Gaeta in Salute, la prevenzione scende in piazza

Domenica 7 aprile, dalle ore 9 alle ore 13, Piazza XIX si trasformerà in un “villaggio della salute” con l’evento organizzato dal Comune di Gaeta e dall’Azienda Unità Sanitaria Locale Latina, col Patrocinio della Regione Lazio, in collaborazione con: Aeronautica Militare, Guardia di Finanza, Sapienza Università di Roma, Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù”, Clinica polispecialistica “Casa del Sole”, Coop. “La Valle”, LazioFarma, Co.i.fa.l., A.D.M.O., Avis, Croce Rossa Italiana, Corpo Militare Volontario CRI, Distretto Socio-Sanitario LT/5, Lilt.

“Gaeta – spiega il Sindaco Cosmo Mitrano – si appresta ad ospitare un grande evento al centro del quale troviamo la prevenzione con visite specialistiche gratuite. Un robusto lavoro di squadra che vede al nostro fianco l’Asl di Latina ed il suo Direttore Generale Giorgio Casati, che ringrazio per l’attenzione che ha rivolto ad un evento che vedrà la presenza di diverse branche specialistiche, con visite mediche e screening gratuiti di prevenzione attiva. Così come intendo ringraziare il team interistituzionale che ha permesso di concretizzare tale iniziativa a partire dal Dott. Luca Salvatore Gallinaro, i miei Assessori Teodolinda Morini e Pasquale De Simone.

Un attestato di stima e gratitudine intendo rivolgerlo in particolar modo al Dott. Antonio Graziano per la fattiva collaborazione, l’entusiasmo ed energie riposte nella fase di pianificazione e quella operativa. Così come esprimo un sincero apprezzamento per tutti i medici e professionisti che hanno aderito all’iniziativa. La sinergia istituzionale si rafforza inoltre  con la presenza di quattordici Partner che ringrazio: Aeronautica Militare, Guardia di Finanza, Sapienza Università di Roma, Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù”, Clinica polispecialistica “Casa del Sole”, Coop. “La Valle”, LazioFarma, Co.i.fa.l., A.D.M.O., Avis, Croce Rossa Italiana, Corpo Militare Volontario CRI, Distretto Socio-Sanitario LT/5, Lilt. Gaeta in Salute è soprattutto un momento di crescita culturale abbinato alla prevenzione quale arma fondamentale per sconfiggere malattie degenerative e a volte letali”.

“E’ importante – come sostiene il Direttore Generale Dott. Casati – che la Asl sempre più diventi protagonista nel territorio, non solo come erogatore di prestazioni sanitarie, ma soprattutto come diffusore di una cultura della salute, in un’ottica di prevenzione e non solo di cura. L’iniziativa assume, inoltre, il valore aggiunto di essere riuscita a coagulare tutte le istituzioni del territorio in una strategia di intervento che vede gli obiettivi di benessere della intera cittadinanza  come asse trasversale delle politiche pubbliche provinciali. Concretamente questo nuovo paradigma si traduce in una sanità più vicina al cittadino e capace di attivare la crescita di comunità solidali e attive per avvicinare e responsabilizzare la popolazione a virtuosi percorsi di prevenzione”. 

