Emergenza maltempo: numerosi interventi dei Vigili del Fuoco - novembre 2019

La notte tra martedì 12 novembre e mercoledì 13 novembre è stata caratterizzata da numerosi interventi dei Vigili del Fuoco dovuti al maltempo, maggiormente concentrati nel sud della provincia di Latina. A tale scopo è stato potenziato il dispositivo di soccorso con ulteriori unità per fronteggiare eventuali criticità.

Da segnalare l’intervento delle squadre di Gaeta e Castelforte, nel Comune di Minturno per operazioni di prosciugamento in alcuni locali allagati a causa delle abbondanti piogge.

Ancora più pericolosa era però la situazione nel centro di Terracina, dove il personale del locale distaccamento dei VVF, è intervenuto per la rimozione di un grosso albero caduto su una casa a causa del forte vento. Le operazioni di rimozione della pianta sono durate circa 5 ore ed hanno visto impegnati anche i mezzi speciali VF provenienti da Latina come l’autogrù e autoscala.

Liliana Segre cittadina onoraria di Minturno: la proposta del sindaco Stefanelli

Liliana Segre cittadina onoraria di Minturno. È questa la proposta avanzata dal sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli che, in una lettera del 6 novembre scorso, ha scritto alla Senatrice invitandola a partecipare alla “Settimana della Memoria” che si terrà a maggio 2020.

Gerardo Stefanelli Minturno
Gerardo Stefanelli

Scrive il sindaco Stefanelli: “Il 3 agosto 1998 il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro ed il ministro dell’Interno Giorgio Napolitano firmarono il decreto per il conferimento della Medaglia d’Oro al Merito Civile al nostro Comune. Minturno fu il primo municipio pontino ad essere insignito di questo massimo riconoscimento, che premiò gli sforzi profusi da un Comitato cittadino.

La cerimonia si svolse il 10 gennaio 2000 in piazza Porta Nova, a Minturno, davanti a circa 3 mila persone: un evento memorabile, vissuto insieme al presidente del Senato Nicola Mancino ed alle massime autorità della Regione. Il mio pensiero non può non andare al sacrificio degli oltre 700 concittadini, tra civili e militari, periti nell’ultimo conflitto mondiale ed alla testimonianza dei sopravvissuti, alcuni dei quali segnati anche fisicamente dalla barbarie della guerra, in una zona tormentata dalla “Linea Gustav”, lungo la valle del Garigliano”.

Giorgio Napolitano
Giorgio Napolitano

Il nobile metallo attribuito al comprensorio minturnese ci ricorda le drammatiche vicende vissute dalla nostra gente (stremata dal conflitto), sintetizza simbolicamente la tragedia umana di quel triste periodo (senza distinzioni geografiche e temporali) e ci sprona a superare le divisioni e a consolidare i valori della solidarietà e della pace. É una medaglia che giunge dal passato, che intende risarcire moralmente una laboriosa comunità, poi protagonista della rinascita economica ed oggi proiettata verso un prospero futuro.

Nicola Mancino
Nicola Mancino

Dal suo insediamento, avvenuto nel giugno 2016, l’Amministrazione Comunale da me guidata porta avanti un impegno teso a mantenere viva la memoria del passato, a consentire alle nuove generazioni di conoscere, approfondire i fatti, di capire le divisioni di un tempo ed a contribuire a porre le basi per un futuro di pace. In tale contesto si inserisce la “Settimana della Memoria”, in programma nel mese di maggio, che registra il coinvolgimento degli studenti del comprensorio turistico di Minturno-Scauri in incontri, mostre e spettacoli a tema. In quella occasione sarebbe preziosa e molto gradita la Sua testimonianza di superstite dell’Olocausto”.

Nell’ultima parte della lettera, il sindaco comunica alla senatrice che “l’Amministrazione intende conferirLe la Cittadinanza Onoraria per il suo impegno civile-sociale, teso a mantenere viva la memoria e i valori ispiratori della Carta repubblicana, nonché per la sua esperienza nella Commissione Parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza”.

Minturno celebra la Festa dell'Unità Nazionale 2019

La città di Minturno, medaglia d’Oro al Merito Civile tra i comuni della provincia di Latina, celebra la festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate

Nell’invito alla cittadinanza il sindaco Gerardo Stefanelli ricorda l’eroismo dei militari che combatterono per dar vita ad un’Italia unita ed il sacrificio di coloro che si immolarono per la Patria, servendola con onore, impegno e coraggio.

Ha rinnovato i sentimenti di gratitudine nei riguardi delle Forze Armate per il loro leale impegno a difesa dei valori della Patria e delle Istituzioni democratiche, a garanzia della civile convivenza, nella libertà e nella pace.

Infine, il sindaco Stefanelli ha invitato i cittadini a riconfermare la propria fedeltà alle Istituzioni ed alla Costituzione Repubblicana ed a rendere omaggio a quanti sono caduti nell’adempimento del proprio dovere.

Domenica 10 novembre alle 10 nella chiesa dell’Annunziata a Minturno sarà celebrata una Messa in suffragio dei Caduti di tutte le guerre e di ogni parte.

Saranno deposte corone d’alloro al Sacrario dei Caduti in Minturno (ore 11,00); al Monumento ai Caduti nella Villa Comunale di Minturno (ore 11,15); al Monumento al Carabiniere di Scauri (ore 11,15); ai Monumenti agli Aviatori e ai Caduti sul fronte russo di Marina di Minturno (ore 12,00/12,15); ai Monumenti ai Caduti di Tremensuoli (ore 12,30/12,45); di Santa Maria Infante (ore 13,00) e di Tufo (ore 18,45).

"Aspettando gli Avi", torna a Minturno l'evento dedicato ai più piccoli

Dal 31 ottobre al 2 novembre, presso la Congregazione del Santissimo Rosario della Chiesa di San Pietro Apostolo in Minturno, ritorna “Aspettando gli Avi”.  Un viaggio attraverso leggende, miti, poesie e canti della tradizione aurunca, quest’anno alla sua nona edizione, ideato e curato da Anna Rita Persechino, insegnante, scrittrice e ricercatrice di fiabe, miti e leggende popolari. L’appuntamento, per non dimenticare tradizioni e riti di un tempo in cui si “festeggiavano i morti”, si ripropone, come da calendario, nella cornice autunnale di frutti, foglie e doni che rimandano ai simboli della Luce, sacra agli Avi.

I tre giorni hanno come protagonisti i bambini, ai quali saranno donati i simboli della Luce. E saranno i bambini a creare con questi la scenografia degli incontri, anche quest’anno intreccio di musica e parole.

In programma il primo novembre l’intervento di Laura Marchetti, docente di didattica Generale e delle Culture, dell’Universita degli Studi di Foggia. Lo spazio musicale verrà affidato al soprano Lucia Zonfrilli e al maestro Pietro Pannone. Voci narranti Alberto Ticconi e Anna Rita Persechino. 

Dall’apertura fino al 2 novembre, sempre presso la Congrega della Chiesa di Minturno, rimarrà allestita la mostra della Luce, che sarà aperta al pubblico dalle ore 19 alle 20.