Entra nel vivo il Festival dei Teatri d’ Arte Mediterranei 

Entra nel vivo la XV edizione del Festival dei Teatri d’ Arte Mediterranei dopo i primi straordinari tre giorni di Odissea in barca a vela, lezioni di storia, proiezioni, poesia e letture sul lungomare di Scauri. Ulisse, e il Festival, hanno preso il largo con un equipaggio da tutto esaurito per continuare a raccontare per mare storie di sirene e non solo.

Dal 22 agosto l’evento promosso dal Teatro Bertolt Brecht di Formia all’interno del progetto Officine Culturali della Regione Lazio, del riconoscimento del Mibac e del progetto Fari culturali del Mediterraneo entra nel vivo con l’arrivo degli ospiti internazionali e gli interventi in luoghi speciali.

IL FLASH MOB A MARINA DI CASTELLONE. E’ in programma il 22 agosto alle ore 19:00 il flash mob di letture e musica per l’ex albergo Marina di Castellone, il bene confiscato ai Chianese ancora in stato di abbandono. Il ritrovo è presso Largo Marina accanto ai cantieri navali per poi dirigersi davanti al bene, la giornalista Graziella Di Mambro ripercorrerà la storia del bene, il Teatro Bertolt Brecht le letture e gli interventi musicali per poi terminare con un gesto simbolico di tutti partecipanti. Il flash mob intende riaccendere i riflettori sul bene confiscato convinti che sia fondamentale aprire gli spazi alla cultura. Cittadini, enti ed associazioni sono invitati a partecipare.

LETTURE IN LUOGHI SPECIALI. Sono parte del programma altre letture speciali in luoghi speciali. All’ex discoteca Seven Up il 23 agosto alle ore 18:00 un reading dal libro “La quinta mafia” di Marco Omizzolo, proprio lì dove la criminalità organizzata fece affari. Senza dimenticare l’ex clinica Cusumano dove soggiornò Gramsci e dove proprio il suo rapporto con la musica sarà al centro dell’incontro a cura della prof.ssa Maria Luisa Righi il 24 agosto alle ore 18:00. 

CAMILLERI ALL’ALBA. Uno degli appuntamenti più amati del Festival che quest’anno omaggia uno degli autori e intellettuali più amati come Andrea Camilleri. Dal 23 al 25 agosto ogni mattina alle 7:00 presso la Cisterna maggiore nel Parco di Gianola Paolo Cresta e Maurizio Stammati leggono alcune delle sue opere, da Tiresia al Birraio di Preston.

ELENA STANCANELLI ALL’EX LAVATOIO DI MARANOLA. Un appuntamento immancabile è il reading\presentazione con Elena Stancanelli e il suo “Venne alla spiaggia un assassino” in programma all’ex Lavatoio di Maranola, un luogo sconosciuto anche agli stessi formiani dove un tempo le donne si riunivano per lavare i panni e l’acqua continua a scorrere. La Stancanelli, scrittrice e giornalista, racconterà la sua esperienza sulle ONG accompagnata dalle letture del romanzo.

OSPITI INTERNAZIONALI. Grazie al progetto dei Fari culturali del Mediterraneo che ha già fatto tappa a Tunisi, Patrasso e Cosenza arrivano nella tappa pontina ospiti internazionali da Grecia, Spagna e TunisiaSamih Mahjoubi Group che porteranno a Formia le melodie del Maghreb (22 agosto ore 21:00 Corte Comunale di Formia), Sonia Carmona, mimo e clown spagnolo e Christos Kalpouzanis, artista greco che porta avanti il tradizionale teatro delle ombre, per una serata eccezionale dedicata al teatro di figura e al teatro ragazzi (23 agosto Arena Mallozzi, Scauri). L’attrice spagnola Sonia Carmona terrà dal 23 al 25 agosto anche un laboratorio di mimo clown per i giovani attori al Teatro Bertolt Brecht.

GLI SPETTACOLI SERALI. Oltre alle serate con gli ospiti internazionali, il festival quest’anno offre tantissimi altri appuntamenti serali. Il 24 agosto alle ore 21:00 al Castello Baronale di Minturno torna Paolo Cresta con un’interpretazione di “Sostiene Pereira” di Antonio Tabucchi e a seguire il “Moby Dick” del Teatro dell’Acquario di Cosenza con la regia di Antonello Antonante. Il 25 agosto la chiusura con il concerto di musiche dal Mediterraneo a cura della compagnia Errare Persona di Frosinone “Esperanto” e il live indie-pop dei Dahlìa. 

