Covid-19, Il punto della situazione nel Lazio sud

L’articolo è in continuo aggiornamento
Premi F5 su computer o switcha sullo smartphone

+++ Giovedì 5 marzo 2020 +++

Ore 20:33: Il nuovo bollettino dell’Asl provinciale: sale il numero di infettati da Covid-19, adesso sono 8 i casi accertati. Questi riguardano Latina, Cisterna, Terracina, Aprilia e Fondi. Il link epidemiologico sembrerebbe sempre collegato al nord Italia.

Al momento della redazione del presente comunicato, si rappresenta che in Provincia di Latina si sono registrati otto casi positivi al Coronavirus, di cui sei in carico allo Spallanzani e uno ricoverato presso l’Unità di Malattie Infettive del Goretti e uno presso l’ospedale Dono Svizzero di Formia.

Le nuove posizioni aperte riguardano un cittadino del Comune di Aprilia, ricoverato in isolamento al Goretti, un cittadino residente nel comune di Cisterna di Latina, giunto all’ospedale di Velletri e, successivamente, trasferito allo Spallanzani più tre pazienti provenienti da Fondi e da Terracina. Con riferimento al paziente di Latina, sembrerebbe identificato il link epidemiologico con un trasportatore che, nelle settimane precedenti, si è recato in diversi comuni della Lombardia e dell’Emilia Romagna.

Il paziente di Cisterna ha un chiaro link epidemiologico lombardo. Per tutte le altre posizioni sono gli approfondimenti necessari. Al solo scopo precauzionale, con finalità esclusiva di prevenzione e promozione della sicurezza delle cure e di tutela della salute dei degenti, familiari ed operatori sanitari, si sta procedendo a ridurre gradualmente le attività sanitarie non urgenti oltre alla riduzione dei flussi all’interno degli ospedali.

Nella gestione dell’attuale situazione di criticità, si sono sviluppate sinergie decisive con la Prefettura e le Forze dell’Ordine alle quali va il ringraziamento dell’Azienda ASL di Latina per l’importante supporto. Si ricorda che, al fine di non determinare allarme tra la popolazione si chiede di far riferimento a fonti ufficiali quali la Regione Lazio, il Seresmi, lo Spallanzani, e la Direzione Generale dell’Azienda ASL. Si raccomanda di recarsi in Pronto Soccorso solo se necessario e di far riferimento al numero verde 800 118 800, al 1500, al fine di gestire al meglio l’emergenza mantenendo gli standard di cura della sanità regionale.

Nota dell’Asl provinciale

Ore 20:00: il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha diffuso un video messaggio parlando del “senso di responsabilità” e invitando a non farsi prendere dall’ansia.

Ore 18:45: Viene diffusa una nota del Comune di Fondi in cui si informa che il paziente fondano trasportato allo Spallanzani nella giornata di ieri per presunto coronavirus, è in una situazione definita “sotto controllo” e che si sta provvedendo ad ulteriori accertamenti. Nella stessa nota, il Comune, attraverso la figura del vice sindaco facente funzioni Beniamino Maschietto, rende noto che “A scopo meramente cautelativo le persone che in questi giorni sono state in contatto diretto con il suddetto paziente sono in isolamento volontario domiciliare“. Infine, vengono spiegate le nuove modalità di accesso al Municipio, nonché l’annullamento di tutti gli eventi previsti nelle strutture pubbliche fino al 15 marzo.

Ore 16:30: La conferenza stampa del presidente del consiglio Giuseppe Conte e del ministro dell’economia Roberto Gualtieri sulle nuove disposizioni del governo.

Ore 16:19: Sarebbe in arrivo un secondo decreto del Governo nazionale in merito alle misure per contrastare la diffusione del virus Covid-19 meglio noto come “coronavirus”. Secondo la fonte Ansa, che a sua volta cita “fonti del governo”, questo nuovo decreto dovrebbe prevedere il rinvio del referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari in programma il prossimo 29 marzo.

Ore 15:44: Con una nota il Comune di Lenola spiega che in misura di quanto previsto dal decreto del governo, sono state sospese le attività didattiche, rinviati gli eventi fino al 3 aprile e ridotte del 30 per cento a marzo le rette per nidi, mense e trasporto scolastico

Ore 13:57: Il Parco dei Monti Ausoni e Lago di Fondi rende noto di aver sospeso fino al 3 aprile 2020 di eventi e manifestazioni presso le strutture regionali gestite dall’Ente applicando così la disposizione adottata a seguito del Decreto 4 marzo 2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri riguardo a misure di contrasto e contenimento del virus COVID-19.

