Riqualificazione illuminotecnica del Lungomare Caboto a Gaeta

Prosegue l’opera di efficientamento energetico della pubblica illuminazione in città con i lavori iniziati in questi giorni sul tratto del Lungomare Caboto compreso tra l’area adiacente la Chiesa S. Carlo e la “Porta Carlo III”.

Un intervento che rientra in un’opera più ampia di riqualificazione energetica ed illuminotecnica di tutta la città. “L’efficientamento energetico – spiega il Sindaco Cosmo Mitrano – garantirà un netto miglioramento della pubblica illuminazione sia sotto il profilo della sicurezza dei cittadini, sia sotto il profilo dell’efficienza con un notevole risparmio energetico. Proseguiamo l’opera su tutto il territorio comunale di interventi di messa a norma della rete di illuminazione pubblica e di nuovi impianti dotati di alta tecnologia LED”.

Notevole sarà il risparmio che si otterrà in termini di energia, e quindi di costi, grazie all’ottimizzazione dell’efficienza della pubblica illuminazione, con l’uso di nuove tecnologie. “Con questo intervento – conclude Mitrano – finanziato dall’Autorità Portuale, proseguiamo un’opera iniziata durante il mio primo mandato e che interessa tutto il territorio comunale di Gaeta, dalle periferie al centro. Gaeta, finalmente, sarà dotata di impianti che interpretano le nuove esigenze delle realtà urbane ed extraurbane legate ad una migliore vivibilità, alla valorizzazione degli edifici storici, alla promozione visiva del paesaggio urbano nei suoi aspetti commerciali ed artistici. Fattori che contribuiscono ad incrementare il potenziale sociale, economico e turistico di una qualsiasi città”.

Diverse le finalità dell’intervento in corso che interessa parte del Lungomare Caboto: il miglioramento dell’efficienza energetica; l’incremento della sicurezza grazie allo sviluppo delle tecnologie del settore; la riduzione dell’inquinamento luminoso; l’abbattimento dello spreco energetico con un beneficio economico da parte dell’Ente. Attualmente le aiuole e il marciapiede del lungomare possiedono delle fonti luminose ormai datate sia nello stile che nelle capacità tecnico-funzionale e non più a norma con le recenti normative in materia di inquinamento luminoso. Pertanto l’intervento in corso prevede prima la rimozione di alcuni dei vecchi pali e corpi illuminanti e poi la successiva sostituzione con i nuovi impianti di illuminazione pubblica.

Festival dei Giovani 2019 - Le interviste di Radio Civita InBlu

 

Il Festival dei Giovani di Gaeta giunge alla quarta edizione. L’iniziativa, unica in Italia, è interamente dedicata al mondo degli adolescenti, la cosiddetta Generazione Z, è ideata da Noisiamofuturo, organizzata con l’Università Luiss Guido Carli, Comune di Gaeta e main partner Intesa Sanpaolo. L’edizione 2018 ha registrato oltre 23.000 presenze di studenti ed insegnanti. Il Festival 2019 torna a Gaeta arricchito da idee originali, sondaggi, contest, incontri di formazione e dibattiti sui temi di attualità con protagonisti gli stessi ragazzi che rispondono “all’emergenza futuro” con idee e voglia di fare.

Radio Civita InBlu ha partecipato alla conferenza stampa, tenutasi giovedì 28 febbraio presso il Comune di Gaeta, con interviste realizzate da don Maurizio Di Rienzo e la collaborazione tecnica di Carmine Rossi e Davide Di Fraia. Sono intervenuti per l’occasione: l’ideatrice dell’evento Fulvia Guazzone, Ceo & Founder di Noisiamofuturo srl, il professore Fabiano Schivardi, Prorettore alla Ricerca della Luiss e docente di Economia, il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano e il Direttore Area Retail Latina – Intesa Sanpaolo Mariano Pighetti e l’Assessore alle Politiche giovanili del Comune di Gaeta Lucia Maltempo.