Al via il Festival dei Teatri d’ Arte Mediterranei

Al via il il Festival dei Teatri d’ Arte Mediterranei. Dal 19 al 25 agosto le voci, le storie, i racconti,  la musica, la drammatica attualità, i suoni popolari del Mediterraneo rivivono per una settimana in riva al mare tra Formia e Minturno. Da lunedì una settimana di eventi di informazione e spettacolo per tutti i gusti e tutte le età.

SETTE GIORNI E DUE CITTA’. Per la XV edizione, sette i giorni del festival con un ricco programma che coinvolgerà due città, Formia e Minturno. Una settimana di letture all’alba, in barca a vela, in luoghi speciali, concerti, spettacoli, mostre, lezioni di storia, incontri di approfondimento, letteratura tra musiche, danze, storia e fenomeni culturali, tra attualità, denuncia, tradizione popolare e il fascino dei luoghi. Un denso programma che toccherà diversi luoghi delle due città per provare a raccontare questo affascinante e tragico mare, palcoscenico di tradizioni, suoni e sapori ma anche drammi e scontri sotto gli occhi di tutti.

OSPITI INTERNAZIONALI. Grazie al progetto dei Fari culturali del Mediterraneo sostenuto dal Mibac che ha già fatto tappa a Tunisi, Patrasso e Cosenza arrivano in terra pontina ospiti internazionali da Grecia, Spagna e Tunisia: Samih Mahjoubi Group che porteranno a Formia le melodie del Maghreb (22 agosto ore 21:00 Corte Comunale di Formia), Sonia Carmona, mimo e clown spagnolo e Christos Kalpouzanis, artista greco che porta avanti il tradizionale teatro delle ombre, per una serata eccezionale dedicata al teatro di figura e al teatro ragazzi (23 agosto Arena Mallozzi, Scauri).

UN MEDITERRANEO DA RACCONTARE. I primi tre giorni del Festival sono dedicati a incontri, mostre e letture sul Mediterraneo alle ore 20:30 presso La Darsena di Scauri. Si apre il 19 agosto con un omaggio ai poeti del Mediterraneo a cura di Rodolfo Di Biasio e Domenico Adriano, il 20 una lezione di storia a cura del prof. Luigi Mascilli Migliorini dell’Università Federico II di Napoli e poi il 21 la mostra del circolo fotografico L’Altro Sguardo, la proiezione del cortometraggio XENIA di Giorgio Anastasio realizzato con i ragazzi dello Sprar di Itri e l’intervento teatrale di Pasquale Valentino “S. S. 7/Quater. Avviso ai naviganti – storie di Madonne Nere e Povere Madonne Naufraghe”.

LETTURE IN LUOGHI SPECIALI. Sono parte del programma letture speciali in luoghi speciali. Beni confiscati alla criminalità come l’ex albergo Marina di Castellone e l’ex Seven Up che saranno palcoscenico di reading a tema e di un flash mob per riaccendere i riflettori sul riutilizzo dell’hotel sequestrato alla famiglia Chianese ormai allo stato di abbandono. Senza dimenticare l’ex clinica Cusumano dove soggiornò Gramsci e l’ex lavatoio di Maranola dove ancora l’acqua continua a scorrere. Sarà proprio il lavatoio ad accogliere la scrittrice e giornalista Elena Stancanelli per la sua esperienza sulle Ong. Ogni mattina alle 7:00 le letture all’alba dedicate ad Andrea Camilleri a strapiombo sul mare vicino ai ruderi di un’antica cisterna romana.

UN FESTIVAL CHE FA RUMORE SOTTO VOCE. <Dal 2005 proviamo a raccontare il Mediterraneo con questo festival e dal 2005 sempre più ci convinciamo che non finiremo mai di raccontarlo, tante sono le storie, tante sono le facce, gli occhi e le mani di questo grande mare. Quest’anno il Festival raggiunge un punto importante, non è solo Formia, è anche Minturno e Scauri e non solo, è in un progetto più grande che ha visto realizzare un piccolo sogno, poter fare di questo festival un faro che si è acceso a Tunisi, a Patrasso, a Cosenza e si accenderà a Siviglia così come a Frosinone. Tanti piccoli fari per poter testimoniare sempre di più la necessità di un Festival che in un mondo che urla prova a parlare sotto voce e che sicuramente riuscirà a fare molto più rumore di tanti che strillano>, afferma il direttore artistico Maurizio Stammati.

Arriva a Minturno e Formia il Festival dei Teatri d'Arte Mediterranei

Dal 19 al 25 agosto torna il Festival dei Teatri d’ Arte Mediterranei promosso dal Teatro Bertolt Brecht all’interno del progetto Officine culturali della Regione Lazio e dei “Fari culturali del Mediterraneo” all’interno del bando Boarding Pass del Mibac.

