La diocesi di Latina festeggia la patrona Santa Maria Goretti

La comunità diocesana è pronta a festeggiare Santa Maria Goretti, patrona di Latina e dell’Agro pontino, la cui ricorrenza è fissata per il 6 luglio.

Un momento significativo sarà quello del Pellegrinaggio notturno alla Casa del martirio, a Le Ferriere, previsto per sabato 29 giugno, ormai una tradizione della chiesa locale visto che quest’anno giunge alla sua 25ma edizione. Il gruppo coordinato da don Paolo Lucconi, delegato del Vescovo per il pellegrinaggio, ha svolto il particolare lavoro preparatorio sul tema di questa esperienza.

«La figura di santa Maria Goretti verrà letta e attualizzata in un confronto con altre figure di santità. Verranno richiamati dei temi a carattere sociale quali l’immigrazione, la violenza sulle donne e il bullismo che hanno riguardato la vita della piccola «Marietta» ma che tutt’oggi richiamano la nostra attenzione. Come alcuni riferimenti ai fatti di cronaca locale che, interpretati in una prospettiva adolescenziale, saranno letti alla luce della Parola di Dio», ha spiegato don Lucconi. «L’amore, strada per la Santità» è il tema del pellegrinaggio e le riflessioni faranno riferimento ai documenti di papa Francesco Gaudete et exsultate, sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo, e Christus vivit, sui giovani.

Anche quest’anno si partirà alle 23, con appuntamento alle ore 22.45, dalla chiesa di San Matteo, in via Nascosa 1975 a Latina (non più da Borgo Piave). Da qui il pellegrinaggio si snoderà per via Nascosa, via Cerreto la Croce e via del Crocifisso fino a Borgo Santa Maria (prima sosta); poi, per via Macchia Grande, via della Speranza fino a Borgo Bainsizza (seconda tappa); per la Strada del Bosco, via Monfalcone fino a Borgo Montello (terza tappa) infine, per via Le Ferriere l’arrivo alla Casa del Martirio di Santa Maria Goretti in Le Ferriere, dove alle 6 il vescovo Mariano Crociata presiederà la Messa.

Questa celebrazione del mattino del 30 giugno segnerà anche l’avvio dei festeggiamenti nella parrocchia di Le Ferriere, intitolata alla Santa. «Da domenica, accoglieremo alcune reliquie di Marietta, grazie alla disponibilità del santuario di Nettuno, dove si trovano, che resteranno fino al 14 luglio presso la Casa del martirio per essere venerate dai fedeli», ha spiegato il parroco padre Dino Mendes. Tra i tanti appuntamenti la Messa solenne del 6 luglio, alle 9 presieduta dal vescovo Mariano Crociata, e alle 21 la processione con i quadri viventi.

Proprio il 6 luglio culmine della festa anche nella parrocchia di Santa Maria Goretti, a Latina, dove nel pomeriggio presiederà la Messa sempre mons. Crociata alla presenza delle autorità comunali, cui seguirà anche in questo caso la processione.

La Prefettura di Latina celebra il 2 giugno con numerose iniziative

In occasione del 73° anniversario della Fondazione della Repubblica la Prefettura di Latina ha promosso una serie di iniziative celebrative, che sono state realizzate con la partecipazione del Comando Artiglieria Controaerei di Sabaudia, del Comune di Latina, dellAeronautica, dei Vigili del Fuoco, e con la collaborazione del Liceo Artistico Statale di Latina.

La manifestazione ha avuto inizio alle 9.30 in Piazza della Libertà con lo schieramento delle Forze Armate e delle Forze di Polizia per gli onori Prefetto della Provincia di Latina, cui ha fatto seguito la cerimonia dellAlzabandiera e la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica.

A seguire, il Prefetto Maria Rosa Trio ha consegnato le Medaglie d’Onore ai familiari di 2 cittadini pontini deportati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per leconomia di guerra nellultimo conflitto mondiale e i diplomi delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana a 14 cittadini della provincia di Latina.

In occasione della Festa della Repubblica, il Prefetto ha voluto consegnare allIstituto Comprensivo “Alessandro Volta” di Latina un attestato di riconoscimento per il prezioso contributo di docenti e ragazzi nella preparazione, anche questanno, delle manifestazioni istituzionali della Prefettura.

Un analogo riconoscimento è stato consegnato al Liceo Artistico Statale di Latina per la realizzazione, nellambito del progetto di alternanza scuola lavoro, dei manifesti commemorativi del 4 novembre 2018, del 27 gennaio 2019, del 17 marzo 2019 e del 2 giugno 2019.

Conclusa la cerimonia di consegna delle onorificenzei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Latina hanno dispiegato il vessillo tricolore, accompagnati dal Coro dellIstituto Volta che ha intonato lInno di Mameli.

 

Dodici carabinieri della provincia di Latina premiati con la medaglia mauriziana

Si è tenuta giovedì 16 maggio nella sede del comando legione carabinieri “lazio” di piazza del Popolo a Roma, la cerimonia di conferimento a dodici carabinieri della provincia di Latina della medaglia mauriziana, riconoscimento di 10 lustri di carriera militare consegnato alla presenza del vice comandante generale dell’arma nonché comandante del comando interregionale carabinieri “Podgora”  generale di corpo d’armata Ilio Ciceri.

