Estate 2019, il messaggio dell’arcivescovo Luigi Vari

Benvenuti nella nostra terra.

L’augurio è che i suoi colori, le sue atmosfere e le persone che incontrerete, vi siano di aiuto perché il tempo che passerete tra noi sia prezioso.

Si riflette ormai da più anni e da più parti sull’abbreviarsi del tempo da trascorrere fuori casa; ci sono tanti motivi da non sottovalutare per questo abbreviarsi, se non annullarsi, del tempo della vacanza, primo fra tutti quello economico.

Molti non vanno in vacanza semplicemente perché non se lo possono permettere; questa difficoltà potrebbe essere l’occasione per riscoprire, da parte di chi ne ha la possibilità, il grande bene dell’ospitalità verso chi conosciamo e avrebbe bisogno di qualche giorno di mare.

Quando poi noi andiamo in un posto, raccontandolo evidenziamo sempre se quel luogo è ospitale o meno; più che la bellezza dei panorami ci portiamo il ricordo della bellezza delle persone. Vorrei che vi stupissimo per la nostra educazione e onestà, per il sorriso che dà fiducia e crea fiducia, per la collaborazione nel permettervi che questo tempo, ricavato con tanta fatica, sia un tempo bello.

Tutti, istituzioni comprese, dobbiamo sentirci legati da questo patto di ospitalità, rispondendo alla domanda di come aiutarvi a stare meglio, come guidarvi nel vostro soggiorno. Creare un posto ospitale non richiede competenze particolari, se non quelle fondamentali dell’umanità e della dignità. Questo vi auguro di poter dire ogni giorno: che avete trovato negli operatori turistici di qualunque tipo, pubblico e privato, delle belle persone e delle degne persone.

Presentato il cortometraggio "Al di là delle nubi"

Venerdì scorso si è tenuta l’anteprima nazionale del cortometraggio “Al di là delle nubi”, l’ultimo lavoro dei fratelli Francesco e Gianmarco Latilla. La serata è stata presentata da Lorenzo Nallo e Simone Nardone.

L’opera, proiettata all’interno del chiostro San Domenico, si è rivelata essere molto dura e coinvolgente, carica di emozioni forti, trasmettendo al pubblico le inquietudini e le paure che accompagnano i personaggi per tutta la durata del cortometraggio. Il corto però lascia anche una speranza, quella di andare sempre avanti lottando con i propri demoni e oltrepassando così il muro che contrappone lo spirito alla piena libertà.

La recitazione degli attori è stata impeccabile, in particolar modo Francesco Latilla ha dato dimostrazione dell’ imponente capacità attoriale con cui ha commosso il pubblico. Durante la presentazione c’è stato un susseguirsi di interventi da parte di importanti cariche istituzionali (il vicesindaco Beniamino Maschietto ed il dottor Gino Fiore) e da personalità di rilievo come il vescovo don. Luigi Vari e il maestro Lino Capolicchio( attore, regista, sceneggiatore) inoltre sono intervenuti Giorgio Di Perna, Maria Rosaria Frangioni presidente del Rotaract club Terracina-Fondi distretto 2080, la troupe con gli attori da Flavio Capotosto a Mirko Giovannoni a Lisa Lucia Giorgio. Un grazie speciale anche agli Alfiero che hanno aperto e chiuso la serata con due loro brani musicali.

I Fratelli Latilla grazie a quest’opera cinematografica, già in concorso in diversi Festival internazionali hanno dato prova del loro miglioramento artistico, affermando così la propria professionalità nel campo del cinema. Adesso non spetta altro che attendere la loro prossima opera augurando ai nostri registi una lunga carriera piena di successi.  

Nuovo parroco nella parrocchia di San Nilo a Gaeta

Mercoledì 10 luglio alle ore 19.30 presso la parrocchia santuario di San Nilo Abate a Gaeta, in via San Nilo 12, l’arcivescovo di Gaeta Luigi Vari presiede la Messa di inizio del ministero pastorale del nuovo parroco don Giuseppe Di Mario.
Don Giuseppe è nato nel 1975 ed è originario di Fondi. Dopo gli studi nel seminario regionale di Anagni, è stato ordinato sacerdote nel 2008 nella chiesa di San Pietro Apostolo a Fondi. È stato viceparroco in cattedrale a Gaeta e poi parroco a Spigno Saturnia. Attualmente don Giuseppe è vicedirettore della Caritas diocesana, incaricato diocesano per la pastorale del mare e docente di religione presso l’istituto nautico di Gaeta.

Formia / Il vescovo Luigi Vari presenta ‘Osa scegliere’ e ‘Uomini di Parola’

Lunedì 8 luglio alle ore 20.00 in piazza Iqbal Masih a Formia (LT), accanto alla chiesa della Madonna del Carmine, si terrà la presentazione dei libri ‘Osa scegliere’ e ‘Uomini di Parola’, di mons. Luigi Vari, arcivescovo di Gaeta. L’evento è organizzato dalla Parrocchia della Madonna del Carmine di Formia, all’interno dei festeggiamenti patronali 2019. La presentazione sarà trasmessa in diretta su Radio Civita InBlu: in streaming su www.radiocivitainblu.it, sulle maggiori app radiofoniche e in fm sulle frequenze 90.7, 101 e 103.8.

Monsignor Luigi Vari è nato a Segni (Roma) nel 1957. Sacerdote dal 1980 e vescovo dal 2016, è laureato in scienze bibliche al Pontificio Istituto Biblico di Roma e dottorato in teologia biblica presso la Pontifica Università “San Tommaso d’Aquino” di Roma. È stato docente di sacra scrittura e direttore dell’Istituto Teologico Leoniano di Anagni, nonché parroco e vicario episcopale nella diocesi di Velletri-Segni. È arcivescovo di Gaeta dal 9 luglio 2016. Attualmente, è membro della Commissione Episcopale per il laicato della Cei e vescovo delegato per la cultura, comunicazioni sociali, laicato, sport, tempo libero e Sovvenire all’interno della Conferenza Episcopale del Lazio.