SETTE GIORNI E DUE CITTA’. Per la XV edizione, sette i giorni del festival con un ricco programma che coinvolgerà due città, Formia e Minturno. Una settimana di letture all’alba, in barca a vela, in luoghi speciali, concerti, spettacoli, mostre, lezioni di storia, incontri di approfondimento, letteratura tra musiche, danze, storia e fenomeni culturali, tra attualità, denuncia, tradizione popolare e il fascino dei luoghi. Un denso programma che toccherà diversi luoghi delle due città per provare a raccontare questo affascinante e tragico mare, palcoscenico di tradizioni, suoni e sapori ma anche drammi e scontri.

OSPITI INTERNAZIONALI. Grazie al progetto dei Fari culturali del Mediterraneo che ha già fatto tappa a Tunisi, Patrasso e Cosenza arrivano nella tappa pontina ospiti internazionali da Grecia, Spagna e Tunisia: Samih Mahjoubi Group che porteranno a Formia le melodie del Maghreb (22 agosto ore 21:00 Corte Comunale di Formia), Sonia Carmona, mimo e clown spagnolo e Christos Kalpouzanis, artista greco che porta avanti il tradizionale teatro delle ombre,per una serata eccezionale dedicata al teatro di figura e al teatro ragazzi (23 agosto Arena Mallozzi, Scauri).

APERTE LE PRENOTAZIONI. Sono aperte le prenotazioni per due degli appuntamenti in programma. Le letture in barca a vela dell’Odissea del 19,20 e 21 agosto (alle 7,9,11:30 e 19) con partenza dalla Darsena Flyng di Scauri a cura di Maurizio Stammati e Paolo Cresta. E’ possibile iscriversi anche al laboratorio di mimo e clown per giovani ed adulti il 23,24 e 25 agosto al Teatro Bertolt Brecht a cura dell’ospite spagnola Sonia Carmona. Un’occasione unica di formazione.

UN FESTIVAL CHE FA RUMORE SOTTO VOCE. <Dal 2005 proviamo a raccontare il Mediterraneo con questo festival e dal 2005 sempre più ci convinciamo che non finiremo mai di raccontarlo, tante sono le storie, tante sono le facce, gli occhi e le mani di questo grande mare. Quest’anno il Festival raggiunge un punto importante, non è solo Formia, è anche Minturno e Scauri e non solo, è in un progetto più grande che ha visto realizzare un piccolo sogno, poter fare di questo festival un faro che si è acceso a Tunisi, a Patrasso, a Cosenza e si accenderà a Siviglia così come a Frosinone. Tanti piccoli fari per poter testimoniare sempre di più la necessità di un Festival che in un mondo che urla prova a parlare sotto voce e che sicuramente riuscirà a fare molto più rumore di tanti che strillano>, afferma il direttore artistico Maurizio Stammati.

PROGRAMMA COMPLETO E INFO      

www.teatrobertoltbrecht.it

tbbcomunicazione@gmail.com

Continuano gli spettacoli di teatro per ragazzi a Scauri

Dopo il successo dei primi due spettacoli, il nuovo appuntamento settimanale con il festival nazionale di teatro per ragazzi “Tutti giù dal palco” promosso dal comune di Minturno in collaborazione con il Teatro Bertolt Brecht di Formia all’interno del progetto Officine Culturali della Regione Lazio e del riconoscimento del Mibac.

Il 2 agosto alle ore 21 all’Arena Mallozzi sul lungomare di Scauri la nuova produzione di teatro per ragazzi del Teatro Bertolt I MUSICANTI DI BREMA, per il riadattamento di Pompeo Perrone e la regia di Maurizio Stammati in scena con Chiara Di Macco.  

Quattro animali in fuga contro i soprusi e le prepotenze degli umani ma poi la soluzione è: l’unione fa la forza. Metafora del presente con risvolti attualissimi, lo spettacolo, raccontato con tecniche miste e con musica dal vivo, riflette sulla fuga e sull’approdo, sull’amicizia e il sopruso con uno sguardo all’utopia di un luogo dove tutto si fa più giusto e libero. 

Sono tante le domande che nascono dalla visione di questo spettacolo: è giusto liberarsi degli affetti quando diventano vecchi e non più ‘produttivi’? E’ giusto sognare un posto migliore dove poter vivere senza sentirsi schiavi ma semplicemente seguendo le proprie aspirazioni? La gattina poetessa Emily ed il gallo pittore Chagall riusciranno a raggiungere i loro amici a Brema o si accontenteranno della casa nel bosco? Venite e lo scopriremo insieme.