Non mancheranno inoltre momenti di approfondimento. Sono ben due i convegni in programma quel giorno a partire dalle ore 10 presso la Tensostruttura I, con  la “Breast Unit, una realtà a favore delle donne”, con gli interventi  del Prof. Fabio Ricci, direttore clinico Breast Unit ASL Latina; della Dott.ssa Francesca Cardillo, Primario oncologia presidio Sud ASL Latina; Prof.ssa Antonella Calogero, presidente corso laurea Medicina e Chirurgia della Sapienza Polo Pontino; dott.ssa Antonella Fontana, responsabile di Radioterapia del Goretti Latina. Saluti iniziali a cura del Dott. Alessandro Novaga LILT Sezione Provinciale Latina, Dott. Rosario Cienzo responsabile delegazione LILT Gaeta/Sudpontino e Sandra Cervone Portavoce della sezione gaetana della LILT. A seguire, alle ore 11 sempre presso la Tensostruttura I, il convegno promosso dal Distretto Socio-Sanitario LT/5 “Piano sociale regionale ed integrazione socio-sanitaria”. Interverranno l’Assessore regionale Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria Alessio D’Amato, l’Assessore regionale alle Politiche Sociali Alessandra Troncarelli, il Direttore Generale – Asl Latina Giorgio Casati, il Presidente della VII Commissione Sanità, Politiche Sociali, integrazione socio-sanitaria, welfare Giuseppe Simeone, il Sindaco di Gaeta – Comune capofila Distretto socio-sanitario LT/5 Cosmo Mitrano.

Nel “villaggio della salute”, il Distretto Socio-Sanitario LT/5 avrà inoltre il compito di accoglienza/accettazione dei cittadini/pazienti per raccogliere  le prenotazioni delle visite gratuite a partire dalle ore 8:30 di domenica 7 aprile, secondo disponibilità orario dell’evento. Il Distretto Socio-Sanitario LT/5 svolge inoltre attività di P.U.A. (Punto Unico di Accesso, rappresenta il luogo di attivazione della rete socio-sanitaria territoriale dove si realizza l’integrazione istituzionale tra i servizi sociali e i servizi sanitari e l’integrazione professionale delle diverse figure coinvolte).

La Tensostruttura II ospiterà invece a partire dalle ore 10, il “Corso di Primo Soccorso” a cura del Dott. Vincenzo Viola, Direttore ff.UOC di Chirurgia Generale  dell’Ospedale “Dono Svizzero” di Formia, e dal Dott. Gianluca Di Lorenzo. Alle ore 12, a parlare di “Emergenza Sanitaria e Difesa Civile”, i volontari della C.R.I. – Comitato locale Sud Pontino e Corpo Militare Volontario C.R.I. – Sud Pontino. Sarà inoltre allestita sempre dai volontari della C.R.I., Corpo Militare Volontario C.R.I. ed infermiere volontari,  un’area socio-sanitaria che prevede: la presenza di un camper di promozione delle attività sociali; un camper sanitario per attività di visita generale ed e.c.g. a cura dei medici del corpo militare; una tensostruttura per attività di punto medico avanzato; un mezzo del corpo militare e attività di sminamento, mezzo di soccorso.

Questi invece i numeri dell’evento: 31  stands per attività di medicina specialistica ambulatoriale e saranno presenti 4 automezzi per screening/raccolta di sangue/supporto emergenza; i cittadini/pazienti potranno  sottoporsi ad esami e visite mediche gratuitamente e senza alcuna prescrizione medica, prenotandosi presso l’apposito stand di accettazione a partire dalle ore 8:30. “Gaeta in Salute” è un evento che offre ai cittadini/pazienti la possibilità di avere non solo visite ed esami gratuitamente, ma avere anche informazioni ed assistenza per situazioni che possono diventare critiche e di conoscere i vantaggi dell’integrazione sia socio-sanitaria che tra i servizi ospedalieri e quelli territoriali, pubblici e privati – accreditati. All’evento parteciperanno oltre ai medici specialisti ambulatoriali  dell’Azienda Sanitaria Locale di Latina, i medici ed il personale sanitario della Guardia di Finanza, dell’Aeronautica Militare,  dell’Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù”, dell’Università “La Sapienza” di Roma/Corso di Laurea Infermieristica, della Clinica Polispecialistica  “Casa del  Sole”, della Croce Rossa Italiana – Corpo Militare e della Croce Rossa Italiana – Corpo Volontari, del Centro di Riabilitazione “La Valle”, della Medicina Generale,  dell’ A.V.I.S./Associazione Volontari Italiani del Sangue, della LILT/Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, nonché del personale del Distretto Socio-Sanitario Formia-Gaeta/LT 5.

