Formia, il parcheggio è aumentato e molte cose sono poco chiare per la Lega di Formia.

“A Formia, nel silenzio più assoluto è stato aumentato il costo dell’abbonamento per cui chi deciderà legittimamente di fare un abbonamento non annuale pagherà un prezzo maggiore senza alcun posto auto in più, soprattutto sui lungomari, andando a disincentivare il turismo degli stabilimenti balneari”.

 Questa la dura critica lanciata da Vittorio Pecorino, coordinatore Lega di Formia, nei confronti dell’amministrazione comunale e a pochi giorni dall’inizio della gestione dei parcheggi a pagamento da parte della K-City, la società che si occuperà delle strisce blu in città per i prossimi 6 anni.

Già era poco chiaro l’affidamento alla K-City, ha dichiarato Pecorino, un’aggiudicazione che va al di là di una pubblicizzazione del servizio così come annunciato in campagna elettorale dall’attuale sindaco e che viene criticata anche dall’ex assessore e braccio destro del Sindaco, Fulvio Spertini, il quale parla chiaramente di mancanza di requisiti o peggio ancora di requisiti aggirati.

Ed ora ci sono molte altre cose che sono poco chiare  : a 7 giorni dall’insediamento ed entrata in servizio della nuova società,  non è ancora terminato il passaggio di cantiere che deve garantire tutto il personale compreso quello delle pulizie; l’utilizzo di un ufficio comunale, con relativa fornitura di corrente pagata dal Comune di Formia,  quando invece all’articolo 6 del Capitolato viene enunciato che il concessionario dovrà dotarsi di idoneo ufficio, nello stesso Comune, in zona centrale, accessibile alle persone diversamente abili , atto alle attività di Front e Back Office inerenti la gestione delle aree di sosta a pagamento.

La Lega di Formia si dice, infine, pronta a chiedere lumi al segretario se sia stata presa in carico dalla società vincitrice il multipiano della stazione dove si stanno incassando soldi, al contrario sarebbe gravissimo e si augura che questa volta non venga data la colpa alle precedenti amministrazioni.