Sud pontino, sospesi eventi pubblici per Covid-19

La notizia di ieri pomeriggio ha letteralmente sconvolto il sud pontino. Registrato a Formia il primo caso di Coronavirus in provincia di Latina, seppur la donna stesse a Minturno e arrivasse dalla zona di Cremona, ai margini della zona rossa del contagio in Italia.

Immediata è scattata la macchina amministrativa. Nel pomeriggio di ieri un tam tam tra i sindaci e la prefettura ha portato i primi cittadini del Golfo di Gaeta e del sud pontino ad applicare i protocolli ministeriali e regionali: Formia di fatto diventa l’epicentro della “zona gialla”, dove si può liberamente circolare ma con alcune attenzioni particolari.

Sono chiuse da oggi al prossimo sabato 7 marzo le scuole in tutti i Comuni del sud pontino da Formia a Minturno passando per Gaeta, Spigno Saturnia, Santi Cosma e Damiano e Castelforte. Per oggi rimarranno chiuse anche ad Itri, fanno sapere dal municipio, in attesa di capire quali disposizioni attuare.

Nei comuni del sud pontino sono attualmente sospesi eventi pubblici o aggregativi quali anche manifestazioni o di carattere sportivo per prevenire il possibile contagio. Sospese in diverse parrocchie anche le attività oratoriali o il catechismo. Nelle ordinanze di alcuni Comuni si fa riferimento anche all’invito alle attività commerciali di elevare al massimo livello l’igienizzazione dei propri locali.

La frase che viene ripetuta continuamente, dagli ambienti istituzionali a tutti i livelli è “niente panico”, bensì si fa il richiamo al senso di responsabilità da parte dei cittadini.

Cade dal carro di Carnevale, e finisce sotto una ruota: condizioni critiche

Brutta storia quella registrata oggi pomeriggio durante il Carnevale scaurese a Minturno, dove un ragazzo per condizioni ancora da accertare, sarebbe finito sotto una ruota di un carro allegorico.

Condizioni serie per il giovane fin dai primi minuti, tant’è che insieme all’intervento dei sanitari è stato richiesto il trasporto in eliambulanza che sarebbe atterrata presso il campo sportivo di Gianola.

Coronavirus, l'auto quarantena di 3 cinesi a Minturno

E’ questo l’ultimo aggiornamento, diffuso dal sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli, sulla notizia che ha tenuto banco nella giornata di oggi, sabato 22 febbraio. Tre cittadini cinesi si sarebbero messi precauzionalmente in quarantena da soli, dopo il rientro in Italia e provenienti dalla Cina lo scorso 3 febbraio, passando per la Francia e arrivando a Minturno, dove risiedono tuttora.

Tra i primi a dare la notizia, il portale “Latina Tu” attraverso le proprie pagine web. Fonte della notizia una comunicazione del comandante della Polizia locale di Minturno Antonio Di Nardo, rilasciata al Commissariato di Polizia di Formia. Si tratta di moglie e marito, rispettivamente di 43 e 46 anni, entrambi nati in Cina e del figlio minorenne di 12 anni nato a Roma.

Avrebbero scelto in modo volontario la cosa, per evitare eventuali contagi. Non è fatto riferimento alla questione di salute dei tre che presumibilmente, avendo superato il periodo di quarantena stando bene, hanno ripreso il normale svolgimento della vita.

Il comandante della Polizia locale ha anche reso noto di aver informato il Ministero della Salute al numero 1500 non ricevendo indicazioni specifiche sul caso. Tra le comunicazioni anche il fatto che il sindaco di Minturno segue personalmente la vicenda in qualità di Autorità Sanitaria Locale.

Da segnalare il comportamento deplorevole della diffusione dei dati sensibili della famiglia coinvolta. Alcuni siti/blog e alcuni utenti Facebook hanno pubblicato il documento della Polizia di Stato che riportava i dati sensibili, come nome e cognome, residenza e numeri di carte di identità dei tre cinesi coinvolti.

La minturnese Laura Miola incontra il presidente Sergio Mattarella

Importante appuntamento per l’influencer di Minturno Laura Miola che nelle sue storie di Instagram ha annunciato che venerdì 28 febbraio incontrerà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Quel giorno infatti al palazzo del Quirinale saranno ricevuti gli operatori, i volontari e i ricercatori della Fondazione Telethon per il 30° anniversario della Fondazione e per la celebrazione della Giornata delle Malattie Rare. Laura Miola, portatrice sana di felicità, come ama definirsi, ha anche annunciato via social che, dopo quest’appuntamento a Roma, avrà anche due appuntamenti televisivi su Tv2000 e Rai1.

Laura Miola Telethon
Laura Miola Telethon

Laura è affetta da una malattia rara, la malattia di Charcot-Marie-Tooth, che l’ha portata a vivere su una sedia a rotelle. Una malattia che non le ha impedito di realizzare tanti sogni: il matrimonio con Salvatore, il dono del figlio Ferdinando, la laurea, le interviste, la partecipazione a Miss Wheelchair World. E grazie a Instagram è diventata influencer di positività, un aiuto per i suoi followers ad affrontare la vita con un sorriso.