Un successo la partenza de "Il Mondo che vorrei 4.0"

Partito il nuovo progetto de “Il Mondo che vorrei” che dopo l’acquisto della lavastrumenti per la sala operatoria dell’ospedale San Giovanni di Dio di Fondi, diventa 4.0 ed alza notevolmente l’asticella, mettendo nel mirino la ristrutturazione del Pronto Soccorso dell nosocomio fondano.

Il nuovo progetto sociale portato avanti dal Coro Cantate Domino, con il supporto di diverse associazioni, prevede la ristrutturazione integrale del punto di primo intervento dell’ospedale fondano, sulla base delle teorie della cromoterapia.

Proprio per dar vita a questa nuova avventura, il Coro cantate Domino, diretto da Sonia Annunziata, ha proposto un viaggio nella musica italiana ed internazionale, con un repertorio che ha emozionato il numerosissimo pubblico che ha seguito l’intero concerto dall’inizio alla fine, riempendo, in ogni ordine di posto, la suggestiva sala di Palazzo Caetani.

Al termine dello spettacolo, Sonia Annunziata ha voluto ringraziare chi ha collaborato all’ottima riuscita dell’evento.

“Ringrazio Simone Nardone per aver presentato al meglio il nostro concerto e per il sostegno offertoci – ha esordito la direttrice del Coro – grazie a Marialuisa Fiore ed al sostegno che la sua associazione Minerva, in collaborazione con Associazione Musicinecultura di Fabiola Lauretti danno al progetto ‘il Mondo che vorrei 4.0’, grazie a Mario Carroccia che ci segue sempre con le sue poesie, ed infine – conclude Sonia Annunziata –  Grazie a Gabriele Pezone per il sostegno e la sua collaborazione”.

Il Mondo che vorrei 4.0 si è presentato al grande pubblico nel miglior modo possibile ed ora si prepara a nuovi eventi che possano permettere la realizzazione di questa nuova sfida perché “Non c’è sviluppo né progresso senza l’anima”