Gaeta, piano di valorizzazione del Patrimonio culturale

“Un grande passo in avanti verso la fruizione dei beni immobili comunali di Gaeta”. Si esprime con entusiasmo il Sindaco Cosmo Mitrano che concretizza un altro risultato “storico” finalizzato alla valorizzazione del patrimonio culturale della città. “Dopo anni d’attesa – sottolinea il primo cittadino – riusciamo finalmente a mettere a sistema i beni immobili cittadini che rivestono un valore culturale. L’apertura di questi luoghi, già oggetto di interventi di restauro e lavori di riqualificazione, diventa un’opportunità per poter ammirare e conoscere sempre più il Patrimonio culturale della nostra città. Arriviamo a coronare un percorso avviato durante il mio primo mandato amministrativo, nel corso del quale abbiamo investito 4 milioni €, finalizzati a restituire alla collettività luoghi storici e spazi che per troppi anni erano inaccessibili e, in alcuni casi, versavano in uno stato di totale abbandono. Una cosa intendo ribadire infine: la valorizzazione del nostro patrimonio immobiliare di alto valore storico non finisce qui in quanto oltre ad essere uno degli obiettivi programmatici è un obbligo morale che abbiamo nei confronti della collettività e nel rispetto del bene culturale quale testimonianza avente valore di Civiltà”. Il consiglio comunale di Gaeta del 10 dicembre scorso, tra le altre cose, ha infatti approvato due regolamenti: per la concessione in uso temporaneo di immobili comunali a soggetti ed associazioni; l’istituzione del biglietto di ingresso ai beni immobili comunali: bastione “la Favorita”, Ridotto Cinque Piani, Museo Ferdinando, Torre Civica Comunale. In merito a tali regolamenti interviene anche il consigliere comunale Gennaro Romanelli che, interessatosi a questi argomenti in un’ottica propositiva, ha presentato un emendamento sulle tariffe relative alle concessioni dei beni immobili comunali. “Essendo questi, beni di tutti i cittadini di Gaeta – spiega Romanelli – manifesto l’importanza per quest’ultimi di acquisire una coscienza civile e la consapevolezza della nostra storia, nonché del nostro Patrimonio culturale, altresì di recuperare l’orgoglio di appartenenza a questa comunità. Inoltre credo fermamente nell’importanza di sollecitare i più giovani alla conoscenza delle bellezze del nostro Paese; di garantire l’accesso gratuito a chi quotidianamente si presta alla causa della divulgazione e della tutela del Patrimonio culturale; a chi vive in condizioni di disagio psicofisico; ai nostri amici delle città con noi gemellate; alle personalità ospitate dall’Amministrazione comunale in occasione di eventi di rappresentanza e a tutte le donne in occasione della Giornata Internazionale della Donna (8 marzo). Come già ribadito più volte in passato la nostra città deve dotarsi di spazi pubblici gratuiti per alimentare la vita culturale ed associativa;  nell’impossibilità di fare ciò, vista la mia posizione di consigliere di minoranza, ho chiesto in consiglio comunale l’impegno politico al Sindaco Cosmo Mitrano di venire incontro alla nostre richieste. Esprimo un plauso al primo cittadino e all’amministrazione tutta che ha colto, con uno spirito costruttivo in un’ottica di dialogo e crescita, la proposta di ridurre i costi delle concessioni e dei biglietti per accedere ai beni comunali”. I regolamenti prevedono l’utilizzo degli immobili alle associazioni che operano in uno dei seguenti settori di attività: attività socio-sanitarie, impegno civile, tutela sociale e promozione dei diritti umani, attività culturali ed artistiche, tutela ambientale, attività ricreative e sportive, promozione turistica e tutela delle produzioni tipiche locali. Gli immobili possono essere concessi in uso temporaneo, oltre che ai soggetti indicati, anche a privati cittadini, a cooperative, scuole, enti, imprese, per lo svolgimento di convegni, conferenze, mostre, proiezioni, workshop, convention, incontri, iniziative di interesse sociale e/o assistenziale, e attività di natura commerciale.

Terracina, sequestrata una vera e propria Santa Barbara

Natale tranquillo dei Carabinieri. i servizi di controllo del territorio e perquisizioni hanno permesso di recuperare nel parcheggio antistante l’ospedale di Terracina una vera e propria Santa Barbara, proiettili e maschere, verosimilmente da usare per la consumazione di rapine nel sud e nel capoluogo pontino.

