Dodici carabinieri della provincia di Latina premiati con la medaglia mauriziana

Si è tenuta giovedì 16 maggio nella sede del comando legione carabinieri “lazio” di piazza del Popolo a Roma, la cerimonia di conferimento a dodici carabinieri della provincia di Latina della medaglia mauriziana, riconoscimento di 10 lustri di carriera militare consegnato alla presenza del vice comandante generale dell’arma nonché comandante del comando interregionale carabinieri “Podgora”  generale di corpo d’armata Ilio Ciceri.

I carabinieri premiati sono:

Ten. Col. Pietro DI MICCOLI Capo Ufficio Comando Latina
S. Ten. Antonio CALABRESI Comandante NOR Latina
S. Ten. Emilio MAURIELLO Comandante Tenenza Fondi
Luogotenente Vitantonio DI MURO Comandante Stazione Latina
Luogotenente Matteo COBUCCIO Comandante Stazione Borgo Sabotino
Luogotenente Antonio BERTILLO Sezione Segreteria e Personale Provinciale Latina
Luogotenente Enrico BINDI Comandante Aliquota Radiomobile Terracina
Luogotenente Osvaldo MILITI Comandante Nucleo Comando Terracina
Luogotenente Antonio MANCINI Comandante Stazione San Felice Circeo
Luogotenente Gian Carlo PILIA Comandante Stazione Ventotene
Luogotenente Marco CASTORINO Comandante Nucleo CC – COMACA Sabaudia
Luogotenente Pietro NISCI Sezione Radiomobile Reparto Territoriale Aprilia

 

La medaglia mauriziana è stata istituita da Re Carlo Alberto di Savoia tramite le regie magistrali patenti del 19 luglio 1839, con il nome di “medaglia mauriziana per merito militare di dieci lustri” e nel regno d’italia è stata disciplinata con regio decreto 21 dicembre 1924.

La stessa fu sostituita dalla Repubblica Italiana il 7 maggio 1954 con la legge n. 203 quando assunse il nome di medaglia mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare. sono destinatari di tale riconoscimento gli ufficiali e sottufficiali delle forze armate.

E’ conferita con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del ministro della difesa, per gli appartenenti alle forze armate; di concerto con i ministri dell’interno e delle finanze, negli altri casi per il compimento di dieci lustri di carriera militare (non di servizio militare). agli anni di servizio effettivamente prestati si sommano il periodo di comando per intero ed i periodi di servizio nei reparti operativi nella misura del 50%. Inoltre è consentito aggiungere per intero – escludendoli quindi dal computo del reparto operativo – la partecipazione alle operazioni di pace in teatri operativi esteri – es. libano, afghanistan – kosovo.

 

Denunciato a Formia un ragazzo per aver imbrattato la statua di Re Umberto I

Nella giornata del 28 aprile 2019, i carabinieri di Formia a seguito di alcune segnalazioni denunciavano in stato di libertà per il reato di “deturpamento” un 27enne di origini ucraine residente a Formia. Nello specifico il giovane veniva sorpreso all’interno della villa comunale mentre imbrattava con un pennarello di colore nero indelebile la statua in marmo raffigurante re Umberto I° di Savoia, a cui la predetta villa è intitolata.

Denunciato un uomo per incendio doloso a Castelforte

Sabato 9 marzo 2019 a Castelforte, i Carabinieri della locale Stazione, al termine di attività investigativa, deferivano in stato di libertà per il reato di incendio colposo M.R. 70 enne di SS. Cosma e Damiano, il prevenuto all’interno di un suo appezzamento di terra sito nello stesso comune di residenza, mentre bruciava della sterpaglia, perdeva il controllo delle fiamme, provocando un rogo di circa un ettaro di terra invadendo la proprietà confinante.

Tentato omicidio a Terracina nella notte del 25 febbraio

Il 25 febbraio 2019, alle ore 04,00 circa, in Terracina (lt), veniva ricoverato presso il reparto di chirurgia del locale ospedale civile, con ustioni della superficie corporea, una persona 40enne di nazionalita’ moldava, domiciliata in quel centro. Il predetto, in evidente stato di ebbrezza alcolica, riferiva di essere stato aggredito poco prima, da uno o due cittadini rumeni che, dopo avergli gettato addosso dell’alcool, gli appiccavano il fuoco, dileguandosi subito dopo.

Attivate le indagini, da parte dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia e stazione cc di terracina, permettevano di  rintracciare e sottoporre a fermo di polizia giudiziaria, poiche’ gravemente indiziato del reato di tentato omicidio, T.F. 45enne di nazionalita’ rumena, domiciliato in terracina.

I fatti si svolgevano attorno alle 02,00 circa quando, all’interno di un casolare abbandonato di quel centro, mentre si trovava in compagnia della vittima, al culmine di una lite sorta per futili motivi, lo cospargeva di alcool, appiccandogli il fuoco e cagionandogli lesioni sul 20% della superficie corporea, giudicate guaribili con prognosi di gg. 30 s.c..

Le fiamme venivano domate nell’immediatezza da un terzo cittadino straniero, domiciliato nel medesimo immobile, risultato estraneo alla contesa.

Il fermato, espletate le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di latina, a disposizione dell’autorità giudiziaria.