“Il mondo dei giovani è sempre in così rapida evoluzione, che non facciamo fatica a presentare al Festival ogni anno nuove attività, nuovi spunti di dibattito e discussione – dichiara Fulvia Guazzone, founder di Noisiamofuturo® e di Festivaldeigiovani® – Sono i ragazzi, è il mondo della scuola a suggerirceli, inesauribili. Quest’anno per esempio abbiamo concentrato la nostra attenzione sui linguaggi, non solo verbali, che segnano il loro mondo (e che spesso non sono facilmente interpretabili dagli adulti, con inevitabili distanze ed incomprensioni). Emblematiche le serie tv dedicate agli adolescenti, il vero boom delle programmazioni televisive, qui indagate e sperimentate dal nostro progetto MyOS®. Un’altra novità è “Talent School”, in cui i ragazzi raccontano le loro migliori esperienze scolastiche. Insomma, ancora una volta e sempre di più questo si conferma come il Festival dei giovani che vogliono esprimersi e dei giovani che vogliono essere ascoltati. Questa è la nostra formula vincente, che ogni anno affiniamo e a cui rimaniamo fedeli”.

Tante le novità dell’edizione 2019, che fotograferà la realtà giovanile con particolare attenzione ai loro linguaggi in continua evoluzione: dai neologismi nati da commistioni culturali e tecnologiche, ai social, al mondo delle serie TV. Con il progetto MyOS “Make your Own Series”, infatti migliaia di studenti si sono cimentati nella scrittura di soggetti e storie per serie Tv che prendessero spunto dalla loro quotidianità e dal loro mondo di adolescenti; la premiazione si svolgerà proprio a Gaeta.

Al Festival dei Giovani® 2019 sarà presentato in esclusiva un sondaggio realizzato sulle serie Tv più seguite dai ragazzi e sulle ragioni del loro successo, e organizzati workshop con sceneggiatori professionisti ai quali tutti i ragazzi potranno partecipare. E poi dibattiti, contest che premiano le soft skills con laboratori di giornalismo e comunicazione e la gara di poesie e racconti under 20: “Parole Giovani”. Non mancheranno poi attività di orientamento al percorso scolastico e al lavoro, organizzate dai partner: Eni, Umana, Coca Cola, Naba-Nuova accademia delle belle arti. La Luiss Guido Carli metterà a disposizione dei giovani del Festival lezioni e riflessioni di alcuni dei suoi docenti del calibro di: Alessandro Orsini, esperto di terrorismo, Paolo Peverini, su social media e comunicazione, e Gianni Riotta, Direttore del Luiss Data Lab e della Scuola Superiore di Giornalismo.

Inoltre, novità di questa edizione, a tutti i ragazzi dell’ultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado sarà offerta la possibilità di sostenere la prova di ammissione ai corsi di laurea triennale e magistrale a ciclo unico dell’Università Luiss per il nuovo anno accademico: senza quota di iscrizione. Sarà possibile già da oggi, giovedì 28 febbraio, registrarsi al test di ingresso sul sito dell’Ateneo www.luiss.it “Il Festival – spiega Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della Luiss – è un evento animato dai sogni e dal talento dei ragazzi. Raccogliere le loro energie, includendoli in un percorso di narrazione del mondo che cambia, aperto al confronto, allo studio, all’approfondimento, è l’obiettivo della nostra Università che vuole formare giovani ‘apprenditori’ attivi, e non più spettatori della formazione. Così sapranno orientarsi nel loro domani, con la bussola della consapevolezza, animati dal desiderio di crescere”.

“La manifestazione, quest’anno alla quarta edizione” ha dichiarato il professore Fabiano Schivardi, Prorettore alla Ricerca Luiss e docente di Economia “ci permette di osservare da vicino le esigenze e le aspettative di ragazzi che domani saranno chiamati a operare nel mercato del lavoro che evolve verso nuove specializzazioni e richiede nuove competenze. Incontrare e dare voce alle idee dei più giovani significa aprirsi a nuovi modi di interagire, che spesso come adulti non comprendiamo a fondo ma che nel prossimo futuro saranno determinanti nelle dinamiche del mercato e della comunicazione, con un impatto sempre più importante sugli sviluppi delle nostre democrazie”.