I Carabinieri del Norm della Compagnia di Terracina hanno sequestrato una vera e propria Santa Barbara. In particolare, i militari sono stati allertati della presenza di alcuni borsoni nella vegetazione alta nei pressi del parcheggio antistante il locale ospedale Fiorini e, recatisi sul posto, hanno rinvenuto un vero e proprio arsenale costituto da un fucile a pompa, una pistola mitragliatrice, due fucili semiautomatici, 3 pistole semiautomatiche, 1 revolver, 1 bomba artigianale e due artifizi pirici, nonché passamontagna e un lampeggiante artigianale.

Già da tempo i Carabinieri erano a conoscenza dell’esistenza di alcune bande dedite a furti e rapine che avevano nella loro disponibilità armi e munizioni che sicuramente non avrebbero avuto remore ad utilizzare in prossimità delle festività natalizie nel sud pontino, a Latina e nei dintorni del capoluogo. Infatti, negli ultimi tempi sono state poste in essere diverse perquisizioni mirate e molto probabilmente i malfattori, sentendo il fiato dei Carabinieri sul collo, hanno deciso di sbarazzarsi di tutto il materiale.

I militari dell’Arma continueranno ad intensificare i controlli soprattutto in vista delle prossime festività per prevenire e reprimere reati predatori.

Gaeta, proseguono i lavori di riqualificazione del manto stradale

Proseguono i lavori di riqualificazione e rifacimento del manto stradale cittadino.Interventi predisposti e programmati dall’Amministrazione comunale che prevedono anche il rifacimento della segnaletica stradale ed attraversamenti pedonali di quei tratti oggetto di recenti lavori. Dopo Corso Cavour, la riqualificazione prosegue in via Bologna, via San Nilo e via Livorno, nel quartiere di Serapo dove è previsto il rifacimento del manto stradale e la realizzazione di nuovi marciapiedi. Su quest’ultimo tratto verranno installati nuovi lampioni con un’illuminazione a led in un’ottica di efficientamento energetico. Il restylingurbano andrà avanti nelle prossime settimane con il rifacimento completo di via Madonnella e delle zone periferiche della città con  lavori di rifacimento dell’asfalto in via Monte Tortona e via Pozzo Cologna. “In particolar modo su questi interventi nei quartieri periferici – spiega l’assessore ai lavori pubblici Angelo Magliozzi – ringraziamo per le sollecitazioni e segnalazioni il consigliere Pietro Salipante. Sono interventi finalizzati a potenziare la sicurezza stradale e dei pedoni oltre a riqualificare diversi quartieri della nostra città e che rientrano in un più ampio programma di rifacimento delle strade cittadine”. In merito alla sicurezza stradale l’Assessore Magliozzi aggiunge che si andrà a completare a breve l’efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica cittadina di tutto il quartiere di Serapo “mi fa piacere ricordare – aggiunge Magliozzi – che in particolar modo andiamo a ristabilire livelli di sicurezza con un’illuminazione a led anche in via Ancona che, in un lungo tratto, per circa trent’anni era completamente al buio”.

Fondi, vota anche tu la persona dell'anno 2018

Siamo alla fine del 2018 e si può analizzare l’anno trascorso per individuare la persona che più merita nel comprensorio fondano.

La Pro Loco Fondi, con il patrocinio del Comune di Fondi, la XXII Comunità Montana e la Banca Popolare di Fondi, promuove la sesta edizione del premio “Persona dell’Anno” 2018 riservato alle persone più meritevoli, in qualsiasi campo e ambito, che hanno dato lustro alla città di Fondi o del comprensorio.

Come per le cinque edizioni precedenti, non ci sarà una giuria precostituita che deciderà, ma tutti possono indicare il nome della persona che può conquistare il premio entro domenica 6 gennaio 2019.

È sufficiente inviare una email all’indirizzo: info@prolocofondi.it oppure collegarsi alla pagina della Pro Loco su Facebook oppure trasmettere un messaggio WhatsApp al 3297764644. Ma anche attraverso l’App di Telegram (cercando @ProLocoFondi).

Edizioni assegnate negli anni scorsi: Caterina de Filippis (Andos) 2013 – Domenico Terenzio (ricercatore) 2014 – Carlo Carlevale (Oculista) 2015 – Gino Fiore (Poeta e Drammaturgo) 2016 – Fulvia di Sarra (Medico scolastico – Educatrice) 2017.

La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 12 gennaio 2019 con inizio alle ore 18,00 all’interno della Sala del Castello Caetani, con spettacolo e intrattenimento.