goliarda Sapienza, l’angolo della città che dal 2018, su richiesta dell’associazione “Abbelliamo Gaeta” e delibera della Giunta Comunale, è dedicata alla nota scrittrice.

Questo posto, concepito come un luogo di cultura all’aperto, continua sempre più a prendere forma grazie alle idee e ai progetti degli studenti delle classi terze del Liceo Scientifico “E. Fermi” e della quinta A e quarta C dell’ITE “E. Fermi” di Gaeta, i quali hanno aderito a “Cantieri di Narrazione Identitaria, il percorso di formazione culturale ideato e promosso da Emilio Casalini, noto giornalista di Report.

Dopo l’inaugurazione delle panchine artistiche nel mese di agosto e l’installazione di una panchina rossa in collaborazione con la FIDAPA BPW Formia- Gaeta- Minturno, per ricordare le vite spezzate dalla violenza,  è ora in dirittura di arrivo il completamento della “parete della poesia”.

Il progetto in totem gode dell’appoggio dell’Assessorato alla cultura del Comune di Gaeta, guidato da Lucia Maltempo, la quale dall’inizio ha sottolineato la volontà politico-amministrativa di affrontare temi che riguardano l’identità personale-culturale, il ruolo che i giovani possono avere nel cambiamento sociale e l’attenzione e sensibilità nei confronti del mondo della scuola”.

Con quest’adesione i giovani studenti hanno dimostrato di poter creare ognuno secondo il proprio talento, regalando al proprio territorio idee nuove e di valore, ha affermato il giornalista Emilio Casalini nel vedere il diventare concreto di questi progetti.

J-Factor 11, vince Emanuela da Gaeta

Al talent fratello del più conosciuto XFactor dedicato alla Musica Cristiana trionfa Emanuela Di Martino direttamente da Gaeta.

Tanti colpi di scena nell’edizione di quest’anno di J-Factor, come si legge sia sul web che su alcuni media che riportano la notizia, e un livello artistico elevato per il talent che porta all’attenzione la musica, seppur quella religiosa. A trionfare Emanuela, direttamente dal cuore della nostra diocesi.

Seconda Anna da Catania (che vince anche il premio della critica) e terzo un gruppo di Pistoia.