Ore 13:37: Nuovo video su Facebook del sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano in cui annuncia che al fine di tutelare le persone più fragili e vulnerabili, ha provveduto ad adottare tali provvedimenti di chiusura da oggi al prossimo 15 marzo – salvo proroga – dei centri anziani, dei centri diurni disabili e minori, nonché la chiusura della biblioteca comunale.

Ore 12:29: Arriva il bollettino numero 35 dallo Spallanzani di Roma: nuovi casi rispetto al giorno precedente, ma la situazione non è allarmante poiché “Tutti i casi positivi, al momento, ancora presentano un link epidemiologico con le aree del Nord del Paese o con un caso confermato“.

Bellettino n.35 dallo Spallanzani di Roma

Ore 11:59: Fondi, l’associazione “Leggimi Sempre” annuncia di sospendere fino al 15 marzo 2020 le sue attività nella “Biblioteca dei Bambini”, presso la Biblioteca Comunale “Dan Danino di Sarra”, ma proseguirà le letture destinate ai più piccoli attraverso la propria pagina Facebook. Prossima lettura prevista il 10 marzo.

“Biblioteca dei Bambini”, Fondi

Ore 10:30: IN DIRETTA con Radio Civita inBlu sull’emergenza Covid-19

+++ Giovedì 5 marzo 2020 +++

+++ Mercoledì 4 marzo 2020 +++

Ore 22:30: Anche il Comune di Lenola tramite i social precisa che fino alle 18 di quest’oggi non sono registrati casi di coronavirus Covid-19.

Ore 21:58: Arriva anche la nota del Comune di Fondi che si uniforma al Decreto del Governo sulla sospensione dell’attività didattica e l’annullamento delle iniziative pubbliche.

“Il Vice Sindaco di Fondi Beniamino Maschietto rende noto che, come da decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri emanato in data odierna Mercoledì 4 Marzo 2020, in considerazione dell’evolversi della situazione epidemiologica del c.d. Coronavirus, del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e dell’incremento dei casi, sull’intero territorio nazionale e pertanto anche a Fondi fino a Domenica 15 Marzo 2020 sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia (cfr. articolo DLgs. 13 Aprile 2017, n. 65) e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza.Sono sospesi altresì: i viaggi d’istruzione; le iniziative di scambio o gemellaggio; le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado i congressi; le riunioni; i meeting e gli eventi sociali in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità; le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.Si informa inoltre che a partire da Venerdì 6 fino a Domenica 15 Marzo in tutto il Lazio le corse scolastiche saranno sospese, in linea con la decisione del Governo di chiudere scuole e università su tutto il territorio nazionale. Il nuovo orario sarà consultabile dal pomeriggio di Giovedì 5 Marzo sul sito web di Cotral SpA e sull’app BusCotral. Tutti i collegamenti saranno comunque garantiti con un servizio ridotto. E’ fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.

La nota del Comune di Fondi

Ore 18:50: Nuova nota da parte della direzione generale Asl: questa volta si tratta della comunicazione da parte del Direttore Giorgio Casati di chiudere i PAT – tra cui ci sono anche quelli di Gaeta, Minturno – nelle ore notturne per fare in modo che il personale medico e sanitario possa essere ricollocato nei Pronto Soccorso.

“II Direttore Generate della ASL di Latina , in considerazione della contingente situazione di criticità legata alla diffusione del COVID-19 e della contemporanea esigenza non procrastinabile di potenziare le sedi di Pronto Soccorso della ASL, adotta la seguente ordinanza: Allo scopo di potenziare le attività dei Pronti Soccorsi della ASL di Latina con il presente provvedimento si dispone che a partire dal giorno 5 marzo e fino al 22 marzo 2020, i PAT ubicati nei comuni di Cori. Cisterna di Latina, Gaeta, Minturno, Priverno, Sabaudia e Sezze modifichino l’orario di funzionamento da quello attuale organizzato sulle 24 ore, con orari di apertura dalle ore 8.00 alle 20.00. II personale assegnato ai PAT non più impegnato nella copertura dei turni notturni sarà temporaneamente assegnato, con provvedimento del Direttore di Dipartimento Assistenza Primaria, alle sedi di Pronto Soccorso Ospedaliero. I pazienti che necessitano di assistenza medica notturna nel periodo di temporanea chiusura potranno, a seconda del loro stato di gravità, rivolgersi alternativamente alla Centrale operativa 118 o al servizio di guardia medica”.

