"Parole oltre lo Schermo" va a scuola

Dal 9 aprile all’8 maggio sei appuntamenti di cinema arrivano nelle scuole medie e superiori di Formia, Gaeta, Minturno e Fondi grazie alla rassegna “Parole oltre lo schermo” organizzata dall’associazione Fuori Quadro in collaborazione con il Teatro Bertolt Brecht di Formia nell’ambito del Piano nazionale “Cinema per la scuola” promosso da Miur e Mibac.

Una rassegna che porta gli studenti a confrontarsi con una declinazione innovativa del linguaggio cinematografico tra videoproieizioni e storytelling.

Si parte martedì 9 aprile dalla scuola media dell’IC V.Pollione di Formia – plesso di Penitro con “Di sana e robusta Costituzione” per il testo di Alessandro Izzi, le videoproiezioni di Marco Mastantuono e l’allestimento scenico di Marilisa D’Angiò.

Due attori, Maurizio Stammati e Chiara Di Macco, devono mettere in scena uno spettacolo sulla Costituzione, ma non riescono ad accordarsi in alcun modo sullo svolgimento della rappresentazione. Man mano che discutono si accorgono di come in realtà, anche all’interno di uno spettacolo che nasce per ragazzi, ognuno abbia dei diritti e dei doveri: da loro che sono sulla scena e reggono le sorti della narrazione, ai tecnici, allo stesso pubblico che dell’evento è parte integrante.

Che sia allora il testo spettacolo una sorta di Costituzione cui attenersi per il corretto svolgimento della rappresentazione? Che siano gli attori, eletti dal pubblico, Camera e Senato che deliberano battute come fossero leggi? E i tecnici delle luci non sono forse come i garanti della Corte costituzionale?

Concepito come un gioco a incastri, “Di sana e robusta Costituzione” è una ricognizione sui valori fondanti della Costituzione italiana che resta una delle migliori del mondo. Ripercorrendone la genesi, la vocazione antifascista e gli articoli fondamentali, il testo è un modo per raccontare,  giocando, il senso molto serio della democrazia tra cinema e racconto.