Giro d'Italia, Radio Civita InBlu a Terracina

Radio Civita InBlu insieme a Enrico Duratorre – photography sarà in diretta da Terracina per vivere l’attesa dell’arrivo della carovana del Giro D’Italia. 

E’ partita sabato 11 maggio da Bologna l’edizione numero 102 del Giro d’Italia. Una tra le più prestigiose corse di ciclismo che l’Unione Ciclistica Internazionale ha inserito nei suoi eventi più importanti e che, anno dopo anno, coinvolge sempre più persone, team e appassionati.

Mercoledì 15 maggio Radio Civita InBlu seguirà in diretta dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 15 la quinta tappa, la Frascati-Terracina, che partirà intorno alle 13.55.

Un percorso di 140 chilometri con due particolarità: un’unica salita di tappa prevista a Sezze con un circuito lungo 9.2 chilometri; alla fine del percorso, invece, un rettilineo finale lungo 1500 metri dove, con molta probabilità, si assisterà ad una spettacolare volata verso Terracina.

Gli organizzatori della Corsa Rosa ritornano a Terracina dopo 19 anni quando, era il maggio del 2000, vollero omaggiare il Giubileo partendo da piazza San Pietro a Roma per continuare la carovana, il giorno seguente, verso Maddaloni, in provincia di Caserta. Andando ancora più indietro, per vedere la corsa rosa a Terracina si deve arrivare al 1969, una tappa macchiata da un tragico incidente: all’arrivo infatti, per un sovraffollamento, cedette la tribuna provvisoria posta all’altezza del traguardo provocando feriti tra pubblico e corridori oltre che la morte di un bimbo di 11 anni.

Il comune di Terracina si sta preparando ad accogliere il Giro nonostante le difficoltà legate ai disastri avvenuti lo scorso ottobre a causa dell’uragano che ha interessato la città devastandone le strade e le infrastrutture. Una ripresa veloce, una macchina organizzativa che si è rimessa all’opera per ricostruire farsi trovare pronta sia al ravvicinato evento che porterà in città televisioni e media provenienti da tutto il mondo pronte ad immortalare le gesta dei ciclisti e le bellezze del territorio, ma anche per non deludere i molti turisti che scelgono Terracina come metà delle proprie vacanze.

Il sindaco Nicola Procaccini si è detto emozionato ma allo stesso tempo onorato di poter ospitare in città un evento così prestigioso e di caratura internazionale che potrà essere utile alla città per valorizzarsi a livello mondiale e che per i cittadini dovrà essere una festa per celebrare la rinascita della città e della comunità.