L’obiettivo è quello infatti di valorizzare i ragazzi, che vogliono farsi ascoltare, che desiderano imparare, sperimentare, divertirsi ed esprimere liberamente le proprie idee, le proprie aspirazioni e i propri talenti. Per farlo, avranno a disposizione tre giorni di incontri con startupper , ricercatori, giornalisti e comunicatori, docenti universitari, sportivi, con i quali si confronteranno e discuteranno dei principali temi di attualità: Europa, ambiente e sviluppo sostenibile, legalità, food, autoimprenditorialità e nuove professioni. E poi social e fake news. Ogni giorno gli studenti suddivisi in squadre si sfideranno a Moby Fake, il gioco che dà la caccia alle notizie false in rete. Nella tre giorni ci sarà anche l’occasione per gli Istituti scolastici di far conoscere le proprie best practices, durante le sessioni-gara “Talent School”, un viaggio che Noisiamofuturo.it sta facendo alla scoperta delle tante eccellenze scolastiche italiane e che approda quest’anno al Festival dei Giovani.

“Gaeta città dei giovani – afferma il Sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano – siamo pronti ad accogliere con rinnovato entusiasmo gli studenti provenienti da ogni parte d’Italia. Sono loro infatti i veri protagonisti di un importante evento nazionale cresciuto in termini di presenze negli ultimi anni. La città si trasforma così in un grande laboratorio di idee dove i ragazzi della cosiddetta Generazione Z hanno la possibilità di confrontarsi attraverso incontri di orientamento, dibattiti, momenti di formazione e laboratori creativi. La nostra città è pronta ad ospitare migliaia di studenti mettendo a disposizione le location per lo svolgimento degli eventi in programma”.

Come ormai tradizione, durante l’ultima giornata del Festival dei Giovani, si terrà la finale nazionale della gara Latuaideadimpresa©, dove le squadre di studenti finaliste presenteranno le proprie idee d’impresa create sui banchi di scuola, contendendosi il titolo di vincitore nazionale. A votarli sarà una giuria di imprenditori. Durante la manifestazione non mancheranno divertimento e intrattenimento con cinema, teatro e musica e i tanti giochi con le storiche figurine Panini, organizzati e offerti da Intesa Sanpaolo. Grande novità dell’edizione 2019 l’apertura del Festival alle scuole secondarie di primo grado che potranno far partecipare i propri studenti ad eventi dedicati a Bullismo, Giornalismo, Social e Fake News, Music e Sport.

“Anche quest’anno Intesa Sanpaolo è qui, a Gaeta, come main partner del Festival dei Giovani, perché rappresenta un’importante occasione per incontrare e conoscere meglio i nostri ragazzi ” ha dichiarato Andrea Lecce, Responsabile Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa Sanpaolo. “Intesa Sanpaolo sta diventando la banca che 2,3 milioni di giovani hanno scelto perché offre le migliori condizioni per conti e mutui, i programmi di alternanza scuola lavoro più completi, i prestiti d’onore per finanziare gli studi. Sul futuro e la crescita delle giovani generazioni Intesa Sanpaolo da sempre investe sapendo che è attraverso di loro che si costruisce il futuro del Paese”.

Il Festival dei Giovani sarà anche l’occasione per scoprire la Città di Gaeta, gioiello della costa laziale e Bandiera Blu per il quarto anno consecutivo. Comunicatori del Festival saranno gli studenti che durante l’anno scolastico, impegnati in percorsi Alternanza Scuola Lavoro o di semplice formazione sul giornalismo, animano la piattaforma www.noisiamofuturo.it dando vita all’omonimo social journal con centinaia di articoli, video, post, poesie e racconti. Anche quest’anno per tutta la durata della manifestazione i giovanissimi reporter racconteranno il Festival con interviste, commenti e storie direttamente dal Village e dai propri percorsi di ASL. Appuntamento dunque a Gaeta per sentire, ascoltare e capire la voce di una generazione che ha tanto da dire e da insegnarci. Per consultare il programma e il calendario degli eventi: www.festivaldeigiovani.it

Novità sul distretto socio sanitario del golfo di Gaeta

Si è tenuto in data odierna come previsto, presso il Comune Capofila di Gaeta, il Comitato dei Sindaci del Distretto Socio Sanitario. 