La nota della Direzione Generale dell’Asl di Latina

Ore 18:22: Il presidente del consiglio Giuseppe Conte e il ministro dell’istruzione Lucia Azzolina annunciano che a breve verrà presentato il decreto, ma la decisione è presa: le scuole saranno chiuse da domani al prossimo 15 marzo.

Ore 17:40: Arriva la nota dell’Asl di Latina che attesta che i casi in provincia di Latina accertati siano tre. Attivati i protocolli, si indaga per identificare contatti dei pazienti.

“Al momento della redazione del presente comunicato, si rappresenta che in Provincia di Latina si sono registrati tre casi positivi al Coronavirus, trasferiti allo Spallanzani. Sono in corso di completamento le attività finalizzate a ricostruire i contatti avuti dai pazienti sia per l’identificazione del link epidemiologico, che per valutare la necessità di eventuale isolamento domiciliare. È stata istituita da alcune settimane, una specifica Unità di Crisi permanente presso la Direzione Sanitaria Aziendale nella quale vengono esaminate le informazioni disponibili, definite le azioni da intraprendere e aggiornate le procedure da seguire sia sul territorio che nelle realtà ospedaliere dell’Azienda. Al fine di non determinare allarme tra la popolazione si chiede di far riferimento a fonti ufficiali quali la Regione Lazio, il Seresmi, lo Spallanzani, e la Direzione Generale dell’Azienda ASL. Una delle problematiche maggiori, infatti, è gestire l’attuale situazione in un contesto allarmato e confuso. Tutte le energie dell’Azienda sono dedicate a fronteggiare la problematica e ad effettuare le indagini necessarie per contenere il più possibile l’evenienza della diffusione del virus. Negli ospedali dell’Azienda inoltre, sono stati istituiti percorsi dedicati alle persone con sintomi respiratori acuti, che permettono la rapida gestione dei casi in sicurezza. Un pre triage specifico consente la selezione dei pazienti “respiratori” contribuendo alla sicura gestione degli accessi in Pronto Soccorso. A breve saranno adottati ulteriori provvedimenti finalizzati al potenziamento dell’attività di Pronto Soccorso presso tutti i presidi ospedalieri della Provincia. Si raccomanda di recarsi in Pronto Soccorso solo se necessario e di far riferimento al numero verde 800 118 800 , al 1500 , al fine di gestire al meglio l emergenza mantenendo gli standard di cura della sanità regionale. La Direzione Generale vuole esprimere un sincero ringraziamento a tutti gli operatori sanitari impegnati nella gestione delle attività.”

La nota della direzione generale dell’Asl di Latina

Ore 16:56: Interviene anche il sindaco di Formia Paola Villa con un video messaggio. 10 minuti in cui la prima cittadina spiega cronologicamente quello che è accaduto nella giornata di ieri e quello di cui si parla in queste ore, compreso il non lasciarsi prendere dal panico.

Ore 16:45: Il sindaco di Itri Antonio Fargiorgio usa la pagina Facebook del Comune per cercare di tranquillizzare la comunità cittadina: “Eseguito un tampone, ha dato esito negativo”. Il primo cittadino invita anche a non dare credito a “voci incontrollate” e di seguire i canali ufficiali per avere notizie certe.

Ore 14:15: Duro attacco del sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, al governo Conte per la gestione della chiusura scuole.

Ore 13:12: L’uomo di Gaeta è risultato negativo anche al secondo test effettuato.

Ore 12:53 : Lo Spallanzani ha diramato il bollettino medico n. 34 del 4 Marzo 

La notizia viene battuta dalle principali testate e portali web provinciali. Due sarebbero i nuovi casi accertati nel sud pontino.

Sì tratterebbe di un anziano di Fondi e un uomo di mezza età di Gaeta.

Continuano i test del tampone in zona, diversi quelli risultati negativi nelle ultime ore. Attesa per il bollettino dello Spallanzani.

+++ Mercoledì 4 marzo 2020 +++