Al via la 1° edizione del "Rally Città di Formia - Trofeo del Golfo e delle due Province"

Sabato 16 e domenica 17 prima storica edizione del “Rally Città di Formia – Trofeo del Golfo e delle due Province”, evento inaugurale della stagione rallistica nel centro sud per il mondo delle quattro ruote. Una due giorni emozionante che toccherà, oltre alla provincia di Latina, anche il territorio di Frosinone. Due tappe e ben otto prove speciali con il quartier generale fissato a Formia, che, oltre alla partenza e all’arrivo nella centralissima via Vitruvio, ospiterà anche il parco assistenza situato nel parcheggio di Largo Paone. A Formia saranno ubicate anche direzione gara, centro classifiche e sala stampa. Quarantadue gli equipaggi iscritti provenienti da ogni parte d’Italia, con piloti molto titolati e vetture che renderanno sicuramente avvincente lo spettacolo per i tanti appassionati di questo sport.

Il programma comprende nella mattinata di sabato le verifiche sportive e tecniche antegara, cui farà seguito lo shake down (il periodo di test) e nel pomeriggio alle 16.30 la partenza da Formia. Alle 17.24 scatterà la prima delle otto prove speciali, poi a Pignataro alle 19.12 il secondo passaggio. Dopo il parco assistenza a Formia sarà la volta della terza piesse in programma ad Esperia, che prenderà il via alle 22.08, anch’essa da affrontare due volte con il quarto e ultimo tratto cronometrato della giornata alle 23.27. Domenica alle 11.14 il primo degli altri quattro tratti cronometrati: Maranola (ore 11.14 e 13.56) e Penitro (ore 11.43 e 14.25). Alle 15:25 è invece previsto l’arrivo in via Vitruvio della prima vettura in gara.

Sarà una sfida incentrata soprattutto sulle vetture N4, R3C e R2B, su Emanuele Silvestri e “Mattonen” al volante di altrettante Mitsubishi, che dovranno vedersela con le agili Clio R3C di Galeti e Turri. La sorpresa saranno certamente le Peugeot 208 R2B, su una delle quali ci sarà il molisano Giuseppe Testa che scalda i muscoli in vista del campionato italiano junior 2019. Da non sottovalutare, infine, le sempre affidabili vetture della Classe A7 che, pur datate, fanno sempre la loro bella figura.

“Un tracciato molto tecnico quello del Rally Città di Formia che propone quattro ‘piesse’ ad alto contenuto tecnico, un classico dei percorsi del centro sud, dove non mancheranno le inversioni, tratti in salita e una serie di passaggi misto-veloci – spiega Fortunato Varone, da 17 anni presidente dell’Ausonia Corse, società organizzatrice della manifestazione che da dieci anni promuove nel sud pontino anche lo Slalom “Città di Formia” sul tracciato Penitro-Castellonorato – La gara, oltre a regalare emozioni e spettacolo, vuole costituire un’importante ricaduta economica per l’indotto turistico-ricettivo in un periodo destagionalizzato. Ed è intesa anche come importante veicolo di immagine per il territorio, due fattori di successo, uniti al sostegno degli enti locali”. Quasi 300 persone tra commissari di gara, addetti e staff, a testimonianza dell’importanza strategica della kermesse e del territorio sul quale si svolge. Il comitato organizzatore raccomanda al pubblico di prestare la massima attenzione alle indicazioni sulla sicurezza che verranno impartite dagli ufficiali di gara e dalle forze dell’ordine.

Modifiche alla circolazione e alla sosta nella città di Formia

Olio: a Formia gli studenti del Tallini diventano agricoltori

L’olio ottenuto dal frutto dell’ulivo, diffuso oramai in tutto il mondo ha una storia lontanissima.

Partendo dai popoli più antichi, passando per culture, popoli e tradizioni diverse fino ai tempi di oggi.

L’ IIS “Fermi-Filangieri-Tallini” di Formia mantiene ancora oggi queste tradizioni raccogliendo le olive direttamente dagli alberi dello stesso istituto.

Con il progetto ” Orto impara” gli studenti che partecipano a questa iniziativa non sono del tutto entusiasti , infatti spesso si rifiutano,  ma una volta visto il risultato sono rimasti soddisfatti  del lavoro svolto con le proprie mani.

Intervistando il professor  Tomao, l’ideatore di questa iniziativa, ci ha raccontato le varie fasi di produzione:

  • Iniziale:  deramifogliazione (l’eliminazione da rametti e foglie).
  • Intermedia: selezione delle olive di qualità migliore.
  • Finale: trasporto al frantoio.

“Orto impara” è un percorso educativo che guida insegnanti e studenti non solo nella produzione  dell’ olio ma anche all’ allestimento di un orto presso i cortili e i giardini scolastici.

Attraverso questo progetto gli studenti si avvicineranno alla biodiversità agraria e all’ ecostistema che si crea nell’orto, comprensivo di interazione con il mondo animale, tra insetti per le piante e i decompositori per il riciclo dei nutrienti.

I ragazzi col il tempo hanno saputo apprezzare ciò che prima disprezzavano, facendo tesoro delle cose imparate.

Mariagiovanna Bove e Giada Melucci

https://www.youtube.com/watch?v=eLjhVV6jAvU

Tutto pronto per la sesta edizione di Folk a Metà

CULTURA: Tutto pronto per la nuova edizione di “Folk a Metà” il festival musicale organizzato dall’Associazione “Piacere la Conoscenza” che quest’anno si avvale dell’importante collaborazione del “Circolo H” di Latina.