All’ordine del giorno la firma della proposta di Convenzione per la gestione associata dei servizi sociali nei distretti da sottoporre all’approvazione dei rispettivi Consigli Comunali:

–      La pianificazione della totalità dei servizi da attivare sul territorio per il 2019;

–      I provvedimenti di indirizzo per l’assunzione del personale di piano;

–      I provvedimenti di indirizzo per l’avvio delle procedure di selezione di Assistenti Sociali e Istruttori amministrativi a tempo determinato.

–      Trasferimento risorse dal Comune di Formia al Comune di Gaeta

Ad eccezione del provvedimento per l’assunzione del personale dell’ufficio di piano , che richiederà ulteriori approfondimenti, tutti i provvedimenti sono stati approvati all’unanimità.

Si può quindi considerare conclusa, con la piena soddisfazione dei Comuni del Distretto, la complessa questione del trasferimento di risorse tra i Comuni di Formia e di Gaeta.

Preliminarmente all’incontro odierno, i Sindaci Villa e Mitrano avevano partecipato Lunedì 11 gennaio ad un incontro in Regione Lazio teso a conciliare le posizioni che si erano mostrate distanti negli adempimenti per il passaggio delle risorse.

Unite però nello scopo di non penalizzare in alcun modo i Servizi Distrettuali ma bensì nel rilanciarli anche con nuovi stimoli che il nuovo Comune capofila metterà in atto, nel riconoscere l’esigenza di ridurre la sofferenza finanziaria del Comune ex Capofila, entrambe le posizioni hanno trovato una sintesi che ha avuto oggi conferma anche in tutti gli altri Comuni del Distretto.

Presentata la nuova edizione della gara podistica "Gaeta - Formia 10 Km"

SPORT: Presentata questa mattina (2 febbraio n.d.r.), nella Sala Sicurezza del Comune di Formia, la Gaeta – Formia 10 Km, la gara podistica organizzata dalla Poligolfo e giunta alla 13° edizione, alla presenza degli amministratori di Formia e Gaeta, dei dirigenti della Confcommercio Lazio Sud, ed Ascom delle due città interessate dal percorso.

La gara, oramai entrata a pieno titolo nel calendario delle gare podistiche nazionali, vuole unire le città del Golfo di Gaeta, attraverso un percorso che parte dal centro storico di Gaeta, arrivando al centro di Formia, dopo aver percorso i 10 Km lungo i due mari che bagnano la penisola gaetana e la baia di Vindicio, da sempre casa degli sport acquatici del golfo.

“E’ una gara piuttosto veloce e gradita agli atleti – ha spiegato Giulio Di Russo, Presidente della Poligolfo, presentando il tracciato – un percorso piuttosto pianeggiante che presenta uno strappo di circa 400 metri, che porterà gli atleti dal lungomare di Vindicio a via Vitruvio, attraverso via Tonetti, definita ‘salita Mennea’, uno strappo – continua il Presidente Di Russo – che metterà alla prova i partecipanti, che affronteranno la salita nella parte finale della gara, prima della discesa di via Vitruvio”.

A quindici giorni dalla partenza, già centinaia sono gli iscritti per una gara che punta a raggiungere i numeri record delle scorse edizioni, nonostante il calendario delle gare podistiche è sempre più affollato e scegliere una gara piuttosto che un’altra è sempre più complicato.

Confermate le presenze di centinaia di atleti provenienti da diverse regioni del centro – sud Italia ed anche la presenza di due atleti internazionali che hanno scelto la gara pontina.

Appuntamento, quindi, domenica 17 febbraio con partenza alle ore 10.00 da piazzale Caboto a Gaeta ed arrivo a Largo Paone a Formia.

Informazioni e Regolamento completo su www.poligolfo.com

di Enrico Duratorre