Festa di San Domenico di Guzman a Gaeta

Giovedì 8 agosto a Gaeta si commemora San Domenico di Guzman, fondatore dei Domenicani. Appuntamento nella chiesa del Santissimo Rosario alle ore 17.45 per la recita comunitaria del Rosario e, a seguire, processione per accompagnare la Statua del Santo nella chiesa di San Domenico. Alle ore 18.30 nella chiesa di San Domenico, la solenne concelebrazione eucaristica e, al termine, rientro della statua del Santo nella chiesa del Rosario.

Ne danno notizia il parroco della Cattedrale don Antonio Centola e il priore della Confraternita del Rosario Renato Satriano, i quali affermano: “Nella memoria di San Domenico di Guzman, vogliamo ripetere l’esperienza del fondatore dei Frati Predicatori, che in una visione della Vergine Maria ricevette l’invito alla recita del rosario quale preghiera più efficace per combattere le eresie di Catari e Albigesi, che dilagavano in quel tempo. Ancor oggi la fede ha bisogno della preghiera corale e comunitaria dei credenti, perché si superino le avversità che la Chiesa è chiamata ad affrontare nel vivere la sua missione di annuncio del Vangelo. Con questi propositi, invitiamo alla preghiera del Rosario e alla celebrazione dell’Eucaristia, invocando l’intercessione di San Domenico, nella chiesa a lui intitolata nel cuore del quartiere medievale della nostra città di Gaeta”.

Gaeta, Natale… nasce la speranza! Concerto per il XX anniversario del Coro dell’Arcidiocesi di Gaeta

Nella maestosa cornice del Santuario della SS. Annunziata in Gaeta (LT) il prossimo 15
dicembre alle ore 19.30, il Coro dell’Arcidiocesi di Gaeta offrirà un concerto in
preparazione alle Feste di Natale, ma in particolare quest’anno anche per celebrare il
ventesimo anniversario della propria fondazione. Infatti, fu per l’ordinazione diaconale di
cinque seminaristi che il Locandina Concerto di Natale 15-12-2018 7 dicembre del 1998 si riunì per la prima volta il gruppo di cantori che, sotto l’iniziale guida del M° Biancamaria Spirito, divenne poi stabilmente il coro a
servizio degli eventi a carattere diocesano.
In questi vent’anni i coristi hanno lavorato molto per migliorare lo stile e il repertorio, gli impegni e il legame tra loro. Tra celebrazioni, concerti, prove e laboratori, il gruppo corale, il cui attuale direttore è il M° don Antonio Centola, ha maturato esperienze e repertorio che
con gioia condividerà con chi sarà presente al concerto del prossimo 15 dicembre, che si annuncia davvero particolare. Il titolo è infatti “Natale… nasce la speranza!” e avrà finalità
di beneficenza per i bambini della Terra Santa.
Il programma è articolato in “Vetera et Nova”, espressione che richiama (a termini invertiti)
l’evangelico “nova et vetera” dell’evangelista Matteo (13,52). Cose antiche e nuove: canti della tradizione più consolidata e di quella più recente, soprattutto anglofona. Dopo una
prima parte in cui saranno  riproposti Quanno nascette Ninno, Tu scendi dalle stelle, Les anges dans nos campagne, Stille Nacht, Adeste Fideles, si potrà ascoltare il celeberrimo
brano della tradizione statunitense White Christmas, due delle più amate “Carols” dell’apprezzatissimo compositore inglese John Rutter, mentre il finale è affidato al più
prosaico Happy Christmas, grande successo del baronetto più famoso della storia del XX secolo.
Come già accaduto negli ultimi anni, per questa occasione il coro si avvale della
collaborazione del M° Emilio Pescosolido che ha scritto gli arrangiamenti per l’ensemble
strumentale che eseguirà i brani del concerto: quartetto d’archi, flauto, clarinetto, chitarra,
tastiera, mentre la voce solista sarà quella di Gloria Trapani. Per la preparazione vocale
dei coristi presta la sua collaborazione il tenore M° Adriano Caroletti, che parteciperà
anche al concerto stesso.
Il momento musicale di preparazione al Natale, ma anche di celebrazione, sarà dunque
delicato e brillante, suggestivo e coinvolgente, come solo sa essere la musica dedicata al
Mistero della Natività di Nostro Signore.