Potranno essere effettuate presso il campus medico di “Gaeta in Salute” in Piazza XIX in Gaeta esami  visite e consulenze  mediche gratuite per le varie discipline, quali  angiologia, broncopneumologia, cardiologia, chirurgia generale, dermatologia, diabetologia. E poi gastroenterologia, ginecologia, medicina interna, neurologia, oculistica, odontoiatria, ortopedia. Infine, pediatria dell’emergenza, psicologia clinica, reumatologia, terapia del dolore, urologia, oltre a screening oncologici per la prevenzione del tumore mammario, a test diagnostici di primo livello ed i necessari approfondimenti, ad informazioni ed ad assistenza socio-sanitaria, nonché all’applicazione gratuita microchip per animali di proprietà presso uno stand allestito con il Servizio Veterinario dell’Azienda Unità Sanitaria Locale Latina.

L’evento “Gaeta in Salute” sarà  anche “Gaeta Dona” per la raccolta di sangue, grazie alla  collaborazione dell’U.O. di Medicina Trasfusionale dell’Azienda USL Latina, AVIS ed ADMO con la presenza in piazza di un’ autoemoteca.

Gaeta Salute 7 aprile 2019

Formia / Incontro sulla prevenzione del tumore al seno

La sala Ribaud del Comune di Formia ospiterà, sabato 16 febbraio, alle 10, un nuovo incontro sulla prevenzione del tumore al seno, questa volta fortemente voluto dalle donne dello SPI/CGIL e patrocinato dall’amministrazione comunale.

“La LILT – dice Rosario Cienzo, delegato per il sudpontino della LILT- ha come motto la frase che è diventata il titolo dell’incontro di sabato 16: <Prevenire è vivere>, proprio perché la mission di noi volontari è quella di promuovere una vera e propria “cultura della prevenzione” che, oltre a scongiurare o curare il cancro, diventi utile per il mantenimento della salute in generale. Prevenire, infatti, significa attenzionare l’alimentazione, migliorare lo stile di vita, evitare eccessi di alcool, non fumare, non fare vita sedentaria.

Ma vuol dire anche sottoporsi periodicamente a visite e controlli mirati, seguendo, nel caso ad esempio del tumore alla mammella, i consigli del senologo, sottoponendosi agli screening previsti, rispondendo all’invito della ASL e della Regione Lazio che arriva a casa per donne dal 50 ai 69 anni, senza cestinarlo come purtroppo accade. Prevenire è un verbo importante – prosegue Rosario Cienzo – che deve diventare fondamentale nella vita di ciascuno ed in particolare delle donne, soprattutto se in famiglia hanno avuto casi di madri, nonne, figlie che si sono ammalate di cancro. Spesso, da volontari, sentiamo ripetere dalle donne avvicinate che andranno da un medico solo in caso di necessità.Ma le cose non devono andare così: prevenire è un verbo che occorre coniugare mentre si è sani, proprio per mantenere a lungo la salute! Rimandare a domani è rischioso perché la diagnosi precoce è fondamentale per poter guarire.

Gli incontri come quello di Formia, allora -conclude Cienzo- sono per tutte le donne e in particolare per quelle che scoppiano di salute e vogliono semplicemente informarsi, non mettere la testa sotto la sabbia, capire come fare per mantenersi bene a lungo. E’ un incontro con eccellenze della ASL pontina, medici che hanno fatto della loro vita una missione per sconfiggere il cancro, per arrivare prima che possa mettere a rischio la vita di troppe donne”. Ma anche con volontari che dedicano tempo e passione per la collettività”.

L’appuntamento, insomma, è di quelli importanti. Nato dalla volontà di un gruppo di donne del nostro territorio e dedicato a tutte coloro che vogliono capire, saperne di più, volersi bene, scommettere sul futuro e dedicare a se stesse un momento significativo.