Folk a Metà non è solo un festival musicale, ma è un occasione di incontro e incrocio tra musiche di diversa provenienza, perchè “Se non cambiamo direzione presto, finiremo per arrivare dove stiamo andando”.

Quattro appuntamenti a cavallo dei mesi febbraio e marzo 2019 che vedranno alternarsi sul palco del Circolo H di Latina, venerdì 15 febbraio, Canio Loguercio & Alessandro D’Alessandro con la loro musica fatta di “ballate e canzoni d’ammore” a fil’e voce, sabato 23, doppio appunatamento con il duo Tiziana Lo Conte & Federica Michisanti ed a seguire i Bandacia3, la formazione pontina guidata da Salvatore Vallario, ideatore e cuore pulsante di Folk a Metà.

A marzo, sabato 2, sarà il turno del duo O-Janà, formato dalla cantante Ludovica Manzo e dalla musicista elettronica/pianista Alessandra Bossa. Una proveniente dalla musica classica e contemporanea, l’altra dal jazz e dalla musica di ricerca, combinano elettronica, improvvisazione e songwriting in una maniera del tutto originale.

Folk a Metà si chiuderà sabato 09 marzo con il gruppo NED – Nostra Etichetta Discografica, un collettivo di compositori estemporanei, allergici consapevolmente ai curricula, ma inguaribili portatori di musica viva e libera. Il gruppo, che è formato da musicisti di consolidata formazione ed esperienza nei diversi strumenti, è attivo anche nella ricerca e creazione di suoni informali ed elettronici sia analogici che digitali.

Quattro serate diverse tra loro, ma unite dal filo rosso della musica di Folk a metà, tutte con inizio alle ore 22,00

di Enrico Duratorre

ConfConsumatori pronta a tutelare con un azione unica i consumatori

Confconsumatori è pronta a tutelare i consumatori danneggiati dal “cartello”
segreto tra società automobilistiche e società finanziarie ad esse collegate sanzionate dall’Antitrust con un’azione collettiva unica a livello nazionale.                                                   

IL CARTELLO PUNITO DALL’ANTITRUST – Con il provvedimento del 9 gennaio scorso , l’Autorità
Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato le principali case automobilistiche e le loro
finanziarie per aver posto in essere – per il periodo compreso tra il 2003 e il 2017 – un “cartello” segreto, finalizzato a restringere il gioco della concorrenza all’interno del mercato interno.

I soggetti coinvolti sono:
– Le società automobilistiche BMW AG, Daimler AG, FCA Italy S.p.A.(Fiat), Ford Motor Company,
General Motors Company, Renault, Toyota Motor Corporation, Volkswagen AG;
– Le società finanziarie: Banca PSA Italia S.p.A., Banque PSA Finance S.A., Santander Consumer Bank S.p.A., BMW Bank GmbH, Mercedes Benz Financial Services Italia S.p.A., FCA Bank S.p.A.,CA Consumer Finance S.A., FCE Bank Plc., General Motor Financial Italia S.p.A., RCI Banque S.A., Toyota Financial Services Plc., Volkswagen Bank GmbH.

In sostanza, l’Antitrust ha accertato che le società finanziarie dei principali gruppi industriali automobilistici attivi in Italia, per un lungo periodo e attraverso un intenso scambio di informazioni in merito ai tassi, costi e prezzi applicati, hanno realizzato un’intesa restrittiva della concorrenza.

GLI EFFETTI SUI CONSUMATORI – «La condotta illegittima posta in essere dalle imprese coinvolte ha leso, gravemente, sia il corretto funzionamento del mercato, sia il diritto del consumatore finale ad effettuare una scelta contrattuale libera e consapevole, in un regime di libera concorrenza». È infatti evidente che il cartello, così come accertato dall’Antitrust, disincentiva ogni diversa politica commerciale e si traduce, comunque, in un’applicazione di prezzi naturalmente più elevati di quelli che sarebbero stati praticati in assenza dell’intesa illecita. Tutto a svantaggio del consumatore finale che, così, si ritrova a dover pagare costi e oneri finanziari di gran lunga superiori a quelli che sarebbero stati praticati in un regime di effettiva concorrenza.

COME CHIEDERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO – In ipotesi di cartello accertato dall’Antitrust la nuova normativa introdotta con il decreto legislativo n. 3 del 2017 garantisce una maggiore tutela per le vittime degli illeciti anticoncorrenziali. Viene riconosciuto, a ciascun soggetto leso, il diritto di agire, anche in via collettiva ovvero attraverso la class action, per ottenere il risarcimento di tutti i danni subiti.
Pertanto, chiunque abbia acquistato un autoveicolo nuovo e/o usato, mediante un
finanziamento stipulato con una delle finanziarie sanzionate, nel periodo compreso tra l’anno 2003 e il 2017, può richiedere il risarcimento del danno subito, che secondo l’art.1 del D.Lgs. 3/2017 è pari al sovrapprezzo sugli oneri e costi finanziari versati da ciascuno a causa del cartello, oltre agli interessi su tale somma.

DECINE DI CASI ANCHE NELLA PROVINCIA DI LATINA – Anche nel nostro territorio – segnala l’avv.
Franco Conte responsabile della Confconsumatori Latina – sono già decine i consumatori che ci hanno
sottoposto i loro casi e pertanto siamo pronti a raccogliere la documentazione necessaria presso i nostri
uffici di Latina e Minturno.

Gli interessanti a ricevere informazioni per il momento possono rivolgersi all’indirizzo
confconsumatorilatina@gmail.com