I carabinieri premiati sono:

Ten. Col. Pietro DI MICCOLI Capo Ufficio Comando Latina
S. Ten. Antonio CALABRESI Comandante NOR Latina
S. Ten. Emilio MAURIELLO Comandante Tenenza Fondi
Luogotenente Vitantonio DI MURO Comandante Stazione Latina
Luogotenente Matteo COBUCCIO Comandante Stazione Borgo Sabotino
Luogotenente Antonio BERTILLO Sezione Segreteria e Personale Provinciale Latina
Luogotenente Enrico BINDI Comandante Aliquota Radiomobile Terracina
Luogotenente Osvaldo MILITI Comandante Nucleo Comando Terracina
Luogotenente Antonio MANCINI Comandante Stazione San Felice Circeo
Luogotenente Gian Carlo PILIA Comandante Stazione Ventotene
Luogotenente Marco CASTORINO Comandante Nucleo CC – COMACA Sabaudia
Luogotenente Pietro NISCI Sezione Radiomobile Reparto Territoriale Aprilia

 

La medaglia mauriziana è stata istituita da Re Carlo Alberto di Savoia tramite le regie magistrali patenti del 19 luglio 1839, con il nome di “medaglia mauriziana per merito militare di dieci lustri” e nel regno d’italia è stata disciplinata con regio decreto 21 dicembre 1924.

La stessa fu sostituita dalla Repubblica Italiana il 7 maggio 1954 con la legge n. 203 quando assunse il nome di medaglia mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare. sono destinatari di tale riconoscimento gli ufficiali e sottufficiali delle forze armate.

E’ conferita con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del ministro della difesa, per gli appartenenti alle forze armate; di concerto con i ministri dell’interno e delle finanze, negli altri casi per il compimento di dieci lustri di carriera militare (non di servizio militare). agli anni di servizio effettivamente prestati si sommano il periodo di comando per intero ed i periodi di servizio nei reparti operativi nella misura del 50%. Inoltre è consentito aggiungere per intero – escludendoli quindi dal computo del reparto operativo – la partecipazione alle operazioni di pace in teatri operativi esteri – es. libano, afghanistan – kosovo.

 

Il Vescovo di Latina premia i vincitori del concorso: "Un anno per il tuo futuro"

Presso la curia diocesana a Latina, durante la mattinata del 2 maggio il vescovo Mariano Crociata ha premiato i vincitori del concorso «Un anno per il tuo futuro», rivolto agli studenti del quinto anno degli istituti tecnici e professionali. Il concorso è stato organizzato dalla diocesi pontina per aiutare i giovani a entrare nel mondo del lavoro scegliendo liberamente la propria strada. Circa un centinaio gli studenti che nei mesi scorsi hanno frequentato alcuni incontri sui principi e temi della Dottrina sociale della Chiesa e di come questa si lega al mondo del lavoro. Al termine, gli studenti hanno presentato un elaborato e sostenuto un colloquio.

Di seguito l’assegnazione dei premi disposta dalla commissione esaminatrice:

  1. Borsa di studio (valore 5000 euro): Andrea Santamaria, Istituto di Istruzione Superiore “Galileo-Sani” (Latina); sarà utilizzata per l’iscrizione a corsi universitari a scelta dello studente. La somma sarà erogata a seguito della successiva iscrizione al corso di studi. Ha presentato il suo cortometraggio dal titolo “Evasione”.

  2. Tirocinio in azienda: Roberta Ciaramella, Istituto “Vittorio Veneto-Salvemini” (Latina); sarà accolta per tre mesi da una primaria azienda del territorio, dove sperimenterà le nozioni apprese nei suoi studi amministrativi. Sua la tesina su “Viaggio nel diritto del lavoro”.

  3. Certificazione professionale: Christian Carpinelli, Istituto di Istruzione Superiore “G. Marconi” (Latina); lo studente ha scelto di conseguire la RHCSA (Red Hat Certification System Admnistrator), importante certificazione nel settore informatico per gli amministratori di sistema, tra l’altro molto apprezzata nelle candidature al lavoro. La sua tesina ha affrontato il tema “Una produzione a passo d’uomo”.

Particolarmente soddisfatto il vescovo Mariano Crociata: «Anche quest’anno abbiamo portato a termine con successo l’iniziativa Un anno per il tuo futuro. È un motivo di soddisfazione soprattutto per i ragazzi che l’hanno seguito, venendo a contatto con la dottrina sociale della Chiesa e con le problematiche del mondo del lavoro. Il nostro vuole essere un segnale di incoraggiamento soprattutto per i ragazzi che hanno capacità e volontà di mettersi in gioco attraverso lo studio. Ed è un messaggio per tutti i giovani, i quali riusciranno davvero a conquistare il loro futuro se fanno proprio con assiduità l’impegno formativo e la promozione della conoscenza. La speranza è che questo messaggio raggiunga anche altri e che le difficoltà economiche di chi, pur dotato, ha scarse possibilità di portare avanti lo studio, non sono insormontabili. Infine è un atto di fiducia nelle nuove generazioni e nella vita».

Durante la consegna degli attestati agli altri partecipanti, il vescovo Crociata ha ricordato la studentessa Gaia Pepè Sciarria, deceduta nei giorni scorsi a seguito di un incidente stradale, la quale aveva partecipato a questa iniziativa diocesana. L’attestato della giovane è stato ritirato da un docente della ragazza.